Celebrato a Villanova il 4 novembre con i bambini della scuola primaria Arturo Varaia.

Celebrato a Villanova il 4 novembre con la scuola primaria

Nonostante la giornata di pioggia la partecipazione alla celebrazione del IV Novembre, da parte della scolaresca del plesso scuola primaria Arturo Varaia e dei villanovesi, è stata numerosa.
Dopo l’alza bandiera e al seguito della deposizione della corona di alloro ai piedi del monumento dei caduti, da parte degli alpini, sono stati simbolicamente aggiunti due papaveri rossi da due alunni della classe terza.
La spiegazione di questo gesto simbolico sta nella poesia “Nei campi di Fiandra”, scritta dal canadese John McCrae, che allo scoppio della Prima Guerra Mondiale diresse un ospedale da campo durante la seconda battaglia di Ypres, nel 1915: la poesia venne ispirata dalla morte e sepoltura di un amico.

I papaveri rossi

I papaveri rossi furono gli unici a fiorire sui campi di battaglia delle Fiandre (Ypres).
Ci sono due spiegazioni, una, più poetica afferma che i fiori delle Fiandre erano bianchi oppure di altri colori, ma si tinsero tutti di rosso a causa della grande quantità di sangue che venne versato.
L’altra, invece, più realisticamente sostiene che i papaveri fossero gli unici fiori in grado di sbocciare su terreni abbondantemente cosparsi di calce, distribuita per disinfettare le fosse comuni ed evitare epidemie.

Leggi anche:  Mille persone aiutate in Canavese dal progetto solidale Pomo dono

Il papavero divenne perciò il simbolo del Remembrance Day (Giorno del Ricordo), noto anche come Poppy Day (Giorno del Papavero).
In seguito l’uso del papavero è inoltre stato esteso alla commemorazione di quanti cadono compiendo il proprio dovere: poliziotti o pompieri, per citare due esempi.

We are the world

Gli alunni di quinta hanno poi dato lettura di alcune testimonianze raccontate dai soldati schierati nelle trincee, mentre quelli di quarta elementare hanno spiegato il significato della canzone “We are the world” che poi hanno cantato insieme a tutti i compagni della scuola primaria.
Un doveroso ringraziamento è stato rivolto dall’amministrazione comunale a tutti coloro che hanno partecipato e reso solenne la celebrazione, in particolar modo il corpo docente del plesso Arturo Varaia che puntualmente si prodiga per preparare gli scolari.