Scoprire il territorio in bici: una buona pratica che può essere particolarmente piacevole anche per chi non è un biker provetto, ma vuole farsi, attraverso il cicloturismo sostenibile, una scampagnata e conoscere le bellezze “nascoste” dei piccoli Comuni.

Cicloturismo sostenibile

Con questo obiettivo la Città metropolitana ha pubblicato la seconda edizione del bando per la concessione di contributi ai Comuni con meno di 5mila abitanti per iniziative di mobilità sostenibile e in particolare rivolte al cicloturismo, fra cui: iniziative di informazione e accompagnamento dei turisti/utenti sulla mobilità ciclabile con particolare attenzione alle possibilità di interscambio tra mezzi pubblici e biciclette; acquisto e/o noleggio di biciclette; noleggio di biciclette elettriche con pedalata assistita; noleggio di servizi di ricarica di veicoli elettrici; servizi di allacciamento e utenze elettriche.

Tesoretto da 50mila euro

Le risorse messe a bando complessivamente sono 50mila euro, ciascun Comune potrà avere un contributo a fondo perduto che va dai 3 ai 5mila euro e che deve rappresentare il 50% dell’importo totale del progetto, o nel caso di Comuni aggregati (tutti al di sotto dei 5mila abiatnti) dai 5 ai 10mila euro. Le attività previste dal progetto dovranno essere realizzate entro la fine di novembre 2019.

Leggi anche:  Speciale Mostra della Ceramica 2019 su Il Canavese in edicola questa settimana

Sviluppo rurale del territorio

“Lo sviluppo rurale del territorio” ha spiegato il consigliere delegato allo sviluppo montano e trasporti della Città metropolitana di Torino “deve nutrirsi anche di queste buone pratiche che vanno in direzione della sostenibilità ambientale e della green economy. Il cicloturismo, specie per i Comuni che sono vicini a mete turistiche, può contribuire allo sviluppo e alla valorizzazione del territorio, e va a rafforzare la strategia complessiva che la Città metropolitana sta perseguendo sul turismo di prossimità”. I soggetti interessati devono presentare domanda di contributo alla Città metropolitana di Torino – Direzione Sviluppo Rurale e Montano – Corso Inghilterra 7 – 10138 Torino – entro e non oltre il 31 luglio 2019 mediante Posta elettronica certificata PEC all’indirizzo: “protocollo@cert.cittametropolitana.torino.it”