Circuito Carnevali Storici Piemontesi, l’unione per costruire un progetto più grande di valorizzazione dei costumi e delle tradizioni.

Circuito Carnevali Storici Piemontesi

L’unione fa la forza. E’ quello che hanno pensato i direttivi dei quattro principali carnevali piemontesi: Carnevale di Borgosesia, Carnevale Storico di Chivasso, Storico Carnevale di Ivrea, Carnevale Storico di Santhià.

La proposta è quella di creare un circuito dei carnevali storici piemontesi. Questo a seguito anche del disegno di legge approvato alla Camera dei Deputati mercoledì 8 novembre 2017 e che attesta che il Carnevale italiano è patrimonio culturale e che quindi, come tale, può attingere ai contributi del MiBACT attraverso il FUS – Fondo Unico per lo Spettacolo dal vivo. Un traguardo importante che finalmente attesta il valore, anche economico, di una tradizione nobile.

Fonte economica e di turismo

Le quattro associazioni intendono chiedere infatti alla Regione il riconoscimento del Carnevale come bene culturale e patrimonio regionale al fine di evitare una dispersione delle antiche tradizioni che queste manifestazioni tramandano di anno in anno.

Leggi anche:  Settembre Casellese un fine settimana ricco di appuntamenti

Il carnevale rappresenta infatti per tutte queste realtà un momento di forte aggregazione, oltre essere ovviamente anche fonte di turismo e di sviluppo economico.

Incontri in Regione

Di tutto ciò i Presidenti delle quattro principali manifestazioni carnevalesche piemontesi hanno discusso con il Il Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte Mauro Laus. Il 27 dicembre prossimo poi incontreranno anche gli Assessori Antonella Parigi e Gianna Pentenero presso l’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte.