Ancora un grande successo per il «Concert dla Rua», il tradizionale concerto dei balconi, di scena a Pont Canavese nella serata di sabato 20 luglio con un’edizione ispirata al passaggio del «Giro d’Italia» a Pont.

Concert dla Rua

«La notte del Giro – Il giro del mondo in 80 note», a partire dalla popolare corsa ciclistica, transitata in paese lo scorso 24 maggio, ha proposto al numeroso pubblico intervenuto un programma di musiche che hanno spaziato tra i cinque continenti, proiettando nella via le immagini dei Paesi attraversati in questo entusiasmante viaggio musicale. Star della serata l’Accademia Filarmonica «Aldo Cortese», diretta dal maestro Gianluigi Petrarulo, che si è esibita sul palcoscenico sotto le stelle allestito in via Marconi, l’antica «rua», e sui balconi che si affacciano sulla strada, in un’atmosfera di grande suggestione.

La storia

Nato nella seconda metà dell’800 per iniziativa dei fratelli Laeuffeur, proprietari della manifattura tessile di Pont, il «Concert dla Rua» è stato ripreso per volontà del barone Mazzonis nei primi decenni del ‘900, e dopo anni di oblio, è stato riscoperto, a metà degli anni ’90, dall’associazione «Amis dla Rua», che lo organizza insieme alla banda, con la collaborazione del Comune di Pont e di tante associazioni pontesi. La manifestazione è cresciuta negli anni, diventando uno degli appuntamenti più attesi ed amati dell’estate musicale canavesana. Fiore all’occhiello del concerto è anche la cartolina d’autore che ogni anno lo celebra, associata ad uno speciale annullo filatelico, quest’anno disegnata dal giovane Lorenzo Lombardo.

Leggi anche:  Storico carnevale di Ivrea nominati gli aiutanti di campo

Consegnate le tradizionali borse di studio

Come da tradizione, durante il concerto, presentato da Franco Basolo e Daniela Colombatto, sono state assegnate anche le borse di studio destinate ad allievi particolarmente meritevoli dell’Istituto Comprensivo di Pont Canavese, intitolate alla memoria del professor Pietro Rastel Bogin, fondatore dell’associazione «Amis dla RuA». Quest’anno il riconoscimento è andato a Joana Andrea Grigorian per la scuola elementare ed a Sebastian De Luca per la scuola media. A consegnare le borse di studio la vedova del professore, Cecilia Videsott, e il figlio Carlo, presidente degli «Amis dla Rua». Moltissime le presenze istituzionali nel parterre del concerto: dal Console onorario delle Filippine Maria Grazia Cavallo, all’onorevole Francesca Bonomo, al consigliere regionale Mauro Fava, ai sindaci di Pont, Paolo Coppo, Cuorgnè, Beppe Pezzetto, Rivarolo, Alberto Rostagno e Colleretto Castelnuovo, Aldo Querio Gianetto.