Duecento commensali hanno invaso la sede delle penne nere di Leini per gustare la tipica cena alpina, a base di bagna cauda.

Duecento commensali

Successo di adesioni alla cena alpina, a base di bagna cauda, organizzata sabato scorso, 10 novembre, alla Baita Caviet di Leini. Duecento commensali hanno invaso la sede delle penne nere per gustare la tipica «crema» piemontese sapientemente preparata dai volontari. Durante la serata, alla quale hanno dovuto rinunciare in parecchi per i posti esauriti, il capogruppo Alessandro Gays ha preso la parola per descrivere i prossimi appuntamenti del sodalizio.

Prossimo appuntamento

Il primo, in ordine cronologico, sarà sabato 24 novembre con il Banco Alimentare: la raccolta di cibo per le famiglie indigenti che verrà effettuata presso i supermercati cittadini. Il 2 dicembre, invece, le penne nere cittadine prenderanno parte alla grande festa dei Babbo Natale che si ritroveranno di fronte all’ospedale Regina Margherita di Torino per stare vicini ai bambini malati e costretti a passare il Natale nei vari reparti.

Leggi anche:  “Nuto Revelli. Vita Guerre Libri” venerdì a Castellamonte la presentazione

E poi a gennaio…

Il 4 gennaio, ci sarà, in sede, il concerto del coro Ana Baita Caviet, di recente arricchito con l’inserimento di voci femminili. Domenica 6 gennaio, invece, si terrà la consueta assemblea dei soci, con la relazione annuale del capogruppo, a cui sono abbinati la Befana Alpina, con i doni ai figli dei soci, e la polentata concia con salsiaccia e costine. Un altro appuntamento culinario, quest’ultimo, molto gradito e atteso da numerosi leinicesi.