Domenica scorsa la fanfara Cantoirese ha celebrato Santa Cecilia, patrona della musica.

Fanfara Cantoirese e Santa Cecilia

La Fanfara Cantoirese domenica 2 dicembre ha festeggiato la patrona della musica Santa Cecilia. La giornata è iniziata con l’omaggio al Monumento dei Caduti ed è proseguita con la partecipazione alla santa messa nella chiesa parrocchiale che è stata celebrata da don Giancarlo Airola insieme a don Giuseppe Casalegno. Sul finire della messa la Fanfara ha suonato un brano in onore della Madonna.

Fanfara in concerto

In sfilata i musici con lo stendardo del sodalizio si sono trasferiti insieme a tutti i presenti nel salone delle feste, dove sotto la direzione del maestro Tino Ala hanno eseguito il concerto molto applaudito dal pubblico in sala. Dal palco la presentatrice Daniela Ala ha presentato i brani in scaletta. E per ricordare il centenario della grande Guerra sono stati presentati i brani “Monte Pasubio”, la “Canzone del Grappa” e “La campana di San Giusto” con gli arrangiamenti del maestro Donald Furlano. A conclusione del concerto non potevano mancare i graditi auguri natalizi formulati in musica dai componenti della Fanfara Cantoirese che hanno proposto “ Jingle Bells” e “Around the World” di Jerry Williams.

Leggi anche:  Rsa San Giuseppe di Agliè: tutto pronto per il tradizionale pranzo della Panissa

Il saluto del presidente

Il presidente del sodalizio bandistico, Nino Ala ha ringraziato tutte le autorità, il vicesindaco Franca Vivenza, la consigliera regionale Celestina Olivetti, il comandante della stazione dei Carabinieri di Chialamberto maresciallo Giancarlo Maimone, i rappresentanti delle bande musicali consorelle di Ala di Stura, Cantoira, Ceres, Lanzo, Mezzenile e Pessinetto, Traves, il Comitato Tradizioni Cantoiresi e il gruppo Folkloristico “Li Magna Chiti” e tutto il pubblico. Il maestro Tino Ala si è unito ai ringraziamenti elogiando la presentatrice e i suonatori della Fanfara per l’impegno dedicato alla preparazione del tradizionale concerto di Santa Cecilia