Si è svolta a fine giungno la processione del «Corpus Domini» che ha unito nuovamente le comunità di Favria ed Oglianico.

Processione del «Corpus Domini»

Non solo un momento liturgico importante, ma la volontà, in tale occasione, ancora una volta di dimostrare che certi campanilismi possono essere superati. La processione del «Corpus Domini», che si è svolta nella serata del 20 giugno scorso, ha unito nuovamente le comunità di Favria ed Oglianico le quali hanno preso parte in maniera numerosa ai momenti che si sono tenuti nella chiesa parrocchiale favriese, quindi lungo le strade dei due paesi ed infine nella piazza del Ricetto di Oglianico, luogo nel quale si è conclusa una serata intensa e partecipata.

Molte associazioni presenti

Ancora una volta tante le associazioni che si sono prodigate per la perfetta riuscita dell’iniziativa, che ha visto la presenza dei rappresentanti di entrambe le Amministrazioni comunali. Tra i gruppi che si sono impegnati come non ricordare gli Alpini di Favria, i quali hanno avuto l’onore di portare il baldacchino alla processione, preceduti dai bambini che hanno gettato petali di rosa lungo il percorso, ed i loro colleghi oglianicesi, i quali hanno avuto a loro volta il compito di accompagnare i rappresentanti ecclesiastici nel territorio di competenza. Il tutto insieme al coro ed alla popolazione, numerosa, delle due realtà altocanavesane. Una serata che ha unito e che ha trasmesso nuovamente un bel segnale, dimostrando che unendo le forze si posso certamente fare grandi cose assieme.