Gli accordi rivelati prosegue domenica 17 novembre al Teatro Giacosa di Ivrea.

Gli accordi rivelati

Domenica 17 novembre al Teatro Giacosa di Ivrea prosegue  gli accordi rivelati. Già protagonista nell’edizione 2016 della rassegna, tornerà a Ivrea lo Stratos Quartett (Katharina Englebrecht – violino, Magdalena Eber – viola, Jan Ryska – violoncello, Mari Sato – pianoforte), con un repertorio che spazia dal settecento beethoveniano alla contemporaneità di Gernot Wolfgang, passando dall’Ottocento firmato Richard Strauss. Un quartetto estremamente variegato come origini:
Katharina e Magdalena sono Austriache, Jan è nato in Repubblica Ceca e Mari è Nipponica.

Il repertorio

Il repertorio è studiato per esaltare al massimo le caratteristiche e le peculiarità dello Stratos Quartett, che in sei anni di vita e concerti ha saputo conquistare platee
e premi ovunque nel mondo: già nel settembre 2013, pochi mesi dopo la nascita, il quartetto conquistò il primo premio per la musica da camera nella ventesima edizione del 20° Concorso Internazionale Johannes Brahms di Pörtschach, in Austria. Da qual momento in poi, i successi e i riconoscimenti sono giunti tanto in Austria che all’estero: dall’Italia alla Polonia, sino agli USA.

Leggi anche:  Presepe diffuso per aiutare la parrocchia a pagare le bollette

Il programma

Domenica 17, per il loro atteso e graditissimo ritorno a Ivrea, suoneranno il Quartetto per pianoforte e archi Op. 16 di Beethoven, From Vienna with love di Gernot
Wolfgang e il Quartetto per pianoforte e archi Op. 13 diStrauss. Le due composizioni di Beethoven e Strauss sono frutto della loro epoca giovanile, ma in entrambi i casi già significative del linguaggio proprio del loro stile, già chiaramente definito. La serata di domenica 17 proporrà la consueta formula che prevede La “Guida all’ascolto” curata dal maestro Antonio Valentino alle 19, un apericena (nel foyer del Giacosa) alle 19.40 e il concerto alle 20.30.