Alla sfilata storica a Leini sono stati tanti i gruppi partecipanti, ben riuscita l’organizzazione dell’associazione Andrea Provana l’Ammiraglio.

Grande partecipazione alla sfilata storica a Leini

Un lungo scenografico corteo ha attraversato le vie del centro storico. La suggestiva ed emozionante sfilata, tenutasi sabato 21 settembre, ha visto la partecipazione di una ventina di gruppi storici multiepocali. Come in un grande museo all’aperto, i leinicesi hanno avuto modo di apprezzare le fatture dei capi di abbigliamento di epoche diverse di gruppi provenienti un po’ da tutto il Piemonte.

Molti i gruppi partecipanti

All’appuntamento, il primo in città, hanno partecipato: gli sbandieratori e musici di Mappano, Bicciolano e Bela Majin di Vercelli, Sciapa suc e la Regina dei Cari delle colline di Baldissero, la bela Furnasera e seguito della frazione Fornaci di Beinasco, Ciric e la Bela Giardinera di Borgaretto, L Cucumré e la Cucumrera di Borgaro, Re Marsapan e Regina Casoèla da Casalino, La Famija dj Bergé di Giaveno, i nobili del gruppo storico Porta Leonis Hyporegiae di Ivrea, Famia Pelacurdin con Munsù e madama cum i masnà e le frolere di San Raffaele Cimena, il Gruppo storico Piemonte 1798 di Torino Borgo Po, il gruppo storico militare di Carlo Emanuele II e il reggimento guardie di Venaria, il Conte Roberto e Perinzia con il seguito di Volpiano, la Castellata di Chiaverano, la compagnia delle Corazze del Duca di Savoja, i conti Bardassano, la Corte di Margherita di Savoia di Ciriè, Caselle e Lanzo, i Carabinieri storici con divise del 1896, 1906 e 1914, la Famija Setimeisa di Settimo Torinese, la Terra dei cavalli con i cavalieri del Conte Verde di Leini.

Leggi anche:  Domani a Robassomero la benedizione della Stura

Un evento ben orchestrato

La manifestazione, organizzata dall’associazione Andrea Provana l’Ammiraglio, ha visto anche la partecipazione attiva dei commercianti dell’associazione Centro Storico. Molti degli esercenti di via Carlo Alberto e di piazza Vittorio Emanuele II, oltre ad addobbare le loro vetrine, hanno anche indossato abiti riproducenti capi e vessilli di altre epoche. A salutare i vari gruppi in sfilata, oltre ai leinicesi, sono intervenuti anche diversi componenti dell’amministrazione comunale, tra cui il sindaco Renato Pittalis. La sicurezza dell’intero evento è stata garantita dall’associazione Nazionale Carabinieri di Leini e Settimo, dalla Polizia Municipale, dal gruppo comunale di Protezione civile, dalla Croce Rossa di Leini e dall’associazione nazionale Bersaglieri.