Il Ceresotto d’Oro 2019 si è svolto a Prascondù, una kermesse che ha dato vita a una sfida di ottimo profilo.

La festa religiosa

Una domenica davvero riuscita e speciale, dove tra momenti liturgici ed altri più «leggeri» i presenti hanno trascorso una giornata riuscita a pieno. E’ quella che si è tenuta presso il Santuario di Prascondù, nel territorio di Ribordone, nel corso della quale prima si è festeggiato il 400esimo anno dall’apparizione della Madonna. Un evento religioso che ha richiamato tanti credenti, i quali hanno preso parte anche alla Santa Messa che è servita pure a ricordare la figura del commendator Aurelio Ceresa.

Ceresotto d’Oro 2019

Nel pomeriggio, invece, spazio allo spettacolo ed alle sette note, con la 12esima edizione del «Ceresotto d’Oro». La kermesse canora che da sempre si svolge in località Ceresa, è «traslocata» nel 2019 a Prascondù proprio in vista di questo evento così importante. Appassionati del canto di ogni età si sono dati appuntamento in Valle, dando vita ad una sfida di ottimo profilo.

Leggi anche:  Festa a Prascondù per i 400 anni dall'apparizione della Madonna

Le premiazioni

A conquistare la prima piazza assoluta è stato la rivolese Elena Bassotto, che si è imposta con la canzone «My mind». Premio Simpatia a Massimiliano Tassone di Pavone, quello interpretazione è stato assegnato ad Alessio Gentili di Rivarolo, mentre quello della Critica è andato a Flaminia Boscolo di Pavone. Tre i premi speciali, che sono stati invece dati a Massimo Boscolo (Pavone), Stefania Trentinella (Cuneo) ed Angelo Dagrada (Cuceglio). Infine, il podio della Categoria 1 è stato completato da Debora e Denis Chiatellino (Grosso), Elisa Ghisetti (Pavone) e Federica Foglia (Quassolo).