Presentata questa mattina a Cuorgnè “La storia di Dana”, favola scritta da Maria Grazia Pezzetto che racconta la commovente storia della cagnolona Dana.

“La storia di Dana”

E’ stato presentato questa mattina in una ex chiesa della Santissima Trinità di Cuorgnè gremita di tanti bambini e ragazzi, il libro “La storia di Dana”, la favola scritta da Maria Grazia Pezzetto che racconta la storia della a bellissima cagnolona Dana, della sua padrona Sabrina Mannarino che l’ha cercata per 8 mesi e della bravissima guardia parco Raffaella Miravalle. È una storia che racconta quanto sia importante non smettere mai di credere ai propri sogni e desideri nella vita anche quando sembra tutto perduto. E soprattutto insegna che da soli non si fa nulla ma tutti insieme si possono realizzare cose magnifiche.

Il commento dell’assessore Cresto

“E’ una storia al femminile. Con 4 strepitose protagoniste tutte accomunate da un cuore grandissimo” ha commentato l’assessore alla cultura Giovanna Cresto, presente insieme al sindaco Beppe Pezzetto.

La trama

Una assolata domenica pomeriggio di primavera, a Ceresole Reale, una piccola cagnetta labrador, Dana, fugge verso la montagna, spaventata dal rombo di un gruppo di motociclette in arrivo. Non torna nè quel pomeriggio, nè nei giorni seguenti. Nonostante le incessanti ricerche, Dana non si trova. Per molto tempo, ogni fine settimana, la sua proprietaria, aiutata dagli amici, dai guardaparco, dagli operai della diga e dagli abitanti del luogo, cerca inutilmente traccia della cagnetta. Dopo otto lunghi mesi, nei quali mai si è persa la speranza, Dana viene ritrovata da una guardaparco e riconsegnata alla famiglia.
Dove è stata Dana? Cosa le è successo? Come ha potuto sopravvivere sola, in alta montagna, per tutto questo tempo?
Da un avvenimento reale nasce questa storia di pura fantasia che vuole sottolineare come possa essere profondo l’affetto tra l’uomo e il cane e come questo legame non si affievolisca neppure dopo un lungo periodo di lontananza.

"La storia di Dana", la favola della cagnolona che si perse nel parco del Gran Paradiso