Ancora un edizione con numeri da record, in una medieval location, con una due giorni a tutto Lego che ha attratto quasi 5000 visitatori. Il San Giorgio Canavese Brick Expo ha confermato il successo di una manifestazione ormai conosciuta anche oltre i confini regionali.

Universo Lego a San Giorgio

Il castello dei Biandrate a San Giorgio, che ha ospitato la settima edizione dell’iniziativa, è stato letteralmente preso d’assalto da curiosi e appassionati di Lego. Il percorso ha proposto una vera e proprio full immersion nel mondo dei «mattoncini» fra parco del castello e sale interne al pianterreno. Con spettacoli, animazione, personaggi in costume ed area giochi per i più piccoli. Una passione senza età. Tanti i «gioiellini» in mostra a San Giorgio: dai tram di Torino ai castelli, dai veicoli d’ogni tipo alla fotografia costruttiva coi lego protagonisti nei tanti fotogrammi esposti. Da segnalare la Fortezza dei Curdi.

Creazioni meravigliose

Stupore ha creato la Roccia dei Templari, con 90.000 pezzi in 18 sezioni, lavoro iniziato nel gennaio 2016 e proveniente da Collegno. In una delle sale, la magia del mondo della Walt Disney fra personaggi e castelli, torri e trenini. Ha fatto il suo ritorno da Tortona anche uno degli scenari con più componenti assemblati: il Villaggio di Babbo Natale che conta 110.000 pezzi, 1.167 mini figures, 350 elfi e 190 abeti. Tanto lavoro e tanta soddisfazione da parte del gruppo sangiorgese di appassionati: «Questa per noi è come un nuovo evento – sostiene Alessandro Nardi – , una nuova location che aveva altri spazi da realizzare ed un’organizzazione differente rispetto al passato. Già tempo addietro avevamo pensato al castello, ma per un motivo o un altro non si era concretizzata l’idea. Poi, grazie alla disponibilità dei gestori, quest’anno abbiamo cambiato lo scenario dove abbiamo ampliato la zona dedicata a fumetti e giochi da tavolo in un’area di 10×30 metri. Abbiamo anche confermato il modellismo statico e dinamico, l’area game e retro game, col gioco del torneo Fifa 2019. E poi i cosplayer, i concorsi per le scuole, il modellismo ferroviario da Biella. Tante le provenienze, dove segnalo la collaborazione col Gruppo Piemonte Brick che ha supportato l’area giochi per i bambini, il gruppo proveniente dalla Liguria, quello dalla Valtellina, le tante presenze dalla Lombardia. Come in passato, anche dall’estero: un italo francese da Montecarlo che ha proposto il castello del Krak».

Leggi anche:  A Favria la Castagnata organizzata da Pro loco e Comune vince contro la pioggia

Evento di successo

Tanti espositori, ben sessanta nel solo lego, con il Gruppo del Softair (una quindicina in divisa da marines) e quello medievale di tamburi provenienti dal Torneo di Maggio di Cuorgnè, in un area espositiva di almeno 5.000 metri quadrati e 200 figuranti: «La nostra è una realtà consolidata – conclude Nardi – , di successo, e questo ci gratifica dal tanto lavoro. Segnalo ancora la presenza del Gruppo Italico Garrison di Star Wars riconosciuto dalla stessa Walt Disney. Il mio grazie va indistintamente a tutti: comune, partecipanti, sponsor, volontari. E a tutte quelle persone comuni che ci aiutano volentieri e che per noi sono veramente importanti».