Liceo Artistico Faccio di Castellamonte, gli allievi di quarta hanno aderito, insieme ai colleghi del Liceo Aldo Moro e della Santissima Annunziata di Rivarolo Canavese, sul “treno della memoria”.

Liceo Artistico Faccio e la storia

Dieci ragazzi del Liceo Artistico Faccio di Castellamonte partecipano  al progetto il Treno della memoria. L’iniziativa infatti è stata realizzata con il contributo del Comune di Castellamonte, del sindaco, Pasquale Mazza, e dell’assessore alla cultura Patrizia Addis. Gli studenti partiranno lunedì 19 febbraio e ritorneranno martedì 27 febbraio. Passeranno quindi per Praga, dove visiteranno Terezin e Lidice. Mentre faranno tappa a Cracovia dove visiteranno il ghetto, la fabbrica di Schindler, i campi di Auschwitz e di Birkenau.

Il Treno della memoria

Per la decina di allievi del Liceo Artistico Faccio sarà un’esperienza collettiva unica. Un viaggio destinato infatti a trasformarsi in un virtuoso circuito di cittadinanza attiva. I ragazzi saranno accompagnati dal professore Marco Cacciatore e dagli educatori dell’associazione Il Treno della memoria, Chiara Sarri e Flavio Del Zotto. A ciascun gruppo educativo sono stati infatti affiancati due o più educatori. Con loro si sono svolte soprattutto attività propedeutiche al viaggio stesso.

Leggi anche:  Una fiaba per la montagna, ecco i vincitori 2019

Cittadini attivi

Il progetto ha come referente del Liceo Artistico Faccio, la professoressa Piera Giordano. “Gli studenti – spiegano dalla storica scuola di Castellamonte – si sono assunti il compito di farsi loro stessi memoria della Shoah. E quindi di trasmetterla agli altri compagni. In modo che  il ricordo dello sterminio del popolo ebraico e della persecuzione dei deportati militari e politici e degli oppositori al regime nazista si trasformi in un impegno consapevole e quotidiano contro il pregiudizio e il razzismo”.