Lions Club Alto Canavese nel primo meeting di novembre ha ricordato l’imprenditore castellamontese.

Lions Club Alto Canavese in ricordo di Sunino

Per non dimenticare. Il Lions Club Alto Canavese dedica ogni anno il primo meeting di novembre alla memoria dei soci scomparsi. L’incontro è stato preceduto da una santa messa, celebrata nella chiesa dei santissimi Pietro e Paolo di Castellamonte dal parroco Don Angelo Bianchi. Il meeting di quest’anno ha, quindi, riunito in interclub i due Lions Club operanti in zona. Si tratta, infatti, dell’Alto Canavese ed il Rivarolo Canavese Occidentale, per ricordare in particolare la figura di Carlo Sunino, lions e grande imprenditore, recentemente scomparso. I soci Lions si sono riuniti intorno ai familiari del compianto Carlo per ricordarne la figura, presso la sede sociale del club, il ristorante Tre Re di Castellamonte.

Opuscolo commemorativo

Come da tradizione, infatti, il Lions Club Alto Canavese ha pubblicare in memoria un ricordo in forma di opuscolo che traccia la figura non solo lionistica, ma anche umana ed imprenditoriale dei soci appena scomparsi. La pubblicazione, quindi, è stata magistralmente curata dai soci lions Carlo Demarchi e Roberto Favero. Il libro è stato realizzato e stampato a cura della tipografia Baima & Ronchetti di Castellamonte, in modo da essere distribuito a tutti i presenti alla serata di commemorazione. Alla serata ha partecipato la famiglia Sunino, presente al completo, a cominciare dalla vedova Signora Idelba, accompagnata dai figli Laura e Paolo con i rispettivi consorti ed i loro figli.

Leggi anche:  Campagna di Crowndfunding per Tecnologic@mente

Al servizio della sua città

Un grande applauso ha sottolineato l’apprezzamento di tutti verso la figura di un grande uomo che è riuscito ad essere anche un grande lions. Carlo Sunino entra nel Lions Club Alto Canavese nel 1976. Quindi, è presidente nel 1985-86. E’ presidente di Zona nel 1988-89. Viene insignito per meriti lionistici della più alta onorificenza nel 2006, il MJF. Infine il club lo nomina Socio Onorario nel 2010. L’attività imprenditoriale è nota e visibile nella sua città, Castellamonte. Qui, infatti, le aziende di famiglia sono ora riunite in un unico grande insediamento in via Casari. Un percorso straordinario partito nel 1947 dalla segheria di famiglia. A dimostrare anche l’attaccamento alla sua città, invece, una testimonianza duratura: il Monumento alla Stufa in Piazza della Repubblica. Destinato a rimanere incompiuto viene portato a termine grazie all’interessamento ed al contributo proprio di Carlo Sunino, che lo dona simbolicamente alla città nel 2008, in occasione del quarantennale della Plasticlegno.