Bilancio positivo per interessante laboratorio «Mani in pasta» che, lo scorso marzo, ha coinvolto i 18 piccoli studenti di Montalenghe partecipanti al progetto didattico.

Mani in pasta

I «baby» alunni della scuola dell’Infanzia di Montalenghe si sono trasformati in pizzaioli per un giorno. Tutto merito dell’interessante laboratorio «Mani in pasta» che, lo scorso marzo, ha coinvolto i 18 piccoli studenti partecipanti al progetto didattico con la premurosa presenza accanto loro delle maestre Luisella e Patrizia. Questo nell’ambito del progetto portato avanti quest’anno scolastico dal plesso ed intitolato «Un miglio al giorno», finalizzato alla salute ed al benessere dei bambini stessi.

Infanzia di Montalenghe

Il laboratorio «Mani in pasta» è ben riuscito. Un’iniziativa divertente con la presenza degli esperti pizzaioli Francesco Bellocchio e la moglie Teresa Tortora, da alcuni anni residenti in paese e gestori d’un locale in Valle di Lanzo. La coppia di chef, tra farina e simpatici momenti, hanno fatto una dimostrazione pratica di come preparare la pizza assieme a loro.

Leggi anche:  Crisi Comdata verso altri sei mesi di solidarietà. Un nuovo tavolo di crisi?

Baby pizzaioli

«Ogni bambino – raccontano le insegnanti – , con la propria ciotola, mattarello e teglia, si è cimentato a preparare, con gli ingredienti forniti dal pizzaiolo stesso, una deliziosa pizza a forma di Topolino. La preparazione si è svolta in due fasi della giornata scolastica e a conclusione ogni bambino ha portato a casa questi piccoli capolavori. É stata un’attività molto gradita dai bambini, che impegnati ed entusiasti si sono improvvisati pizzaioli per un giorno». Per loro, una giornata che è stata un momento di crescita ed apprendimento, vedendo e provando come si fa una buona pizza come preparata in casa.