Montalenghe in festa, è più che positivo il bilancio dell’appena conclusa Patronale andata in scena sotto il segno della tradizione con serate dedicate alla buona cucina e musica da ballo.

Montalenghe in festa con la Patronale

Una Patronale nel segno della tradizione, con ben quattro serate dedicate alla buona cucina ed alla musica da ballo. Organizzata come di consueto dalla Pro loco, nella location di piazza XXV Aprile al fianco del nuovo palazzetto (ancora in attesa di essere ufficialmente aperto ed usufruito per le associazioni del paese), il buon tempo ha favorito la kermesse. Montalenghe in festa coi balli che hanno attirato tanti appassionati. Con le orchestre che si sono susseguite a proporre ogni genere musicale: dal liscio al revival ai successi di ogni tempo.

Pro loco promossa con lode

Molto lavoro per i solerti volontari della Pro loco. Un plauso speciale ai numerosi e operosi giovani nelle sua fila che sono emblema per le future feste che da anni. Grazie al loro encomiabile impegno per Montalenghe in festa, il paese si è animato. Attirando tanta gente da tutto il comprensorio. Anche la domenica sera ed il lunedì, giorno di chiusura, le presenze non sono mancate. Fra questi il primo cittadino Valerio Grosso ed il parroco padre Mario. Ultimo giorno che ha visto alla fine altri 180 coperti sotto le tende del padiglione a brindare e trascorrere in buona compagnia qualche ora, col temporale che è sceso copioso quando oramai si erano spente le luci e gli avventori rientravano a casa.

Leggi anche:  Il Team "Eeh... ma il Pandone" partito alla conquista del Mongol rally 2018

I vincitori del concorso

Una Montalenghe in festa ha anche applaudito i vincitori del concorso “in fiore” legato al paese. Con le ultime note del duo Bruno e Giuseppe che hanno animato le tavolate, sono stati premiati i migliori partecipanti del contest “artistico floreale”, legato a Montalenghe. Sono stati giudicati in ogni aspetto (creatività, cura, aspetto esteriore) dall’esperto Nicola Martielli, titolare d’un negozio di fiori in Caluso. Vincitrice è risultata Lisa Tessitore. Secondi a pari merito Nuccelli Alidiana e Berta Marisa che ha deciso di devolvere il premio alle scuole. Terzi a pari merito Cristiano Gabriella e Meinardi Roberta.