Gli organizzatori dell’attesa Mostra della Ceramica canavesana sono al lavoro per organizzare una rassegna di livello. Nello scorso week-end, il sindaco castellamontese, Pasquale Mazza, l’assessore, Marco Bernardi Ghisla, e il consigliere delegato, Claudio Bethaz, sono stati in visita istituzionale a Faenza.

Mostra della Ceramica 2019

Sta nascendo una kermesse da esportazione. La Mostra della Ceramica di Castellamonte si prepara a tagliare il prestigioso traguardo delle 59 edizioni. La rassegna riparte dagli ottimi numeri collezionati nella passata annata, che ha portato in paese tanti appassionati e semplici visitatori, e da alcune importanti novità. Gli organizzatori dell’attesa kermesse artistica canavesana sono al lavoro per organizzare una rassegna di livello. Nello scorso week-end, il sindaco castellamontese, Pasquale Mazza, l’assessore, Marco Bernardi Ghisla, e il consigliere delegato, Claudio Bethaz, sono stati in visita istituzionale a Faenza, capofila delle città della ceramica d’Italia.

Alla scoperta del sistema ceramico di Faenza

Il viaggio in Emilia Romagna ha permesso alla delegazione di Castellamonte di rafforzare i rapporti e collaborare nello sviluppo della lavorazione della terra rossa. Grazie al vicesindaco e presidente AiCC Massimo Isola che ci ha fatto da guida – hanno spiegato gli amministratori castellamontesi in vista della Mostra della Ceramica 2019 – E’ stata una importante occasione d visitare una città punta di diamante della tecnologia produttiva industriale e artigianale di materiali ceramici, approfondendo il funzionamento del sistema ceramico faentino”.

Leggi anche:  Festa della Protezione Civile a Oglianico | FOTO

Anticipo sul calendario

La Mostra della Ceramica è in programma in estate dal 20 luglio al 4 agosto 2019. Un leggero, ma significativo anticipo rispetto al periodo dell’edizione 2018 andata in scena dal 18 agosto al 2 settembre. Sull’onda lunga del successo del contest dell’anno passato, l’assessorato alla cultura e il curatore dell’evento, Giuseppe Bertero, concedono il «bis» con il concorso “Cermics in love” con il dichiarato intento di «valorizzare l’arte ceramica in tutte le sue tecniche e destinazioni d’uso, dal design all’artigianato, e di promuovere il territorio di Castellamonte, cercando di dare un forte rilancio al settore della ceramica».