Parco Naturale dei Cinque Laghi di Ivrea: Città Metropolitana e comuni interessati sono al lavoro per definirne la gestione.

Parco Naturale dei Cinque Laghi di Ivrea

I sindaci di Borgofranco d’Ivrea, Cascinette, Chiaverano, Ivrea e Montalto Dora hanno raggiunto un accordo sul progetto di costituzione del Parco naturale dei Cinque Laghi di Ivrea, che comprenderà gli specchi d’acqua San Michele, Sirio, di Campagna, Pistono e Nero. È una iniziativa importante per il rilancio del territorio e delle sue bellezze naturali, che avrà positive ricadute in termini turistici e di attività economiche.

L’iter procedurale

Il progetto ha già avuto il consenso della Regione Piemonte e della Città Metropolitana di Torino, che sarà l’Ente gestore del parco, come già avviene per le altre aree protette del territorio.

La proposta di protocollo d’intesa messa a punto dalla Direzione sistemi naturali della Città Metropolitana verrà sottoposta all’approvazione dei Consigli comunali interessati. Della perimetrazione dell’area del parco, della definizione degli obiettivi, dei contenuti e delle modalità di gestione si occuperà un gruppo di lavoro composto da rappresentanti dei cinque Comuni e della Città Metropolitana. L’attività del gruppo sarà aperta ai contributi di cittadini e associazioni del territorio, con l’obiettivo di elaborare la proposta definitiva da sottoporre alla Regione.

Leggi anche:  San Vittorio in archivio la patronale

Il ruolo della Città Metropolitana

“In caso di approvazione della legge istitutiva da parte della Regione Piemonte, – spiega Barbara Azzarà, Consigliera metropolitana delegata ad ambiente e vigilanza ambientale – il parco dei Cinque Laghi di Ivrea entrerà a pieno titolo nella Rete Ecologica Regionale, nel Sistema regionale delle Aree protette del Piemonte e nel Sistema delle Aree protette gestite dalla Città Metropolitana”.
L’Ente di area vasta assicurerà le funzioni tecnico-professionali, ispettive, di vigilanza, di consulenza, studio e ricerca. Provvederà alle attestazioni, certificazioni, comunicazioni, diffide, verbali, autenticazioni e legalizzazioni e ad ogni altro atto che costituisce una manifestazione di giudizio e conoscenza. La Città Metropolitana sosterrà le associazioni e le organizzazioni di volontariato che hanno come fini statutari o come oggetto sociale obiettivi analoghi e non contrastanti con le finalità del parco, favorendone l’accesso alle strutture e ai servizi.

Il territorio

I Cinque Laghi della Serra – Sirio, Pistono, Nero, di Campagna, San Michele – sono sparsi su un’area di circa 10 Km quadrati intorno alla città di Ivrea.