Passeggiata enogastronomica riuscita a pieno a Pont Canavese. Riscontri da recor per la seconda edizione.

Passeggiata enogastronomica riuscita a pieno a Pont Canavese

Nonostante il brutto scherzo giocato dal maltempo, che ha fatto slittare di due settimane l’appuntamento, la «Passeggiata enogastronomica tra gusto storia» di Pont Canavese è stata un successone. Addirittura, c’è stato un ulteriore aumento di interesse di pubblico rispetto alla prima edizione dello scorso anno.

Oltre trecento le persone che vi hanno partecipato

Oltre trecento infatti sono stati i partecipanti, provenienti dal Piemonte e non solo. Il percorso ha preso il via dal Prà del Bacio, in borgata Doblazio, e attraverso otto tappe, disseminate su circa 9 chilometri, ha permesso di far conoscere ai partecipanti luoghi affascinanti e incontaminati del territorio pontese.

Un grazie speciale alle associzioni locali

Un plauso va agli organizzatori, alle associazioni locali, cioè Amici Prà dal Bacio, Canteir, Tira pere, Alpini sezione Pont, Sci club, Centro anziani, Direttivo Somos (società operaia), Fidas, Associazione Tellanda, AIB, Croce Rossa, nonché ai tanti volontari e borghigiani che hanno addobbato ogni angolo visitato. In questo modo hanno permesso di riscoprire pure attrezzi antichi e scorci dimenticati.

Leggi anche:  Pro loco Lombardore e Telethon per sostenere la ricerca sulle malattie rare

Anche don Aldo ha dato il suo contributo

Infine, doveroso il grazie a Don Aldo ed ai custodi delle chiese delle frazioni. Nessuno si è lasciato scoraggiare dall’intoppo di domenica 17 e tutti hanno saputo riorganizzarsi in tempi record ed accompagnare con passione ed entusiasmo i partecipanti attraverso un viaggio nella storia e nel gusto di Pont Canavese. L’appuntamento è per il prossimo anno.