Lavori in corso per la nuova pinacoteca a Rivara. Uno spazio culturale realizzato anche grazie alla collaborazione con la Gam di Torino.

Pinacoteca a Rivara

La realtà rivarese, da sempre, è profondamente legata al mondo della cultura e, in maniera particolare, a quello della pittura. Tanto, infatti, da vantare una «scuola» tutta sua, movimento che affonda le proprie radici intorno alla seconda metà del 1800. Ebbene, nel prossimo futuro questo legame sarà ancora più forte, grazie alla realizzazione di una pinacoteca che diventerà uno dei fiori all’occhiello non solo del territorio canavesano, ma sicuramente piemontese.

Nuovo Gal

Tutto ciò si ricollega ai lavori che in queste settimane stanno interessando la zona di Villa Ogliani, dove sorge il Municipio. Nella struttura che sino a qualche mese fa ospitava la posta è in atto una ristrutturazione, al fine di ospitare i nuovi uffici del Gal. E proprio nell’attuale sede di quest’ultima realtà prossimamente sarà realizzata la pinacoteca.

Spazio culturale

«Non possiamo che essere felici di tale progetto, che stiamo conducendo in porto grazie al fondamentale supporto di Torino Musei e della Compagnia di San Paolo – spiega il sindaco rivarese, Gianluca Quarelli – Lo spostamento del Gal ed il progetto che riguarda il recupero e la ristrutturazione dell’ex ufficio postale stanno proseguendo alacremente, in maniera da avere uno spazio più ampio ed adeguato ai servizi proposti. Allo stesso tempo, in parallelo, abbiamo lavorato affinché all’interno di Villa Ogliani potesse nascere uno spazio culturale, anche di tutto rispetto».

Leggi anche:  Rivara: basta scontri all'incrocio, arriva il semaforo intelligente

Arriva la Gam

E così sarà, visto che a collaborare direttamente nell’allestimento della pinacoteca canavesana ci sarà la «Gam» di Torino, una delle realtà di maggior interesse che opera nel capoluogo. «Stiamo parlando di un investimento da 120mila euro, comprensivo di tutti passaggi necessari per l’organizzazione della pinacoteca, della guardiania e l’allestimento di iniziative e manifestazioni che riguarderanno questo nuovo spazio». Per una cittadina che, come anticipato, ha da sempre un rapporto importante con il mondo della cultura, tutto ciò risulterà essere un punto di riferimento per il territorio e anche per lo sviluppo del turismo: «Crediamo fortemente nelle potenzialità di un progetto di questo tipo e siamo ben lieti che chi sta collaborando abbia compreso a pieno la portata di quanto stiamo realizzando».