Sabato 9 febbraio 2019 ore 20.45 al Teatro di Bosconero in scena Giulia Pont con lo spettacolo “Effetti indesiderati anche gravi”.

Effetti indesiderati anche gravi

Giulia Pont, una delle più apprezzate interpreti del teatro comico torinese, arriva a Bosconero sabato 9 febbraio con lo spettacolo accolto con entusiasmo nella scorsa stagione del Teatro Stabile di Torino: Effetti indesiderati anche gravi. Dopo il sorprendente successo del monologo Ti lascio perché ho finito l’Ossitocina presentato in oltre 100 repliche in tutta Italia, nel suo secondo spettacolo Giulia Pont torna sui temi delle relazioni amorose riproponendo il suo punto di vista originale e squisitamente femminile. Sul palco insieme a lei l’eclettico attore Lorenzo De Iacovo.

Giulia Pont in scena

Effetti indesiderati anche gravi è una “commedia fantascientifica”, ambientata in un prossimo futuro in cui i vaccini obbligatori hanno debellato tutte le malattie considerate pericolose,  tra cui l’Amore. Un mondo senza distrazioni, votato all’efficienza, dove l’unica compagnia è quella di intelligenze artificiali con le quali ingaggiare dialoghi ricchi di equivoci e di reciproche incomprensioni. In questa realtà, un po’ Black Mirror un po’ black comedy, la giovane protagonista L. si trova vittima di strani sintomi, che si presentano da quando un ragazzo particolarmente avvenente si è trasferito nell’appartamento accanto al suo. Sospettando di aver contratto l’Amore, anche a causa della sua famiglia di no-vax, L. intraprenderà un viaggio tra le storie d’amore più celebri della letteratura di tutti i tempi, cercando di riscoprire la natura di questa passione dimenticata.

Leggi anche:  25 aprile a Ivrea tantissimi eventi per la Festa della Liberazione

Dissimilis 2

Uno spettacolo esilarante e dall’ironia corrosiva, scritto a quattro mani con il drammaturgo canavesano Corrado Trione, che attraverso continui e spiazzanti richiami all’attualità è una parodia del tempo presente e dei suoi riferimenti culturali. Effetti indesiderati anche gravi è però anche una storia che racconta con umorismo l’esperienza della diversità, del sentirsi isolati in un mondo di cui non si comprendono le regole. L’appuntamento fa parte della rassegna Dissimilis2, curata da Compagnia NuoveForme e Fondazione Piemonte dal Vivo, che nella prima parte della stagione ha già portato suil palco di Bosconero interpreti del calibro di Ettore Bassi, Ugo Dighero e I Mammuth.