Premiata Viù il 16 novembre scorso a Roma. Il premio è realizzato dall’Editore dell’Anna.

Premiata Viù tra le 100 mete d’Italia

Si è svolta giovedì 16 novembre, a Roma, a Palazzo Madama la premiazione del concorso “Le 100 mete d’Italia”. Il premio, consegnato al sindaco Daniela Majrano, che ha proposto la candidatura di Viù per l’inserimento nelle 100 mete d’Italia, è sicuramente frutto di un grande lavoro di squadra. Un impegno corale che ha visto all’opera tutti i giovani del gruppo bob-kart Viù.  Impegno condiviso anche dalla Pro Loco, e tutti i sodalizi locali, l’Amministrazione comunale e  l’intero paese.

Il premio

Il premio realizzato dall’Editore dell’Anna con il Patrocinio del Senato della Repubblica, del Ministero degli Affari Esteri, dello Sviluppo Economico, del Lavoro e delle Politiche Sociali, dei Beni e delle Attività Culturali, dell’Ambiente, delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, del CONI, di Legambiente, del MIUR e dell’ANCI, è collegato a un viaggio attraverso la penisola italiana. Dieci le essenze floreali e le categorie, per indicare una peculiarità del territorio italiano, dalla valorizzazione del patrimonio artistico a quella dei prodotti enogastronomici; dall’innovazione alla promozione della legalità; dalle attività di ricostruzione a seguito di una calamità naturale all’inclusione sociale; dalla valorizzazione delle attività sportive alle politiche di tutela ambientale.

Leggi anche:  Lorenzo Barberis in mostra al Cantiere delle arti di Castellamonte

Al bando hanno dunque partecipato oltre mille comuni. All’interno di ogni categoria sono state selezionate una decina di eccellenze che sono andate a comporre la rosa delle 100 mete d’Italia. A queste oltre al Diploma consegnato a Roma, sarà concesso l’inserimento in un volume che verrà distribuito e sarà consultabile presso i maggiori punti di accoglienza turistica nazionale.

Categoria Giacinto

Viù è stata inserita nella categoria Giacinto, il fiore profumatissimo e colorato che richiama lo spirito giocoso, sinonimo dell’allegria e solarità delle attività sportive. L’inserimento di Viù in questa categoria è stato determinato dall’intensa attività svolta nell’ambito dello “speed-down”. Infatti proprio grazie a questa attività quest’anno si è arrivati all’assegnazione del 35° Campionato Europeo. Si è detta dunque soddisfatta Daniela Majrano:”E’ stato sicuramente un onore, oltre che un’emozione, essere chiamati a far parte di questo esiguo numero di centri prestigiosi, in gran parte più strutturati, soprattutto per questioni numeriche, di un piccolo comune montano, di circa 1000 abitanti”.