Il Borgiallo Blues Festival è arrivato alla settima edizione e come tutti gli anni la musica blues sarà protagonista per un’intera giornata nel piccolo paese della Valle Sacra.

Borgiallo Blues Festival

L’appuntamento con la settima edizione del Borgiallo Blues Festival è sabato prossimo, 13 luglio 2019. Saranno due le location, entrambe ovviamente a Borgiallo: in via Cigliana dalle ore 16.00 alle ore 19.00 e a seguire in Piazza Severino Trucano per i concerti sul palco.

Il programma pomeridiano

Dato il successo dello scorso anno e il numero di partecipanti che ha superato quota 1000 durante l’intera giornata, l’associazione culturale Diversa-Mente, che organizza il festival, ha deciso di mantenere le stesse attività, aggiungendo qualche piccola novità.
Dal pomeriggio ci saranno diverse attività adatte a tutti: un mercatino di prodotti tipici del territorio e di vinili, artisti di strada come Mister Uapa per intrattenere anche i più piccoli e i Black Shout che suoneranno nella piazzetta del paese. Alle ore 18,00 Riccardo Bertoncelli, famoso giornalista e critico musicale, presenterà il suo ultimo libro “1969. Da Abbey Road a Woodstock” edito da Giunti. Promosso anche dalla Libreria Ubik di Ciriè, sarà un’ottima occasione per ascoltare aneddoti su un anno fondamentale sia per la musica che per la società.

I concerti

Il festival si sposterà poi sul palco che ospiterà 4 gruppi musicali mentre per tutto il giorno sarà attivo il servizio bar e cucina, anche grazie all’aiuto della Proloco di Borgiallo.
I primi a salire sul palco saranno i Downtown Duo, coppia artistica che coniuga la grintosa voce di Linda con i ritmi della chitarra acustica di Davide. Seguiranno i Hoochie Coochie, una nuova band nata da poco e con tanta voglia di farsi conoscere. Suoneranno poi gli Electric Ballroom, gruppo biellese con all’attivo concerti in tutta Italia ed una turneè nel Regno Unito. Infine sarà la volta dell’ospite internazionale, direttamente dall’Inghilterra: Todd Sharpville accompagnato dalla Vincent Petrone Blues Band. Todd Sharpville, soprannominato il primo bluesman a sangue blu della storia, discendente di una nobile famiglia inglese, è chitarrista, cantante ed autore. Nel 1995 ha vinto il premio come “Miglior chitarrista in UK” e da quel momento è entrato a far parte dei grandi nomi del blues a livello internazionale. Ha suonato con artisti come B.B. King e Joe Cocker ma anche Robbie Williams e Brian May.
Per concludere il festival dopo la mezzanotte oltre alla consueta e sempre apprezzata jam session libera a tutti nel locale La Piola, si potrà ancora rimanere sotto il palco per un dj-set dai suono “Rhythm & Blues”.

Leggi anche:  Stember al Zerb: un successo il concorso San Giusto in fiore

Per contatti: Caterina Beda – tel 339.8168955 – mail caterina.beda@gmail.com