La piccola ma vivace frazione di Cortereggio, a San Giorgo Canavese, ha festeggiato nel migliore dei modi possibili la ricorrenza di Sant’Antonio abate.

Sant’Antonio Abate

La ricorrenza di Sant’Antonio abate è trascorsa in frazione Cortereggio fra riti religiosi e momento di convivialità. Nella Messa del mattino, celebrata da don Mario Viano, sono stati distribuiti simbolicamente come da lunga tradizione pezzi di pane fra i fedeli. Al salone Armando Boggio, la domenica è trascorsa allegramente, con le tavolate imbandite ed alla presenza di almeno 150 commensali provenienti anche dai paesi limitrofi.

Cortereggio

Gradita presenza di don Massimiliano, con Ivano Rean Conto che ha portato i saluti a nome dell’amministrazione, annunciando anche due buone notizie per Cortereggio: «Prossimamente verranno riqualificate le zone davanti al salone ed al risto-pub, con rialzi nella strada e sistemazione della piazza. In un lotto successivo, i lavori interesseranno anche il parco giochi e le bocce. Inoltre, visti i danni apportati dal torrente Orco lo scorso novembre, il comune ha stanziato fondi per uno studio idrogeologico i cui risultati verranno portati in Regione. Per una battaglia che ci sta a cuore a favore di difese spondali del torrente ed eventuali nuovi danni a causa di esondazioni».

Leggi anche:  San Giorgio: sabato 29 giugno la finalissima del Festival Canoro

Gruppo anziani

Durante i festeggiamenti per Sant’Antonio abate ha preso la parola anche il presidente del Gruppo anziani santa Lucina, Marina Bertino, che successivamente ha premiato con delle targhe due soci neo ottantenni quale «gradita occasione per esprimere la nostra sincera amicizia»: Domenico Defilippi (nato il 30 novembre 1938) e Carolina Boggio (assente, a cui verrà consegnata la targa successivamente). E poi ricordato fra gli applausi i compleanni del vice presidente Candida Boggio (68 anni) e della segretaria Silvia Truccano (35). Grande soddisfazione espressa dagli organizzatori per la riuscita dell’evento.