Sono parititi a Castellamonte i lavori di sistemazione del tetto di uno degli edifici simbolo della città della ceramica. Si rifà il look palazzo Botton.

Al via i lavori a palazzo Botton

Cambia look uno dei punti espositivi principali della prossima 59esima edizione della Mostra della Ceramica di Castellamonte: palazzo Botton. Da Castellamonte arrivano importanti novità sullo storico edificio, che sovrasta piazza Vittorio Veneto. Il Ministero, attraverso la Soprintendenza ai beni culturali, aveva previsto a febbraio 2018 lo stanziamento di 200mila euro per la sistemazione del tetto del caratteristico stabile. Lunedì 20 maggio sono finalmente partite le opere di restyling.

Sistemazione del tetto

Il maquillage sarà realizzato da Co.ge.fa, che ha già partecipato alla realizzazione del progetto di “Nuvola”, la nuova sede-museo della Lavazza a Torino. Si tratta di un intervento importante per la città della ceramica, come spiegano il sindaco, Pasquale Mazza, e il consigliere, Claudio Bethaz: “I lavori di rifacimento della copertura, finanziati dal Ministero e gestiti dalla Soprintendenza, non avranno ripercussioni per lo svolgimento della prossima Mostra della Ceramica e nemmeno per lo svolgimento di “Alchemiche iperpiramidi” attualmente in corso a Palazzo Botton con l’esposizione delle installazioni di strutture in ceramica nate dalla fantasia dagli artisti Giacomo Lusso e Carlo Sipsz. Viene infatti garantita la passerella d’accesso al piano terreno dell’edificio per i visitatori”.

Leggi anche:  Uomo rapinato a Castellamonte nel parcheggio, la Lega chiede più sicurezza

Museo della ceramica

Il restyling di palazzo Botton è il primo step per la realizzazione concreta di un vero e proprio Museo della Ceramica di Castellamonte nello storico edificio. “Nelle nostre intenzioni sarà il fiore all’occhiello della città, il luogo di conoscenza e rappresentazione del vissuto artistico e culturale del nostro territorio – chiosano Mazza e Bethaz – Un tassello in più, che, come ha sottolineato anche da Mirco Denicolò nel suo talk durante Buongiorno Ceramica, ancora manca per un paese vivace e dinamico che vuole vivere e respirare tutto l’anno le magiche atmosfere della terra rossa”.