Lo Storico Carnevale di Ivrea 2019 vedrà questo pomeriggio la cerimonia del passaggio dello spadino.

Storico Carnevale di Ivrea, storia degli Abbà

Nel 1700 l’Abbà era il capo della Badia, un’associazione di giovani che organizzava feste dei singoli rioni e portava come insegna un pane conficcato su una picca. Sono queste dunque le origini degli antichi carnevali rionali organizzati originariamente dagli Abbà e in seguito dai Priori. A causa della rivalità tra i rioni nel corso delle feste carnevalesche che provocava spesso risse violente, nel 1808 il prefetto francese Plancy li riunì in un’unica manifestazione cittadina trasferendo la gestione della festa dalle Parrocchie alla Municipalità e ponendo a capo della festa il Generale.

La scelta degli Abbà

Per ricordare gli Abbà e l’origine dei festeggiamenti, ogni anno vengono scelti dieci bambini, due per ciascuna delle cinque parrocchie di Ivrea San Grato, San Maurizio, Sant’Ulderico, San Lorenzo (che dal 1935 ha preso il posto dei Santi Pietro e Donato in seguito all’abbattimento della chiesa) e San Salvatore. I bambini indossano costumi rinascimentali che riprendono i colori delle bandiere rionali e portano uno spadino con un’arancia sulla punta, a simboleggiare la testa mozzata del tiranno. A loro il compito, nella sera del Martedì Grasso, di appiccare il fuoco allo Scarlo issato nella piazza del proprio rione.

L’Alzata degli Abbà

Gli Abbà vengono presentati alla città nelle due domeniche che precedono quella di Carnevale, durante l’Alzata degli Abbà, un’antica cerimonia di nomina e presentazione alla città dei rappresentanti delle parrocchie. Il corteo, preceduto dall’ufficiale addetto alle Bandiere, si reca presso l’abitazione dei piccoli Priori; gli Aiutanti di Campo alzano l’Abbà dal balcone mostrandolo alla folla al suono dei Pifferi e Tamburi, mentre il Generale saluta militarmente. Il Sostituto legge il verbale e lo fa firmare all’Abbà, ai genitori, al Generale e ai testimoni.

Leggi anche:  Restiamo umani: In marcia con John Mpaliza per difendere i diritti di tutti

Gli Abbà 2019

Quest’anno i protagonisti delle Alzate saranno Vittoria Maggio, Fabrizio Russo, Edoardo Petri, Giulia Bertinaria e Matteo Actis Perino alzati nell’ordine per le Parrocchie di San Grato, San Maurizio, Sant’Ulderico, San Lorenzo e San Salvatore nel pomeriggio del 17 febbraio, terzultima domenica di Carnevale.

La penultima domenica di Carnevale, il 24 febbraio, verranno alzati Giorgia Bolzoni, Gaia Crosetti, Olivia Perenchio, Alice Bertinaria e Matteo Perenchio.

La cerimonia del passaggio dello spadino si terrà in sala Santa Marta questo pomeriggio sabato 9 febbraio 2019 alle 16.30