Presentazione del romanzo “Vorrei essere come sono” di Piera Giordano edito da I Quaderni del Bardo Edizioni (iQdB edizioni) di Stefano Donno. Appuntamento 1 dicembre 2018 ore 17.30 a palazzo Antonelli.

Vorrei essere come sono

Presentazione del romanzo Vorrei essere come sono di Piera Giordano edito da I Quaderni del Bardo Edizioni (iQdB edizioni) di Stefano Donno. Il libro è vincitore del Premio Internazionale di poesia e narrativa Europa in Versi 2017 – Sezione Narrativa Inedita. Appuntamento il 1 dicembre 2018 – ore 17,30. Sala Consiliare del Comune di Castellamonte, Palazzo Antonelli. Introduce: Irene Serracchioli docente di Lingua e Letteratura Italiana
Dialogano con l’autrice: Laura Garavaglia, poetessa, presidente della Casa della Poesia di Como e direttore artistico del Festival Internazionale di Poesia Europa in Versi Elisabetta Broli, giornalista, scrittrice e giurata del Premio Internazionale di poesia e narrativa Europa in Versi

Appuntamento a palazzo Antonelli

Nel romanzo “Vorrei essere come sono” gli adolescenti spesso protestano, sfidano, provocano, si sentono non capiti. Sono fragili, insicuri, dubbiosi, cercano cura e comprensione. Linda, la ragazzina stramba di questa storia, si rinchiude nella musica dei Nirvana, parla con il loro cantante, Kurt Cobain, disegna mostruose tarme, si rade i capelli, si tagliuzza i polsi, si rifugia nel silenzio squarciato dagli scoppi della sua rabbia. Litiga con il padre intollerante verso il suo look indecente. È delusa dalla madre che non sa accoglierla così com’è. Però Linda ha un motivo in più per essere ribelle. È un segreto. L’unico rimedio è fuggire. Ma nella sua vita irrompe Francesca, la nuova prof d’italiano. Una storia che affronta temi come l’amicizia, la violenza sulle donne, la maturazione psicologica, il desiderio di riscatto, scritta con parole che danno voce ai pensieri, ai sentimenti e alle varie sfumature interiori della protagonista.

Leggi anche:  Mercatino di Natale oggi a Fiano

L’autrice Piera Giordano

“I movimenti mi vengono a scatto. La testa e il tronco si girano a destra e a sinistra come le marionette. Eppure non ho fili e non c’è burattinaio che mi manovri. Cosa mi sta succedendo? Faccio un lungo respiro. Il petto non si solleva né s’abbassa. Il fiato mi esce dalla bocca e dal naso con un lieve sibilo. Provo a darmi un pizzicotto. La pelle è una crosta dura. Le guance sono fisse in una stessa espressione. Non posso sorridere. Un viso sempre uguale è di certo un vantaggio, penso.” Piera Giordano è nata a Castellamonte dove tuttora vive e insegna Lingua e Letteratura Italiana al Liceo Artistico Statale Felice Faccio. Si è laureata in Filosofia presso l’Università degli studi di Torino. Ama condividere le emozioni, per questo va ai concerti, partecipa ai reading e ha pubblicato poesie e alcuni racconti. Vorrei essere come sono è il suo primo romanzo.