Presso le 4.Officine del Ciac di Ivrea ragazzi di istituti professionali, tecnici e licei mescolano innovazione e creazione con un laboratorio di Alternanza sul Design Thinking.

Il Design Thinking approda al Ciac di Ivrea

Quello sul Design Thinking è un laboratorio trasversale realizzato dal Ciac di Ivrea, insieme al suo partner TheFabLab. Esso è stato sostenuto anche da Confindustria Canavese, con il contributo della Camera di Commercio di Torino. Tanti i ragazzi di scuole superiori del Canavese che hanno partecipato e parteciperanno al workshop innovativo. Gli studenti della classe quarta dell’indirizzo “Design Moda” del Liceo Artistico Faccio di Castellamonte prenderanno parte all’esperienza formativa il 15 maggio. Mentre, a fine mese, si aggiungerà anche l’Istituto Moro di Rivarolo. Ma che cos’è il Design Thinking? Si tratta di una metodologia di progettazione innovativa per generare idee originali e immaginare nuove soluzioni a seconda delle situazioni. Il processo collaborativo si declina in cinque passaggi: identificare l’opportunità, definire il bisogno, sviluppare il prototipo e infine confrontarsi per migliorare e diffondere l’idea di progetto.

Un’esperienza arricchente per gli studenti

Il laboratorio di Alternanza sul Design Thinking, svolto presso le 4.Offine del Ciac di Ivrea, è un’opportunità importante per la formazione degli studenti. Durante la giornata creativa, infatti, possono imparare a collaborare per giungere a una soluzione comune, intrecciando conoscenze e capacità del singolo per poi approdare a un obiettivo che riguarda tutti. La prima parte del laboratorio è dedicata dunque allo sviluppo di idee, mentre la seconda è incentrata sul renderle concrete. Roberto Trabucco, docente di meccanica industriale dell’istituto professionale, e Matteo Ordanini, di TheFabLab, si ritengono soddisfatti del lavoro finora svolto e sottolineano l’importanza di educare i ragazzi delle scuole superiori a metodologie innovative.

Leggi anche:  Imprese giovani in alta quota: il record nelle Valli di Lanzo

Innovazione, innovazione e ancora innovazione

Questo sembra essere lo slogan della società odierna, in continua e veloce trasformazione, impregnata di nuove tecnologie sempre più all’avanguardia. Per Sandra Baruzzi, docente di Design Ceramica presso il Liceo Faccio, risulta quindi fondamentale che la scuola superiore abbia un focus privilegiato sulle offerte di ricerca che i nuovi ambiti scientifici stanno profilando. Nello stesso tempo gli studenti devono avere una cassetta di strumenti ad hoc per padroneggiare l’ondata innovativa. Il Design Thinking sembra proprio rientrare in quel kit, vista la sua trasversalità, e il laboratorio dedicato a questo metodo sta trovando un riscontro molto positivo. Per questo motivo sarà nuovamente proposto, permettendo così a studenti di altri istituti di partecipare e di acquisire una delle tanto ambite “soft skills”.