Sei alunni selezionati delle classi III della Media Cresto hanno avuto l’opportunità di vestire i panni di ambasciatori delle Nazioni Unite e di deputati della Repubblica Italiana, partecipando all’iniziativa Civica Torino 2019.

Civica Torino 2019

Nello specifico di Civica Torino 2019 hanno collaborato alla stesura di un progetto di legge, per la Camera dei Deputati, o una risoluzione ONU, per l’Assemblea. I meritevoli studenti sono stati segnalati per partecipare dai rispettivi docenti di Lettere e Inglese, in particolare dalle professoresse Marchetti, Marano, Mossini. La scelta è avvenuta tenendo conto della media scolastica, delle attitudini e dell’interesse ai temi della cittadinanza oltre che di una spiccata sensibilità alle problematiche dell’attualità. «Un progetto per premiare le eccellenze rientra tra le mission della scuola e permette ai ragazzi più meritevoli di confrontarsi con altri studenti del Piemonte per utilizzare le proprie competenze. – Ha sottolineato il dirigente scolastico Federico Morgando -Abbiamo scelto di aderire a questo percorso anche in quest’ottica. La scuola deve certamente accogliere e aiutare tutti gli alunni a raggiungere buoni risultati, ma non deve appiattirsi verso il basso. Bisogna premiare le eccellenze e motivarle e ritengo che questa finalità debba caratterizzare la nostra scuola».

Scuola Media Cresto

Civica 2019 – IMUN Middle School è il percorso che ha previsto la riproduzione di una seduta dell’Assemblea delle Nazioni Unite, nella quale gli studenti hanno approfondito i temi dell’agenda politica internazionale, fingendo di essere delegati dei Paesi membri dell’organizzazione. A simulare le attività diplomatiche sono state le studentesse Sofia Perino e Matilde Margrotto della IIIA e gli studenti Roberto Pislariu della IIID e Alessandro Marengo della IIIC, che ha anche ottenuto una «Honorable mention» per la sua performance. I sei talenti hanno tenuto discorsi, rigorosamente in inglese, hanno preparato risoluzioni e negoziati con alleati, trovandosi ad adottare direttamente le regole di procedura delle Nazioni Unite.

Leggi anche:  Crisi Savio, nessun licenziamento, accordo raggiunto

Progetto didattico

Agnese Porta della IIIA e Tommaso Ubertallo della IIIC hanno invece partecipato a Civica 2019 – Res Publica iunior-simulazione di sedute parlamentari, diventando così dei giovani deputati. Le attività, che hanno coinvolto i migliori allievi delle scuole medie inferiori di Torino e Provincia, hanno avuto un’impronta innovativa e accattivante. I partecipanti hanno infatti potuto conoscere e acquisire le ambite «soft skills», tanto importanti per il loro futuro lavorativo. I talentuosi studenti si sono impegnati duramente per quattro giornate, una ad aprile e tre a maggio. Nella giornata conclusiva del progetto, avvenuta l’11 maggio, i ragazzi si sono riuniti in aula per dibattere e votare il progetto di legge o la risoluzione ONU redatti in commissione. Inutile dubitare della bontà delle idee dei giovanissimi politici, vista la loro caparbietà nello studio.