In occasione del sessantesimo anniversario dalla fondazione che si celebra proprio quest’anno, la Fidas rivolge l’attenzione alle nuove generazioni con il concorso «A scuola di dono».

A scuola di dono

Buone notizie per la Fidas. Le donazione del sangue di Martedì 29 Gennaio hanno raggiunto un ottimo risultato, benché nei mesi invernali generalmente l’affluenza sia inferiore a causa dei malanni sempre in agguato. Contrariamente alle previsioni si sono invece presentati presso il centro ricreativo culturale parecchi donatori: 39 le donazioni di sangue intero con 3 nuovi donatori risultati idonei e 3 nuovi candidati aspiranti donatori. I componenti del Direttivo hanno dedicato molto tempo, recentemente, a pubblicizzare le date delle donazioni utilizzando i mezzi tradizionali quali posta, affissione di locandine nelle bacheche e nei negozi, passaggio con il megafono per le vie del paese, senza trascurare anche le email ed i social networks con le pagine dedicate proprio al Gruppo Comunale Lombardore-Rivarossa.

Fidas

In occasione del sessantesimo anniversario dalla fondazione che si celebra proprio quest’anno, la Fidas rivolge l’attenzione alle nuove generazioni con il concorso «A scuola di dono»: l’intento è quello di promuovere tra gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado la cultura della donazione volontaria di sangue. Grazie all’impegno del Gruppo, anche le scuole primarie dei due comuni canavesani avranno l’opportunità di partecipare al concorso. Gli studenti dovranno realizzare un elaborato scritto o una produzione artistica che metta in luce alcuni aspetti fondamentali dell’importanza di donare il sangue.

Leggi anche:  Amazon Prime Day: a Vercelli vendita record di carta igienica

Nuove generazioni

Al termine dell’iniziativa A scuola di dono verranno premiati i tre lavori più significativi (uno per ogni grado di istruzione) a livello nazionale, valutati da una commissione ad hoc durante il 58esimo Congresso Nazionale Fidas di Matera che si terrà il 26 e 27 Aprile. L’augurio del Gruppo è che le scuole dei rispettivi paesi possano vincere, anche se comunque riceveranno un piccolo contributo per l’acquisto di materiale didattico. Il prossimo appuntamento per le donazioni è fissato il 30 Aprile.