Rivarolo sostenibile con Vittone ha presentato nel corso dell’ultimo Consiglio comunale prima della pausa estiva un’interrogazione consiliare riguardo all’asilo nido Il Girotondo.

Interrogazione della minoranza sull’asilo nido Il Girotondo

“Non esternalizzeremo il servizio di gestione dell’asilo nido”. E’ la risposta del sindaco, Alberto Rostagno, all’interrogazione presentata dalle consigliere, Sandra Ponchia e Marina Vittone. Le rappresentanti del gruppo «Rivarolo sostenibile con Vittone» hanno interrogato nel corso dell’ultimo Consiglio comunale prima delle vacanze estive il primo cittadino per «sapere come si intende gestire il personale per il funzionamento del servizio comunale e il mantenimento del numero di sezioni e iscritti al nido».

Mantenere gli standard

«Abbiamo fatto dei ragionamenti con un intento ben preciso: mantenere lo standard attuale – ha risposto Rostagno – Ovvero un asilo che funziona bene, con 24 bambini, 2 sezioni, con il personale educativo e di servizio che abbiamo oggi in funzione e il rapporto numerico di un educatore ogni 6 bimbi».

Problemi da affrontare

«C’è qualche piccolo problema. C’è un educatrice in malattia. Ci auguriamo riesca a riprendere il servizio a metà settembre. Possiamo sostituire una persona che va in pensione a fine 2019, ma dall’anno successivo. Per questo nella delibera d’indirizzo abbiamo parlato di “operatori qualificati”, per tutelarci in caso di emergenza e anche in relazione ad un pre-post scuola, che possa dare vantaggi maggiori alle famiglie, lasciando i figli qualche mezzora in più all’asilo. Vogliamo inoltre mantenere l’asilo aperto nel mese di luglio. C’è anche un pensiero di estendere il servizio nel mese di agosto».