Lavori in via di completamento in tutte le scuole che durante la pausa estiva hanno subito interventi di manutenzione straordinaria a Cuorgnè.

Lavori alle elementari di Salto e Priacco

Cronoprogramma rispettato. A Cuorgnè l’anno scolastico 2019-2020 si aprirà a settembre sotto il segno di istituti più belli e sicuri. Al netto delle impalcature ancora «abbracciate» ad alcuni plessi del paese, che hanno scatenato sui social qualche previsione eccessivamente «disfattista» e pessimista, sono invece in via di completamento i lavori di manutenzione straordinaria delle elementari di Salto e Priacco e della primaria «Aldo Peno».

Lavori anche alla «Media Cena»

Un corposo maquillage, che ha interessato anche la «Media Cena», portato a compimento grazie ad un finanziamento del Ministero dell’Istruzione per interventi di messa in sicurezza e di adeguamento sismico delle scuole. Pallottoliere alla mano, si tratta di un contributo di quasi 600mila euro. Un’occasione che la giunta, guidata dal sindaco Giuseppe Pezzetto, non si è lasciata sfuggire.

I commenti degli amministratori

«Questi lavori sono sicuramente azioni importanti, che testimoniano l’impegno sostenuto dalla nostra Amministrazione rispetto al mondo Scuola e alla sicurezza sul luogo di lavoro. Sono due elementi che devono andare sempre di pari passo e che ci stanno a cuore. Già negli anni passati sono stati fatti degli interventi corposi e onerosi di adeguamento alle norme antincendio e verifiche antisismiche» sottolinea l’assessore Silvia Leto. In attesa della costruzione della «Nuova Scuola Media», che nascerà sulle macerie di quella attuale, obiettivo centrato per l’assessore cuorgnatese all’istruzione, Davide Pieruccini: «Sono stati eseguiti, durante la pausa per le vacanze estive, interventi di manutenzione straordinaria degli edifici scolastici. A Salto è stato realizzato il maquillage più “completo”, dato che insieme alle lavorazioni finalizzate alla messa in sicurezza dell’immobile, all’adeguamento normativo e all’efficientamento funzionale, si è provveduto al rifacimento del tetto dell’elementare della frazione. Il tutto per una spesa totale di 180mila euro. Restyling analoghi, ma non al tetto, sono stati eseguiti all’Aldo Peno ed a Priacco, dove sono stati stanziati rispettivamente 350 e 60mila euro. Non possiamo che essere felici, come amministratori, di consegnare alla comunità per l’inizio delle lezioni dei locali scolastici adeguati, sicure, funzionali e belli. Abbiamo sempre avuto, fin dal primo mandato dell’esecutivo Pezzetto, grande attenzione per il mondo della scuola. Un ringraziamento doveroso va agli uffici comunali, che con lavoro, impegno, professionalità, idee e progetti ci hanno permesso di raggiungere questo importante risultato, garantendo la sicurezza verso chi frequenta o lavora nelle scuole cuorgnatesi. Non c’è nemmeno bisogno di ribadire che questa Amministrazione comunale non ha intenzione di chiudere i plessi scolastici in frazione. Anzi, mai come ora, viste anche le polemiche sui costi dei pulmini, crediamo bisogna puntare sulle scuole di borgata, punto di riferimento importante della comunità».

Leggi anche:  Fca conferma: trattative per una possibile fusione con Peugeot

Lavori in via di completamento in tutte le scuole che durante la pausa estiva hanno subito interventi di manutenzione straordinaria a Cuorgnè.