Presidio dei lavoratori Manital in piazza di Città a Ivrea per chiedere il pagamento degli stipendi arretrati.

Presidio dei lavoratori Manital in piazza di Città a Ivrea

Questa mattina i lavoratori Manital sono scesi in piazza per chiedere ancora una volta l’intervento delle istituzioni in una situazione ormai critica e che dura da mesi. Dopo il saldo degli stipendi arretrati da luglio avvenuto il mese scorso, i lavoratori non hanno più percepito alcun saldo. Una delegazione di lavoratori è stata ricevuta poco fa in Comune.

La protesta

Gli operai hanno scritto una lettera per spiegare la loro situazione così che possa smuoversi qualcosa.

Siamo gli operai della Manital che hanno restaurato il castello di Parella per far nascere Vistaterra, resort di lusso. Siamo in presidio permanente davanti al castello dal 4 novembre per rivendicare il pagamento dei nostri stipendi. E dall’inizio dell’anno fatichiamo a prendere il nostro stipendio, ma la situazione da luglio è precipitata. Dopo il saldo di luglio, ricevuto solo ad ottobre, non abbiamo più ricevuto un soldo di quanto dovuto. Stiamo aspettando il pagamento di tre stipendi e il versamento dei contributi alla cassa edile fermi a marzo. Senza contributi non riceveremo la tredicesima e non potremo avere il Durk per lavorare.

Il passaggio di proprietà di Manital al fondo IGI Investimenti non ha cambiato nulla! Stiamo ancora aspettando non solo i nostri soldi ma anche qualsiasi risposta concreta! L’articolo 36 della nostra costituzione dice: “Il latore il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare asse e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa”. Ma Manital ci impedisce di assicurare a noi e alle nostre famiglie un’esistenza libera e dignitosa! Il lavoro si paga! Non ci muoveremo fino a quando non riceveremo quanto ci spetta di diritto.