Studenti a lezione dai vigili del fuoco, giornata speciale e indimenticabile per i giovani alunni dell’elementare di frazione Priacco a Cuorgnè.

Studenti a lezione dai vigili del fuoco

I vigili del fuoco salvano infatti qualcosa di più degli uomini. Salvano cuori, ricordi e sogni. Per imparare direttamente da questi eroi dei nostri tempi i bambini della scuola elementare di Priacco, appartenente alla direzione didattica di Cuorgnè, sono quindi andati in visita dai caschi rossi in corso Regina Margherita a Torino. Studenti a lezione dai pompieri. Merita dunque un dieci e lode in pagella la gita effettuata dai piccoli alunni cuorgnatesi della classi seconda e quarta al comando torinese dei vigili del fuoco.

Una giornata indimenticabile

Sotto lo sguardo attento delle loro brave e preparate maestre, gli studenti canavesani hanno infatti vissuto una giornata indimenticabile. Trascorsa pertanto tra i vigili seguendo il loro lavoro. Quindi dalla gestione dei mezzi alla centrale operativa. I bambini sono stati infatti accolti in modo caloroso e cordiale. Mentre gli studenti a lezione dai pompieri hanno osservato come operano il nucleo sommozzatori, quello del Gruppo operativo speciale che in caso di terremoti e frane si occupa del movimento di terra e macerie, e, infine, il nucleo Nbcr che opera nelle condizioni più difficili a causa della presenza di sostanze potenzialmente pericolose per la pubblica incolumità.

Leggi anche:  Dalla Regione Piemonte 500mila euro per gli studenti dei Comuni montani

Piccoli pompieri crescono

Gli allievi dell’elementare di Priacco hanno quindi pranzato in caserma e visto da vicino il Brt cingolato del pompieri. «Un ringraziamento va dunque al comandante Marco Frezza – hanno commentato le maestre della scuola della frazione di Cuorgnè che hanno accompagnato i bravi studenti a lezione dai “caschi rossi” – Grazie ai vigili del fuoco in pensione che ci hanno accompagnato in visita e ad Armando Vallero, vigile effettivo, che si è dato da fare affinché i bimbi potessero vivere un’esperienza tanto speciale».