il Canavese https://ilcanavese.it Sat, 20 Oct 2018 20:44:16 +0000 it-IT hourly 1 MV Agusta F4 Claudio, grandi novità da Schiranna https://ilcanavese.it/motori/mv-agusta-f4-claudio-novita-schiranna/ Sat, 20 Oct 2018 20:41:16 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41573 MV Agusta F4 Claudio è il punto più alto di una storia straordinaria, capace di cambiare radicalmente la concezione stessa di moto sportiva. Frutto dell’estro di Massimo Tamburini e dell’intuizione di Claudio Castiglioni, che ha voluto definirne personalmente ogni dettaglio, la F4 è stata presentata al pubblico nel 1997, divenendo subito “la moto più bella del mondo”. Il lancio ha segnato […]

Continua la lettura di MV Agusta F4 Claudio, grandi novità da Schiranna su il Canavese.

]]>
MV Agusta F4 Claudio è il punto più alto di una storia straordinaria, capace di cambiare radicalmente la concezione stessa di moto sportiva. Frutto dell’estro di Massimo Tamburini e dell’intuizione di Claudio Castiglioni, che ha voluto definirne personalmente ogni dettaglio, la F4 è stata presentata al pubblico nel 1997, divenendo subito “la moto più bella del mondo”. Il lancio ha segnato il trionfale ritorno sulle scene di MV Agusta. Il marchio che più di ogni altro è sinonimo di vittorie straordinarie, epopee iridate rimaste nella memoria collettiva.

MV Agusta F4 Claudio, un tributo a Castiglioni

MV Agusta F4 Claudio è il tributo a un uomo che ha dedicato la sua vita alla bellezza. Modellando prima nella mente e poi con il lavoro una moto inimitabile per stile, prestazioni e cura dei dettagli. La MV Agusta F4 Claudio è l’espressione più alta – e finale – di un sogno realizzato. La base tecnica è costituita dalla F4 RC, l’evoluzione estrema e di stretta derivazione racing del progetto F4. I punti di contatto con la moto che difende i colori di MV Agusta nel Campionato Mondiale Superbike sono molto numerosi. Ed entusiasmanti si confermano essere le prestazioni.

E ancora sul motore

Il regime di intervento del limitatore è fissato a 14.200 giri/min; le bielle sono in titanio, in modo da offrire il miglior rapporto tra resistenza e peso. L’albero motore è stato specificamente bilanciato e alleggerito per questo propulsore Corsa Corta, che celebra orgogliosamente l’originalità del progetto grazie alla catena di distribuzione centrale, perfettamente equilibrata, e alle valvole disposte radialmente nella camera di combustione. La potenza massima in configurazione pista è di 212 cv (158 kW) all’albero a 13.450 giri/min, con la coppia che si attesta a 115 Nm (11,7 kgm) a 9.300 giri/min. In questa configurazione estrema la F4 Claudio monta lo scarico racing completo a doppia uscita SC-Project in titanio con centralina dedicata. In allestimento standard, omologato per l’utilizzo stradale, la potenza massima raggiunge i 205 cv (151 kW).

Altre caratteristiche della MV Agusta F4 Claudio

L’impianto frenante sfrutta la massima evoluzione tecnica che Brembo, leader mondiale nel settore, mette a disposizione per modelli di altissima gamma. Le pinze radiali mono- blocco Brembo Stilema a 4 pistoncini (diametro 30 mm) sono azionate da una pompa anch’essa radiale.

Continua la lettura di MV Agusta F4 Claudio, grandi novità da Schiranna su il Canavese.

]]>
Skoda Scala, la nuova compatta della casa ceca https://ilcanavese.it/motori/skoda-scala-la-nuova-compatta-casa/ Sat, 20 Oct 2018 20:27:15 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41570 Si chiamerà Skoda Scala è il nuovo modello della casa ceca. Porterà su strada l’evoluzione del linguaggio stilistico del brand e sarà il primo in Europa caratterizzato dalla scritta Skoda per esteso al posteriore, al posto del classico logo. La nuova Skoda Scala Il nuovo linguaggio stilistico che Scala porterà su strada è già stato […]

Continua la lettura di Skoda Scala, la nuova compatta della casa ceca su il Canavese.

]]>
Si chiamerà Skoda Scala è il nuovo modello della casa ceca. Porterà su strada l’evoluzione del linguaggio stilistico del brand e sarà il primo in Europa caratterizzato dalla scritta Skoda per esteso al posteriore, al posto del classico logo.

La nuova Skoda Scala

Il nuovo linguaggio stilistico che Scala porterà su strada è già stato anticipato allo scorso Salone di Parigi dal prototipo Vision RS. Il nuovo modello rappresenterà inoltre un sostanziale salto di qualità per il costruttore boemo anche in fatto di soluzioni tecnologiche, portando nel segmento sistemi di infotainment, sicurezza e assistenza alla guida solitamente riservati ai segmenti superiori. Un forte sviluppo che sarà però accompagnato dallo “smart understatement” tipico di ogni Skoda. Sarà presentata prima della fine del 2018.

Le parole del ceo Skoda

Bernhard Maier, ceo Skoda, ha sottolineato: “Con Scala iniziamo un nuovo capitolo nel segmento delle compatte. Si tratta di un progetto interamente inedito che stabilisce nuovi parametri in fatto di tecnologia, sicurezza e anche design. Crediamo che abbia le potenzialità per ridefinire la nostra offerta nel segmento”.

Continua la lettura di Skoda Scala, la nuova compatta della casa ceca su il Canavese.

]]>
Truffe agli anziani: più di 60 raggiri scoperti a Ivrea e Torino dalla Polizia https://ilcanavese.it/cronaca/truffe-agli-anziani-ivrea-torino/ https://ilcanavese.it/cronaca/truffe-agli-anziani-ivrea-torino/#respond Sat, 20 Oct 2018 16:39:15 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41566 Stop alle truffe agli anziani. Dall’inizio dell’anno ad oggi, all’interno del Progetto Medusa della Polizia  sono stati  effettuati 95 controlli, con circa 700 uomini  delle forze dell’ordine impegnati nei campi nomadi di Torino e Ivrea. Truffe agli anziani Continua il monitoraggio del territorio della polizia  contro  le truffe ai danni degli anziani. Più di sessanta […]

Continua la lettura di Truffe agli anziani: più di 60 raggiri scoperti a Ivrea e Torino dalla Polizia su il Canavese.

]]>
Stop alle truffe agli anziani. Dall’inizio dell’anno ad oggi, all’interno del Progetto Medusa della Polizia  sono stati  effettuati 95 controlli, con circa 700 uomini  delle forze dell’ordine impegnati nei campi nomadi di Torino e Ivrea.

Truffe agli anziani

Continua il monitoraggio del territorio della polizia  contro  le truffe ai danni degli anziani. Più di sessanta sono state le truffe, tentate o consumate, scoperte. I controlli effettuati dalle Forze dell’Ordine hanno riguardato in particolare i campi nomadi di Torino ( in via Lega, Strada dell’Aeroporto, via Germagnano, Corso Unione Sovietica) e di Ivrea. In uno degli ultimi, svolto in corso Unione Sovietica,  la Polizia ha sequestrato dieci auto.

Il monitoraggio

Il  questore di Torino ha disposto l’operazione, nell’ambito del progetto denominato Medusa. Per contrastare il fenomeno delle truffe agli anziani. Dall’inizio dell’anno ad oggi, quindi,  all’interno di questo progetto  sono stati  effettuati 95 controlli, con circa 700 uomini  delle forze dell’ordine impegnati sul territorio, nei campi nomadi di Torino.

Il bilancio

Diciannove  quindi le persone arrestate. 15 quelle denunciate ben 1500 quelle identificate. Questi i numeri principali dell’operazione. Inoltre, i poliziotti hanno controllato 800 veicoli. Di questi, ne hanno quindi sequestrati 22.  Risultati, dunque, concreti ed importanti per la sicurezza del territorio e per contrastare un fenomeno, quello delle truffe agli anziani, che sta creando seri problemi.

Continua la lettura di Truffe agli anziani: più di 60 raggiri scoperti a Ivrea e Torino dalla Polizia su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/truffe-agli-anziani-ivrea-torino/feed/ 0
La rete delle donne: ultimi preparativi per il corso di legittima difesa https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/la-rete-delle-donne-corso-difesa/ https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/la-rete-delle-donne-corso-difesa/#respond Sat, 20 Oct 2018 16:00:29 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41545 La rete delle donne. Ultimi preparativi per il corso di legittima difesa che partirà a Novembre organizzato in collaborazione col Comune di San Maurizio Canavese. La Rete delle donne Ultimi preparativi per un importante iniziativa. La Rete delle Donne, con il patrocinio del Comune di San Maurizio Canavese, Assessorato alle Pari Opportunità e allo Sport, con […]

Continua la lettura di La rete delle donne: ultimi preparativi per il corso di legittima difesa su il Canavese.

]]>
La rete delle donne. Ultimi preparativi per il corso di legittima difesa che partirà a Novembre organizzato in collaborazione col Comune di San Maurizio Canavese.

La Rete delle donne

Ultimi preparativi per un importante iniziativa. La Rete delle Donne, con il patrocinio del Comune di San Maurizio Canavese, Assessorato alle Pari Opportunità e allo Sport, con la collaborazione dell’A.D.P. San Maurizio Canavese, organizza un Corso gratuito di autodifesa personale, rivolto alle Donne (giovani e meno giovani) a San Maurizio Canavese. Le lezioni infatti si terranno presso la sede degli Alpini, in P.zza degli Alpini, 1.

Contrasto alla violenza di genere

Il Corso, promosso da La Rete delle donne, sarà tenuto dall’istruttore Roberto Maccarone, esperto Istruttore Federale FIJLKAM-CONI, 3° Livello M.G.A. Ci sarà quindi la partecipazione del dr. Fulvio Rossi, ex Magistrato, già Procuratore Generale aggiunto della Suprema Corte, Docente di Master in Vittimologia. Rossi è anche Direttore Scientifico dell’Osservatorio Internazionale sulle Vittime di Violenza, Maestro Federale di Ju Jitsu 5° Dan, Docente Nazionale della Federazione Italiana FIJLKAM-CONI (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali). E’ stato quindi promotore dei “Corsi di Legittima difesa delle Donne, Democrazia di Genere ed Educazione Relazionale” al Tribunale di Torino dal 2008. E organizzatore dei Convegni Nazionali ed Internazionali sul Contrasto della Violenza di Genere (nell’Aula Magna del Palazzo di Giustizia di Torino dal 2014).

Legittima difesa

Il corso organizzato da La Rete delle donne, è gratuito e si svolgerà in sei lezioni da un’ora e mezza ciascuna. All’atto dell’iscrizioni le donne/ragazze dovranno quindi essere munite di certificato medico, con elettrocardiogramma, come previsto per legge. La copertura assicurativa è obbligatoria ed è garantita con l’iscrizione alla disciplina M.G.A, Metodo Globale Autodifesa della Federazione FIJLKAM. Costo della tessera 10.00 euro. Le lezioni si terranno di Mercoledì dalle 18 alle 19.30 nelle seguenti a partire dal 14 novembre 2018.

Iscrizioni

Le iscrizioni al corso di legittima difesa promosso da La Rete delle donne dovranno pervenire entro il 5 novembre 2018 al seguente indirizzo di posta elettronica: laretedelledonne@libero.it . Per informazioni: 338/24.45.476. Il ciclo di lezioni sarà preceduto da un incontro formativo e di presentazione del corso a cui parteciperanno gli istruttori, Maccarone Roberto e il Dr. Rossi Fulvio, il 7 novembre 2018 ore 20.45 sarà occasione per la presentazione del corso e del tema della legittima difesa, trattata anche da un punto di vista giuridico e delle pronunce della Corte di Cassazione. L’obiettivo del corso è, ovviamente, quello di fornire alle donne, soprattutto le più giovani, alcuni strumenti di difesa dalle aggressioni fisiche, senza incorrere nelle responsabilità penali, che possono derivarne.

Continua la lettura di La rete delle donne: ultimi preparativi per il corso di legittima difesa su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/la-rete-delle-donne-corso-difesa/feed/ 0
Il torrone la sua storia, dolce dalle nobili origini https://ilcanavese.it/cucina/il-torrone-storia-dolce-origini/ Sat, 20 Oct 2018 15:29:59 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41563 Chi non ama il torrone? E qual è la sua storia? Tipico dolce natalizio, il nome torrone rimanda allo spagnolo turròn (abbrustolito, derivato di turrar, ossia arrostire) e al latino torrere (tostare). Molti attribuiscono i natali del torrone alla Cina, Paese dal quale proviene storicamente la mandorla; altre fonti, invece, ci ricordano che furono i […]

Continua la lettura di Il torrone la sua storia, dolce dalle nobili origini su il Canavese.

]]>
Chi non ama il torrone? E qual è la sua storia? Tipico dolce natalizio, il nome torrone rimanda allo spagnolo turròn (abbrustolito, derivato di turrar, ossia arrostire) e al latino torrere (tostare). Molti attribuiscono i natali del torrone alla Cina, Paese dal quale proviene storicamente la mandorla; altre fonti, invece, ci ricordano che furono i Romani ad inventare la ricetta di questa specialità. Un dolce fatto con miele e frutta oleosa chiamato cuppedo, che pare fosse molto apprezzato dai soldati che vivevano negli accampamenti invernali. Infine, per alcuni furono gli arabi ad inventarlo e a diffonderlo nelle regioni mediterranee, sotto forma di croccanti a base di miele, mandorle e sesamo (le giuggiulena), ingredienti di origine orientale.

Il torrone e la sua storia

Secondo la leggenda più famosa, comunque, il torrone nacque a Cremona il 25 ottobre 1441, giorno del matrimonio di Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza. In quella speciale occasione, i pasticceri di corte conclusero il sontuoso banchetto nuziale confezionando un dolce con mandorle, miele e bianco d’uovo, dandogli la forma dell’alta torre campanaria, il Torrazzo, del duomo di Cremona, la città che la sposa portava in dote. Da qui il nome torrone. Riconosciuto ormai come Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano, il torrone varia in base alla consistenza e agli ingredienti utilizzati per produrlo. Lo troviamo duro o morbido, a seconda che la cottura sia stata lunga (12 ore) o breve (2 ore) e in base al rapporto tra le quantità di miele e zucchero; classico, fatto cioè con mele, zucchero mandorle e albume oppure con l’aggiunta di altri componenti come nocciole, cioccolato, pistacchi, canditi.

A ciascuno il suo torrone

Ogni regione si può dire che abbia la sua variante: oltre al classico torrone di Cremona, ecco, ad esempio, quello nero al cioccolato aquilano (uno stecco di impasto morbido, spugnoso e con nocciole tostate); il Cubbaita e la Giuggiulena di origini siciliane, il primo con mandorle, miele e pistacchi, con sesamo e miele la seconda; il Mandorlato di Cologna Veneta con mandorle, miele ed albume d’uovo; il torrone di Reggio Calabria, detto anche torrone gelato, con impasto morbido caratterizzato dalla presenza di agrumi, zucchero fondente, canditi, mandorle e copertura di cioccolato.

Continua la lettura di Il torrone la sua storia, dolce dalle nobili origini su il Canavese.

]]>
I dolci tipici regione per regione, giro d’Italia del gusto! https://ilcanavese.it/cucina/i-dolci-tipici-regione-per-regione/ Sat, 20 Oct 2018 15:16:56 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41560 Quali sono i dolci tipici regione per regione? Non manca molto al periodo natalizio e di conseguenza negozi, pasticcerie e supermercati moltiplicano per mille le proprie proposte ai consumatori. Avvantaggiati sono senz’altro gli amanti della buona tavola che sugli scaffali trovano sempre più spesso specialità tipiche regionali. Ecco un elenco di dolce natalizi originari delle […]

Continua la lettura di I dolci tipici regione per regione, giro d’Italia del gusto! su il Canavese.

]]>
Quali sono i dolci tipici regione per regione? Non manca molto al periodo natalizio e di conseguenza negozi, pasticcerie e supermercati moltiplicano per mille le proprie proposte ai consumatori. Avvantaggiati sono senz’altro gli amanti della buona tavola che sugli scaffali trovano sempre più spesso specialità tipiche regionali. Ecco un elenco di dolce natalizi originari delle diverse regioni italiane.

I dolci tipici regione per regione

La Bisciola viene dalla Valtellina si prepara con grano saraceno e farina di frumento, unita a frutta secca, uvetta, fichi e noci. Il Certosino di Bologna (o panspeziale) ha un’origine è molto antica e sembra che il nome derivi dai farmacisti (o “speziali”) che per primi lo produssero. In un secondo tempo furono i frati certosini a prendersi carico della ricetta. Si prepara con farina, mandorle, pinoli, cioccolato fondente, miele e canditi. Il Crescenzin del Piemonte è un pane nero arricchito con burro, zucchero a velo, uva passa, noci e mele, a volte fichi. Mecoulin della Val d’Aosta è molto simile al panettone, consiste in un pane al latte con l’uvetta. Il Pampepato, tipico di Ferrara, ma anche di Terni e della Ciociaria, si prepara con mandorle, nocciole, pinoli, pepe, cannella, noce moscata, arancia e cedro canditi, uva passa, il tutto impastato con o senza cacao, cioccolato, caffè, liquore, miele, farina e mosto cotto d’uva.

Da Genova e via scendendo

Il Pandolce tipico della provincia di Genova, si divide nella varianti alta e bassa. Si prepara con uva sultanina, zucca candita, zibibbo, pinoli, acqua di bergamotto, semi di finocchio. Ecco poi li Pandoro, della zona di Verona, ora diffuso in tutto il mondo, così come il Panettone originario di Milano. Il Panforte, tipico di Siena, è composto da frutta candita, miele, zucchero e spezie. Il Parrozzo tipico dell’Abruzzo, si prepara con semolino o, in alternativa, con farina gialla o farina bianca con fecola, zucchero, mandorle tritate, essenza di mandorla amara, buccia di arancia o buccia di limone ed è ricoperto di cioccolato fondente. Il Pasticciotto e Fruttone, tipici del Salento. Si prepara con pasta frolla farcita di crema pasticcera e cotta in forno. Il fruttone è composto da una base di pasta frolla ripiena di pasta di mandorle fresca e marmellata.

Dal Trentino alla Sicilia

Zelten trentino, a differenza di quello altoatesino è più povero, contenente una maggior quantità di pasta e frutta secca. Südtiroler Zelten, Alto Adige, ricco dolce di frutta secca legato da poca pasta. Buchteln Alto Adige, pane dolce cotto al forno, ripieno di marmellata e cosparso di zucchero e salsa alla vaniglia. Buccellato siciliano, pane di pasta frolla ripieno di fichi secchi. Ecco dunque quali sono i dolci tipici regione per regione.

Continua la lettura di I dolci tipici regione per regione, giro d’Italia del gusto! su il Canavese.

]]>
E’ tempo di premiazioni per i vincitori del concorso “Corio in fiore” https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/premiazioni-concorso-corio-in-fiore/ https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/premiazioni-concorso-corio-in-fiore/#respond Sat, 20 Oct 2018 15:03:57 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41534 Premiazioni in vista per “Corio in Fiore”. Domani, domenica 21 ottobre verranno decretati i vincitori del concorso. L’appuntamento è nella chiesa di “Santa Croce” alle 18. Corio in fiore L’idea del concorso Corio in fiore quindi è sorta nel periodo primaverile. Dichiara infatti il sindaco Susanna Costa Frola: “Si chiesto ai coriesi di partecipare ornando […]

Continua la lettura di E’ tempo di premiazioni per i vincitori del concorso “Corio in fiore” su il Canavese.

]]>
Premiazioni in vista per “Corio in Fiore”. Domani, domenica 21 ottobre verranno decretati i vincitori del concorso. L’appuntamento è nella chiesa di “Santa Croce” alle 18.

Corio in fiore

L’idea del concorso Corio in fiore quindi è sorta nel periodo primaverile. Dichiara infatti il sindaco Susanna Costa Frola: “Si chiesto ai coriesi di partecipare ornando i balconi delle case e le vetrine dei negozi. L’adesione è stata pertanto massiccia”. Parecchie buste di fotografie sono arrivate in municipio nel periodo estivo. La documentazione floreale di concentrico e borgate adornate è stata copiosa. Così la giunta ha deciso d’organizzare una giornata di premiazione.

Omaggi floreali

Saranno decretati due vincitori del concorso Corio in fiore. Si è deciso di distinguere tra attività commerciali e privati. Nel corso della serata verranno proiettati gli scatti pervenuti. Gli elaborati sono stati raccolti in un filmato. I lavori migliori saranno scelti da Marilena Colombaro e Samuele Perino, membri della giuria.

Concorso Asproflor

Non solo Corio in fiore. Infatti l’Amministrazione ha anche aderito all’edizione 2018 di “Comune Fiorito”. Si tratta della competizione nazionale organizzata da Asproflor. Commenta il sindaco Susanna Costa Frola: “Il significato dell’iniziativa era quello di migliorare la vivibilità del paese attraverso la coltivazione di fiori”. Le premiazioni del concorso si terranno a metà novembre. Solo in quell’occasione saranno decretati i vincitori.

Continua la lettura di E’ tempo di premiazioni per i vincitori del concorso “Corio in fiore” su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/premiazioni-concorso-corio-in-fiore/feed/ 0
Come disporre divano e tv in soggiorno? https://ilcanavese.it/casa/come-disporre-divano-e-tv-in-soggiorno/ Sat, 20 Oct 2018 14:43:51 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41557 Come disporre divano e tv? In realtà molto dipende dall’ampiezza del locale in cui li posizioniamo. Teoricamente è indispensabile porre l’elettrodomestico centralmente rispetto al divano. In questo modo riusciremo a fare accomodare i nostri ospiti sul divano per guardare, per esempio, una partita di calcio senza costringerli a dolorose contorsioni. Posizioni scomode, a lungo andare, […]

Continua la lettura di Come disporre divano e tv in soggiorno? su il Canavese.

]]>
Come disporre divano e tv? In realtà molto dipende dall’ampiezza del locale in cui li posizioniamo. Teoricamente è indispensabile porre l’elettrodomestico centralmente rispetto al divano. In questo modo riusciremo a fare accomodare i nostri ospiti sul divano per guardare, per esempio, una partita di calcio senza costringerli a dolorose contorsioni. Posizioni scomode, a lungo andare, affaticano la persona e possono persino essere causa di malessere. Se si trascorre molto tempo di fronte alla televisione, per mantenere una buona posizione della schiena e della testa è meglio adottare una seduta con schienale alto – magari reclinabile – e poggiatesta e, se possibile, con un poggiapiedi per sollevare anche le gambe.

Come disporre divano e tv

Guardando la televisione non è solo consigliabile stare seduti, ma anche rilassati. Un corpo in relax può mantenere a lungo una postura corretta. Per essere certi di fare un ottimo acquisto bisogna dare la propria preferenza a divani o poltrone dalla seduta ergonomica, evitando quelli con imbottiture troppo morbide, lo schienale basso e senza braccioli. Oggi sono sempre più numerosi i laboratori artigianali in grado di dare risposte concrete alle esigenze di chi arreda la casa.

Continua la lettura di Come disporre divano e tv in soggiorno? su il Canavese.

]]>
Come arredare la cucina? Consigli utili https://ilcanavese.it/casa/come-arredare-la-cucina-consigli-utili/ Sat, 20 Oct 2018 14:34:09 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41554 Come arredare la cucina? Da sempre è uno dei luoghi privilegiati della casa, scelto per condividere con la famiglia e gli amici i momenti di maggiore convivialità. Ma anche per ritrovare il gusto dei gesti quotidiani, lontani dalla frenetica routine lavorativa. Da qualche tempo l’ambiente cucina ha assunto il ruolo centrale nell’ambito della vita domestica, […]

Continua la lettura di Come arredare la cucina? Consigli utili su il Canavese.

]]>
Come arredare la cucina? Da sempre è uno dei luoghi privilegiati della casa, scelto per condividere con la famiglia e gli amici i momenti di maggiore convivialità. Ma anche per ritrovare il gusto dei gesti quotidiani, lontani dalla frenetica routine lavorativa. Da qualche tempo l’ambiente cucina ha assunto il ruolo centrale nell’ambito della vita domestica, quale luogo privilegiato di incontro e… sperimentazione.

Come arredare la cucina?

La cucina, infatti, è anche il laboratorio in cui sperimentare la riscoperta passione per i fornelli e la gastronomia. Innovativi e tecnologici, oppure rustici, country e tradizionali, gli arredi per la cucina devono essere studiati per essere funzionali, con materiali di altissima qualità. Gli elettrodomestici sono all’avanguardia, e contribuiscono a razionalizzare e rendere più efficiente il tempo e lo spazio, sempre più preziosi per gli sposi. La cucina è uno dei punti vivi della casa, in essa si svolgono oggi svariate attività che esulano dal semplice cucinare; basti pensare che molto spesso è proprio in questo luogo che si ricevono ed intrattengono amici e conoscenti. La cucina rappresenta, quindi, uno degli elementi d’arredo fondamentali per ogni casa.

Un progetto da valutare con attenzione

Il progetto di arredare la cucina deve essere attentamente valutato sia per quanto riguarda l’aspetto architettonico che quello componentistico. Prima di scegliere mobili, elettrodomestici e tutti gli accessori che compongono la cucina, gli esperti consigliano, infatti, di valutare il grado di assistenza offerto dai rivenditori, così da essere già a conoscenza della loro disponibilità in caso di mal funzionamento. In secondo luogo è bene analizzare la tipologia e la qualità del materiale impiegato per i rivestimenti ed i mobili. Non si tratta soltanto di utilizzare al meglio i metri quadri a disposizione, ma soprattutto di disegnare in essi percorsi e distribuzione di aree di lavoro le più comode e razionali possibili, il tutto, naturalmente all’interno di un immagine estetica in totale sintonia con il proprio personale modo di percepire la cucina come “luogo” all’interno dell’intera abitazione.

Serve un arredo funzionale

La distribuzione degli arredi e la dislocazione in essi dei componenti e degli elettrodomestici costruiscono un insieme armonico che consente lo svolgimento delle operazioni fondamentali che ruotano intorno all’atto del mangiare: la conservazione, la pulizia e la preparazione. Una cucina arredata in modo funzionale aiuta a ridurre la fatica quotidiana: l’ergonomia, disciplina scientifica che studia come progettare l’ambiente di lavoro per migliorare sicurezza, comfort e benessere, sostiene che in una cucina adeguatamente organizzata è possibile ridurre notevolmente le ore dedicate al lavoro e i chilometri percorsi spostandosi nel locale. Una cucina normalmente include una zona lavaggio, una zona per la conservazione e lo stivaggio dei cibi ed una zona cottura. Il lavello può essere ad una o due vasche, con il gocciolatoio a fianco, lo scolapiatti pensile e la lavastoviglie sottostante.

I piani di lavoro

Vicino alla zona lavaggio andrebbe previsto lo spazio destinato a conservare i cibi. I piani di lavoro devono essere ben suddivisi, il lavello e il piano di cottura non devono essere attigui, un piano di lavoro li separerà, il piano di cottura deve essere provvisto di cappa aspirante, la lavastoviglie non esclude lo scolapiatti, utile inoltre avere in cucina anche un depuratore d’aria che elimina la polvere, contenitori estraibili, sotto il lavello, per la raccolta differenziata dei rifiuti. La scelta fra scaffali con ante chiuse o scaffali a giorno è una scelta puramente estetica non sempre compagna della praticità: se si opta per la soluzione: ante a giorno, è importante tener presente che gli oggetti esposti dovranno essere sempre in ordine. Ora sapete come arredare la cucina.

Continua la lettura di Come arredare la cucina? Consigli utili su il Canavese.

]]>
Football americano: I Mastini al lavoro a Rivarolo per una grande annata https://ilcanavese.it/sport/football-americano-i-mastini-al-lavoro/ https://ilcanavese.it/sport/football-americano-i-mastini-al-lavoro/#respond Sat, 20 Oct 2018 14:03:15 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41513 I Mastini, storica franchigia canavesana dedita al football americano, sono tornati al lavoro in vista della prossima annata agonistica. E sarà una stagione davvero ricca di novità. Football americano con I Mastini I Mastini, storica franchigia canavesana dedita al football americano, sono tornati al lavoro in vista della prossima annata agonistica. E sarà una stagione […]

Continua la lettura di Football americano: I Mastini al lavoro a Rivarolo per una grande annata su il Canavese.

]]>
I Mastini, storica franchigia canavesana dedita al football americano, sono tornati al lavoro in vista della prossima annata agonistica. E sarà una stagione davvero ricca di novità.

Football americano con I Mastini

I Mastini, storica franchigia canavesana dedita al football americano, sono tornati al lavoro in vista della prossima annata agonistica. E sarà una stagione davvero ricca di novità, ad iniziare dalla nuova casa del sodalizio. Infatti, nel 2019 le gare interne saranno giocate al Centro Polisportivo di Rivarolo. Ed in via Trieste i componenti della rosa e dello staff tecnico si sono ritrovati di recente per iniziare gli allenamenti e gettare le basi per il prossimo campionato di Seconda Divisione, dove i nostri saranno nuovamente ai nastri di partenza. Dopo un ritiro di tre giorni a Gignod, in Val d’Aosta, la squadra dei Mastini sta ora prendendo ulteriormente forma.

Nuova casa a Rivarolo Canavese

A livello di coaching staff, due sono le importanti «new entry» che sono state condotte in porto: per la difesa ecco arrivare dai Pirates Savona Mauro Ferrari, mentre dai Giaguari Torino, in questo caso per l’attacco, è giunto Stefano Scarpitti. «Siamo al lavoro per completare lo staff tecnico – dicono dai Mastini – Diversi i nomi in trattativa, tra cui quello dell’ex NFL (Oakland Raiders) Jeremy Brigham nella posizione di capo allenatore, per il cui ingaggio si stanno definendo i dettagli». Sta prendendo forma, inoltre, il roster relativo ai giocatori che vestiranno i colori de I Mastini.

Squadra rinnovata

Diversi gli atleti che sposeranno la causa, mentre altri presto si uniranno al gruppo attuale, a conferma della volontà di vivere un’altra bella stagione da protagonisti. Un po’ come quella del 2018, che ha regalato delle belle soddisfazioni al club. Infine, non va dimenticato l’impegno anche nel settore giovanile. I Mastini, infatti, stanno crescendo una serie di ragazzi in vista del futuro. Per quanto concerne la categoria Under 13, questi sono impegnati con i colori dei Templars Canavese, società che è direttamente affiliata al mondo Mastini. Invece, altri giovani sono attualmente in prestito: alcuni sono di scena nel campionato Under 16 con la casacca dei Rhinos di Milano, mentre gli Under 19 sono stati inseriti nel gruppo dei Giaguari di Torino.

Continua la lettura di Football americano: I Mastini al lavoro a Rivarolo per una grande annata su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/sport/football-americano-i-mastini-al-lavoro/feed/ 0
Palazzo D’Oria: venerdì 26 ottobre presentazione progetto GIRAcammino https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/presentazione-progetto-giracammino/ https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/presentazione-progetto-giracammino/#respond Sat, 20 Oct 2018 13:45:05 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41548 Ultimi preparativi a palazzo D’Oria a Ciriè per la presentazione del progetto GIRAcammino. Appuntamento venerdì 26 ottobre 2018 alle ore 17.30. Progetto GIRAcammino Ultimi preparativi a palazzo D’Oria a Ciriè per la presentazione del progetto GIRAcammino. Appuntamento venerdì 26 ottobre 2018 alle ore 17.30. L’iniziativa, che sta riscuotendo grande interesse e che offre un’opportunità di benessere a costo […]

Continua la lettura di Palazzo D’Oria: venerdì 26 ottobre presentazione progetto GIRAcammino su il Canavese.

]]>
Ultimi preparativi a palazzo D’Oria a Ciriè per la presentazione del progetto GIRAcammino. Appuntamento venerdì 26 ottobre 2018 alle ore 17.30.

Progetto GIRAcammino

Ultimi preparativi a palazzo D’Oria a Ciriè per la presentazione del progetto GIRAcammino. Appuntamento venerdì 26 ottobre 2018 alle ore 17.30. L’iniziativa, che sta riscuotendo grande interesse e che offre un’opportunità di benessere a costo zero per tutti, e per i meno giovani in particolare,  sarà illustrata dai promotori, alla presenza del Sindaco Loredana Devietti e dell’Assessore Andrea Sala.

Presentazione a palazzo D’Oria

La presentazione del Progetto GIRAcammino sarà preceduta da una passeggiata speciale. Si tratta infatti di una passeggiata all’insegna del “camminare insieme”.  Prenderà quindi  il via dalla struttura “Il Girasole” alle 16.30 per concludersi a Palazzo D’Oria. Il progetto oltre che con il patrocinio della città di Ciriè è realizzato dall’associazione di volontariato il Girasole con l’Asl To-4 e il Cis.

Sala Consiliare

Alla presentazione del progetto GIRAcammino, oltre al sindaco e all’assessore Sala, interverranno pertanto Giorgio Bellan (Responsabile SSD Promozione della Salute-Dip. di Prevenzione ASL TO4) e Livia Reineri (Direttrice della residenza per anziani “Il Girasole” di Ciriè). Con loro ci saranno quindi Mario Giacobbi (Presidente dell’Associazione di volontariato “Il Girasole” O.N.L.U.S) e Carla Echino (Walking Leader).

Continua la lettura di Palazzo D’Oria: venerdì 26 ottobre presentazione progetto GIRAcammino su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/presentazione-progetto-giracammino/feed/ 0
Pesce mal conservato al ristorante: titolare denunciato dalla Polizia municipale https://ilcanavese.it/cronaca/pesce-mal-conservato-al-ristorante/ https://ilcanavese.it/cronaca/pesce-mal-conservato-al-ristorante/#respond Sat, 20 Oct 2018 13:43:01 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41551 Un ristoratore del torinese nei guai. L’uomo è stato infatti denunciato dagli agenti della Polizia municipale. Durante un controllo, i vigili hanno trovato pesce mal conservato. Pesce mal conservato al ristorante Nella mattinata di oggi, sabato 20 ottobre, una pattuglia di Agenti del Comando Porta Palazzo della Polizia Municipale Torino ha effettuato un controllo all’interno […]

Continua la lettura di Pesce mal conservato al ristorante: titolare denunciato dalla Polizia municipale su il Canavese.

]]>
Un ristoratore del torinese nei guai. L’uomo è stato infatti denunciato dagli agenti della Polizia municipale. Durante un controllo, i vigili hanno trovato pesce mal conservato.

Pesce mal conservato al ristorante

Nella mattinata di oggi, sabato 20 ottobre, una pattuglia di Agenti del Comando Porta Palazzo della Polizia Municipale Torino ha effettuato un controllo all’interno di un ristorante del capoluogo. Pesca mal conservato e ristoratore nei guai. L’attività era finalizzata alla tutela della salute pubblica e del consumatore. All’interno del ristorante, gli agenti hanno rinvenuto alcuni chilogrammi di pesce trovati in evidente cattivo stato di conservazione.

Titolare denunciato

Nello specifico, come confermano dal Comando di Polizia Municipale, gli agenti hanno trovato quasi 5 chilogrammi di pesce spada e paranza nel congelatore in cattivo stato di conservazione. A causa del pesce mal conservato al ristorante, il titolare dell’attività è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Sanzione da 1000 euro

Il titolare del ristorante, dove è stato trovato dai civich del pesce mal conservato in un surgelatore “da incubo”, è sanzionato per 1000 euro. La sanzione è infatti per il cattivo stato di igiene del locale adibito a cucina. L’esercizio pubblico si trova in centro, non molto lontano da Porta palazzo. Il titolare è un 56enne, cittadino di nazionalità italiana.

Continua la lettura di Pesce mal conservato al ristorante: titolare denunciato dalla Polizia municipale su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/pesce-mal-conservato-al-ristorante/feed/ 0
Carnevale di Ivrea: nominati il responsabile organizzativo e quello storico artistico https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/carnevale-di-ivrea-nominati-responsabile/ https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/carnevale-di-ivrea-nominati-responsabile/#respond Sat, 20 Oct 2018 13:20:40 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41516 Storico Carnevale di Ivrea: nominati il responsabile organizzativo e il responsabile storico artistico per l’edizione 2019 della manifestazione Sono Gianluca Actis Perino e Marco Adriano. Carnevale di Ivrea 2019 Nominati il responsabile organizzativo e il responsabile storico artistico per l’edizione 2019 della manifestazione Sono infatti Gianluca Actis Perino e Marco Adriano i nuovi nomi che […]

Continua la lettura di Carnevale di Ivrea: nominati il responsabile organizzativo e quello storico artistico su il Canavese.

]]>
Storico Carnevale di Ivrea: nominati il responsabile organizzativo e il responsabile storico artistico per l’edizione 2019 della manifestazione Sono Gianluca Actis Perino e Marco Adriano.

Carnevale di Ivrea 2019

Nominati il responsabile organizzativo e il responsabile storico artistico per l’edizione 2019 della manifestazione Sono infatti Gianluca Actis Perino e Marco Adriano i nuovi nomi che entrano a far parte dello staff operativo della Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea. Il primo alla guida della macchina operativa, il secondo degli aspetti storico-artistici della manifestazione. Entrambi profondi conoscitori e amanti del Carnevale hanno partecipato e preso parte alla manifestazione in più occasioni e quest’anno li attende un ruolo operativo. A loro un augurio di buon lavoro per l’edizione 2019 che ci si appresta già ad organizzare e un ringraziamento ai predecessori, Davide Marchegiano e Maurizio Leggero.

Prime nomine

“Con grande entusiasmo ho accettato l’incarico affidatomi dalla Fondazione e per questo ringrazio il Presidente a cui sono legato fin dai tempi del Consorzio per avermi voluto al suo fianco. Sono pronto ad impegnarmi per far sì che la nostra storica Manifestazione possa continuare a regalare emozioni uniche al popolo eporediese e non. Il mio primo pensiero dopo la nomina è andato a papà Serafino che ha ricoperto questo ruolo nelle edizioni degli anni ‘80. Non vedo l’ora di poter incontrare tutti i collaboratori e i volontari per poter incominciare questa nuova avventura”. Con queste parole Actis Perino commenta pertanto l’incarico ricevuto per lo Storico Carnevale di Ivrea 2019.

Ecco i responsabili organizzativo e storico artistico

“Sono felice che la Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea, nella persona del Presidente Piero Gillardi abbia rivolto a me questa richiesta, che mi vedrà coinvolto nel ruolo di colui che deve far rispettare il Cerimoniale dello Storico Carnevale di Ivrea.” commenta Marco Adriano. “Vivo a Ivrea da quando ho pochi mesi, essendo nato a Moncalieri, e mi considero eporediese a tutti gli effetti, amo la città di Ivrea, la sua storia e le sue tradizioni. La mia parola d’ordine è partecipazione. Nel passato ho ricoperto per vent’anni la divisa da Ufficiale dello Stato Maggiore. Per tre anni ho quindi ricoperto gli austeri panni del Sostituto del Gran Cancelliere. Entrando ancora di più nelle “righe” della manifestazione e del Cerimoniale stesso. Concludo ringraziando il mio predecessore, Maurizio Leggero”.

Continua la lettura di Carnevale di Ivrea: nominati il responsabile organizzativo e quello storico artistico su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/carnevale-di-ivrea-nominati-responsabile/feed/ 0
Trovato con 200 grammi di marijuana in casa: 34enne canavesano denunciato https://ilcanavese.it/cronaca/marijuana-in-casa-34enne-denunciato/ https://ilcanavese.it/cronaca/marijuana-in-casa-34enne-denunciato/#respond Sat, 20 Oct 2018 12:04:55 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41540 Un 34enne canavesano è finito nei guai con la giustizia. L’uomo è stato trovato con 200 grammi di marijuana in casa dai Caribinieri di Castellamonte. 34enne canavesano denunciato Un 34enne canavesano è finito nei guai con la giustizia. Prosegue con risultati eccellenti l’attività dei Carabinieri della compagnia di Ivrea per prevenire e reprimere lo spaccio di droga sul nostro […]

Continua la lettura di Trovato con 200 grammi di marijuana in casa: 34enne canavesano denunciato su il Canavese.

]]>
Un 34enne canavesano è finito nei guai con la giustizia. L’uomo è stato trovato con 200 grammi di marijuana in casa dai Caribinieri di Castellamonte.

34enne canavesano denunciato

Un 34enne canavesano è finito nei guai con la giustizia. Prosegue con risultati eccellenti l’attività dei Carabinieri della compagnia di Ivrea per prevenire e reprimere lo spaccio di droga sul nostro territorio. Una persona denunciata e 240 grammi di marijuana sequestrati. È questo il bilancio dell’attività antidroga svolta nei giorni scorsi dai carabinieri di Castellamonte, agli ordini del maresciallo maggiore, Francesco Malloci.

200 grammi di marijuana in casa

I militari dell’Arma hanno infatti perquisito, nella città della ceramica, l’abitazione di un 34enne già noto alle forze dell’ordine. I carabinieri hanno quindi rinvenuto e sequestrato complessivamente 240 grammi di infiorescenze, foglie e rami di marijuana. Nonché un grinder per triturare la sostanza stupefacente. I militi hanno denunciato l’uomo in stato di libertà alla Procura di Ivrea per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Continua la lettura di Trovato con 200 grammi di marijuana in casa: 34enne canavesano denunciato su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/marijuana-in-casa-34enne-denunciato/feed/ 0
Si lancia dal balcone per sfuggire ai poliziotti: pusher 38enne arestato https://ilcanavese.it/cronaca/lancia-dal-balcone-pusher-38enne-arestato/ https://ilcanavese.it/cronaca/lancia-dal-balcone-pusher-38enne-arestato/#respond Sat, 20 Oct 2018 11:52:05 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41521 Si lancia dal balcone per sfuggire agli agenti della Polizia di Stato. Pusher 38enne arrestato dai poliziotti a Torino. Pusher 38enne arrestato A Torino pusher 38enne arrestato. L’altro giorno, attorno alle ore 18.20, personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Torino ha proceduto in via Romagnano, di fronte al civico 10, […]

Continua la lettura di Si lancia dal balcone per sfuggire ai poliziotti: pusher 38enne arestato su il Canavese.

]]>
Si lancia dal balcone per sfuggire agli agenti della Polizia di Stato. Pusher 38enne arrestato dai poliziotti a Torino.

Pusher 38enne arrestato

A Torino pusher 38enne arrestato. L’altro giorno, attorno alle ore 18.20, personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Torino ha proceduto in via Romagnano, di fronte al civico 10, all’arresto di DIOP MoustaphaMbaye. L’uomo è nato a Mbediene (Senegal) nel 1980. E’ responsabile del reato di cui all’ Art. 73 D.P.R. 309/90, in quanto trovato in possesso di una borsa a tracolla contenente sostanza stupefacente del tipo cocaina dal peso di 34 grammi lordi.

Tentativo di fuga

Il pusher 38enne arrestato ha tentato la fuga. L’uomo infatti, nel corso dell’accesso all’abitazione dei poliziotti, si dava a precipitosa fuga lanciandosi dal balcone. Dopo aver raggiunto il suolo e il marciapiede ed aver fatto pochi passi, Diop si accasciava a terra lamentando dolori alle gambe. Traumi riportati infatti a causa delle lesioni che si è procurato cadendo. Il personale del 118 giungeva pochi minuti dopo sul posto, accompagnando l’arrestato in ospedale. Non corre pericolo di vita.

Continua la lettura di Si lancia dal balcone per sfuggire ai poliziotti: pusher 38enne arestato su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/lancia-dal-balcone-pusher-38enne-arestato/feed/ 0
Caffè letterario in biblioteca: tornano gli incontri con gli autori a Ciriè https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/caffe-letterario-in-biblioteca-cirie/ https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/caffe-letterario-in-biblioteca-cirie/#respond Sat, 20 Oct 2018 11:44:15 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41537 Caffè Letterario in Biblioteca. Da martedì 23 ottobre, torna il ciclo di incontri con gli autori a Ciriè. Caffè letterario in Biblioteca Inizieranno martedì 23 ottobre 2018 gli appuntamenti con il Caffè Letterario in Biblioteca Civica A. Corghi di Cirié, giunto alla seconda edizione. Otto gli incontri in calendario quest’anno, tre in più rispetto al […]

Continua la lettura di Caffè letterario in biblioteca: tornano gli incontri con gli autori a Ciriè su il Canavese.

]]>
Caffè Letterario in Biblioteca. Da martedì 23 ottobre, torna il ciclo di incontri con gli autori a Ciriè.

Caffè letterario in Biblioteca

Inizieranno martedì 23 ottobre 2018 gli appuntamenti con il Caffè Letterario in Biblioteca Civica A. Corghi di Cirié, giunto alla seconda edizione. Otto gli incontri in calendario quest’anno, tre in più rispetto al 2017, distribuiti tra fine ottobre e fine novembre, che offriranno ai sempre numerosi partecipanti la possibilità di scoprire, direttamente dalle parole degli autori e con l’intervento di abili conduttori, alcune delle opere più interessanti della narrativa italiana contemporanea.

Otto incontri con l’autore

La rassegna Caffè letterario in biblioteca di quest’anno propone una selezione di qualità, adatta ai gusti di tutti i lettori, che spazia dal romanzo alla saggistica, toccando temi di grande attualità.Tutte le serate, a ingresso libero, inizieranno alle 20.45. La rassegna di quest’anno si aprirà martedì 23 ottobre con “La scrittrice del mistero” di Alice Basso, alla quale farà seguito, il 26 ottobre, Antonella Frontani con “L’equilibrio delle illusioni”. Gli incontri di novembre vedranno protagonista, martedì 6 novembre, Emilio Gentile, storico noto a livello internazionale, attento studioso della storia contemporanea,  che presenterà la sua ultima opera, da pochissimo in libreria:“Ascesa e declino dell’Europa nel mondo 1898-1918”.

Appuntamenti imperdibili

Giovedì 8 novembre l’appuntamento con il Caffè letterario in Biblioteca sarà con un giallo avvincente, “Uccidete il camaleonte”. Sarà presentato dall’autore Carlo F. De Filippis. Mercoledì 14 novembre sarà ospite della serata Gianni Oliva. Con “Il caso Moro”. Venerdì 16 l’appuntamento sarà invece con Giada Sundas. Con i suoi post e il suo blog è diventata  una delle mamme più famose del web, e che presenterà “Mamme coraggiose per figli ribelli”. Mercoledì 28 novembre sarà Massimo Tallone a presentare il suo noir “Le api dei cappuccini”.

Gran finale

Il ciclo di Caffè Letterario in Biblioteca 2018 si chiuderà quindi venerdì 30 novembre con un’ospite di eccezione: avremo infatti a Cirié Lucia Annibali, per presentare infatti il suo libro “Io ci sono – La mia storia di non amore”. Lucia Annibali, giovane avvocato  pesarese, divenne tristemente nota  alle cronache quando il 16 aprile 2013 il suo volto venne sfregiato con l’acido da due uomini. Erano stati infatti mandati dal suo ex-fidanzato, poi condannato a 20 anni di reclusione per tentato omicidio e stalking.

Continua la lettura di Caffè letterario in biblioteca: tornano gli incontri con gli autori a Ciriè su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/caffe-letterario-in-biblioteca-cirie/feed/ 0
Insulti razziali ad una ragazzina sul bus: 60enne rinviato a giudizio https://ilcanavese.it/cronaca/insulti-razziali-ad-una-ragazzina-sul-bus/ https://ilcanavese.it/cronaca/insulti-razziali-ad-una-ragazzina-sul-bus/#respond Sat, 20 Oct 2018 11:15:10 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41490 Sta facendo molto discutere in caso del 60enne rinviato a giudizio perché avrebbe rivolto insulti razziali ad una ragazzina sul bus. L’episodio è avvenuto nel torinese. Insulti razziali ad una ragazzina sul bus Guai giudiziari per un sessantenne torinese. L’uomo è stato rinviato a giudizio con l’accusa di aver rivolto insulti razziali ad una ragazzina […]

Continua la lettura di Insulti razziali ad una ragazzina sul bus: 60enne rinviato a giudizio su il Canavese.

]]>
Sta facendo molto discutere in caso del 60enne rinviato a giudizio perché avrebbe rivolto insulti razziali ad una ragazzina sul bus. L’episodio è avvenuto nel torinese.

Insulti razziali ad una ragazzina sul bus

Guai giudiziari per un sessantenne torinese. L’uomo è stato rinviato a giudizio con l’accusa di aver rivolto insulti razziali ad una ragazzina sul bus. L’episodio sarebbe avvenuto nel 2017. Il processo, invece, si aprirà nell’ottobre del 2019. Secondo il racconto dell’allora 15enne di colore, una volta salita sul pullman sarebbe stata pesantemente apostrofata dall’anziano.

60enne rinviato a giudizio

Il caso degli insulti razziali ad una ragazzina sul bus di linea del torinese torna quindi al centro dell’attenzione mediatica e non solo. Il 60enne avrebbe infatti aggredito l’adolescente di colore con frasi pesanti- “E’ inutile che studi e vai a scuola- – avrebbe detto l’uomo – tanto finirai per strada. Torna a casa tua”.

Indagine dei carabinieri

Della vicenda degli insulti razziali ad una ragazzina di colore sul bus se ne occuparono anche i militari dell’Arma. Anche grazie alle immagini immortalate dalle telecamere del bus, i carabinieri rintracciarono il 60enne. Si tratta di un uomo torinese, disoccupato e senza fissa dimora. La ragazzina, mamma italiana e papà originario dell’Africa, al momento dell’aggressione stava andando in pullman a scuola. E’ stata accompagnata a fare denuncia ai carabinieri dal presidente della società di basket per cui gioca.

Continua la lettura di Insulti razziali ad una ragazzina sul bus: 60enne rinviato a giudizio su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/insulti-razziali-ad-una-ragazzina-sul-bus/feed/ 0
Iaria sul Ponte Preti: “Sta per partire la manutenzione programmata, basta allarmismi” https://ilcanavese.it/cronaca/iaria-sul-ponte-preti-allarmismi/ https://ilcanavese.it/cronaca/iaria-sul-ponte-preti-allarmismi/#respond Sat, 20 Oct 2018 10:21:09 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41525 Il consigliere metropolitano Antonino Iaria torna sulla vicenda dello “stato di salute” del Ponte Preti. “Sta per partire la manutenzione programmata, basta allarmismi”. Il consigliere metropolitano Iaria sul Ponte Preti Ponte Preti, Strambinello. La Città Metropolitana di Torino sta aggiornando le prove diagnostiche sui materiali del 2005 (una campagna di controllo periodico) e le indagini relative, subito […]

Continua la lettura di Iaria sul Ponte Preti: “Sta per partire la manutenzione programmata, basta allarmismi” su il Canavese.

]]>
Il consigliere metropolitano Antonino Iaria torna sulla vicenda dello “stato di salute” del Ponte Preti. “Sta per partire la manutenzione programmata, basta allarmismi”.

Il consigliere metropolitano Iaria sul Ponte Preti

Ponte Preti, Strambinello. La Città Metropolitana di Torino sta aggiornando le prove diagnostiche sui materiali del 2005 (una campagna di controllo periodico) e le indagini relative, subito dopo, seguiranno le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria sui degradi superficiali rilevati; si tratta di opere finanziate sul bilancio di quest’anno per 200 mila euro. Il Ponte Preti ha problemi di traffico e proprio le osservazioni in corso sui flussi di viabilità stanno facendo approfondire ai tecnici di Città metropolitana alcune soluzioni per migliorare la gestione del nodo viario

Basta allarmismi

“Mentre i nostri tecnici lavorano, stanno purtroppo continuando una serie di inaccettabili allarmismi sulle condizioni del Ponte Preti, che paventano emergenze e soprattutto sconfinando senza alcun titolo nè competenza in mansioni tecniche. Sono preoccupato per l’innalzarsi di una pericolosa ed ingiustificata polemica ed intendo ripetere ancora una volta lo stato dell’arte”. Il consigliere metropolitano Antonino Iaria delegato ai lavori pubblici interviene sulle rinnovate dichiarazioni di Eugenio Bozzello attraverso i social che rilanciano allarmi sul Ponte Preti.

Tecnici al lavoro

“Il finanziamento per le operazioni di monitoraggio pari a 200mila euro era già contenuto nel bilancio di previsione che il Consiglio metropolitano ha approvato a marzo 2018. – ricorda ancora una volta Iaria sul Ponte Preti – Io stesso avevo già anticipato nel corso della riunione a Castellamonte che avremmo ripetuto ulteriori controlli con prove sui materiali. Trovo inaccettabile continuare a creare allarmismi, paventando un’emergenza quando quest’operazione di monitoraggio era programmata e finanziata da mesi”.

Diagnostica innovativa e investimenti

Iaria prosegue ricordando che “nella documentazione di archivio, è stato reperita la prova del collaudo statico della struttura, che già alla data di costruzione ha provato la struttura sotto carico di rulli compattatori certificandone la funzionalità, collaudo eseguito da Prof Albenga”. Il Ponte Preti non è l’unico su cui sono in corso il monitoraggio ed i controlli. Iaria sottolinea che “è necessaria una nuova stagione di investimenti in merito alla diagnostica innovativa sui manufatti esistenti. Per poter programmare risorse certe per la manutenzione. “La gara pubblica per l’affidamento dei servizi di diagnostica e monitoraggio riguarda tutte le altre strutture edilizie e viarie di nostra competenza nel territorio metropolitano”.

Continua la lettura di Iaria sul Ponte Preti: “Sta per partire la manutenzione programmata, basta allarmismi” su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/iaria-sul-ponte-preti-allarmismi/feed/ 0
Prevenzione dentale, ottobre è il mese dedicato https://ilcanavese.it/salute/prevenzione-dentale-ottobre-mese-dedicato/ Sat, 20 Oct 2018 10:11:34 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41529 Prevenzione dentale, ottobre è il mese dedicato a questo importante argomento. L’iniziativa è proposta in Italia da Andi, Associazione Nazionale Dentisti Italiani, in collaborazione con un noto marchio di prodotti di igiene dentale. Si tratta di una visita di controllo gratuita che, anno dopo anno, ha permesso di sensibilizzare intorno all’importanza della prevenzione centinaia di […]

Continua la lettura di Prevenzione dentale, ottobre è il mese dedicato su il Canavese.

]]>
Prevenzione dentale, ottobre è il mese dedicato a questo importante argomento. L’iniziativa è proposta in Italia da Andi, Associazione Nazionale Dentisti Italiani, in collaborazione con un noto marchio di prodotti di igiene dentale. Si tratta di una visita di controllo gratuita che, anno dopo anno, ha permesso di sensibilizzare intorno all’importanza della prevenzione centinaia di migliaia di italiani. Non a caso proprio l’Italia è uno dei paesi in cui la salute orale è tra le migliori d’Europa.

Prevenzione dentale, che cosa significa?

Durante la visita si effettua il controllo delle mucose si misura il pH salivare per suggerire al paziente, se ritenuto necessario, un percorso di prevenzione, da portare avanti durante il corso dell’anno. Esso comprende alcune importanti prestazioni odontoiatriche di natura preventiva, offerte a importi privilegiati. In particolare le trattamenti rientranti nell’iniziativa sono l’igiene orale con ablazione del tartaro, la sigillatura dei solchi e la fluoroprofilassi professionale.

Continua la lettura di Prevenzione dentale, ottobre è il mese dedicato su il Canavese.

]]>
Dormire bene previene il mal di schiena https://ilcanavese.it/salute/dormire-bene-previene-il-mal-di-schiena/ Sat, 20 Oct 2018 10:06:56 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41526 Dormire bene previene il mal di schiena. Sapevate che il mal di schiena e la cervicale possono essere la conseguenza di una corretta postura durante il sonno? Paradossalmente, infatti, è proprio il riposo tra le principali cause scatenanti sia del dolore lombosacrale, sia del torcicollo. Ciò accade perché la muscolatura vertebrale, durante il sonno, si […]

Continua la lettura di Dormire bene previene il mal di schiena su il Canavese.

]]>
Dormire bene previene il mal di schiena. Sapevate che il mal di schiena e la cervicale possono essere la conseguenza di una corretta postura durante il sonno? Paradossalmente, infatti, è proprio il riposo tra le principali cause scatenanti sia del dolore lombosacrale, sia del torcicollo. Ciò accade perché la muscolatura vertebrale, durante il sonno, si contrae irrigidendosi. Lo scopo è  evitare un doloroso risveglio e pertanto è di fondamentale importanza scegliere bene il materasso ed evitare posizioni scorrette. In caso di mal di schiena ricorrente, senza che vi siano patologie più gravi accertate dal medico curante, gli esperti consigliano di dormire a pancia in su con le mani lungo i fianchi o sul fianco. Perché solo in questo modo la colonna vertebrale può rimanere allineata correttamente alla testa.

Dormire bene previene il mal di schiena

Un suggerimento pratico è quello di posizionare un cuscino sotto le ginocchia e un asciugamano attorno alla vita per permettere alla colonna vertebrale di mantenere la sua curva nella parta bassa della schiena. Per chi soffre di cervicalgia invece è altamente sconsigliato dormire a pancia in giù: questo significherebbe girare la testa da un lato e il collo ne risentirebbe! Meglio invece dormire supini usando un cuscino basso o di lato usando due cuscini bassi per permettere al collo di essere allineato con il resto del corpo. Uno dei momenti cruciali per chi ha problemi al collo è il momento del risveglio e, soprattutto, l’atto dell’alzarsi. E’ infatti importante mettersi su un fianco e darsi la spinta con la mano e il braccio per tirarsi su. Mentre il tronco sale, le gambe scendono fino a toccare il suolo.

E durante la giornata?

Lasciato il letto, come affrontare la giornata per essere certi di non incappare nel temuto mal di schiena? Ebbene, qualunque sia la propria attività professionale è importante ricordarsi di evitare di sollevare carichi pesanti a busto flesso. Quando questo capita molto meglio piegare le ginocchia mantenendo la schiena dritta. Questo semplice accorgimento è fondamentale per evitare e prevenire il tanto temuto colpo della strega. Ma soprattutto ricordate che dormire bene previene il mal di schiena.

Continua la lettura di Dormire bene previene il mal di schiena su il Canavese.

]]>
Fumetti al Plaza Cafè: protagonista il salassese Andrea Cavaletto https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/fumetti-al-plaza-cafe-andrea-cavaletto/ https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/fumetti-al-plaza-cafe-andrea-cavaletto/#respond Sat, 20 Oct 2018 10:00:09 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41509 Il salassese Andrea Cavaletto protagonista in Canavese di una giornata speciale, che lo vedrà di fatto giocare «in casa». Si tratta di  «Fumetti al Plaza Cafè», manifestazione alla sua seconda edizione che dalle 15.30 in poi calamiterà l’attenzione di appassionati e curiosi. Andrea Cavaletto sugli scudi Il suo è un nome sempre più apprezzato nel […]

Continua la lettura di Fumetti al Plaza Cafè: protagonista il salassese Andrea Cavaletto su il Canavese.

]]>
Il salassese Andrea Cavaletto protagonista in Canavese di una giornata speciale, che lo vedrà di fatto giocare «in casa». Si tratta di  «Fumetti al Plaza Cafè», manifestazione alla sua seconda edizione che dalle 15.30 in poi calamiterà l’attenzione di appassionati e curiosi.

Andrea Cavaletto sugli scudi

Il suo è un nome sempre più apprezzato nel mondo dell’horror internazionale. Anzi, per certi versi, si può tranquillamente dire che molti dei riconoscimenti più importanti li ha ottenuti proprio fuori dai patrii confini. Con mano sapiente, grande attenzione ai particolari e una profonda conoscenza e passione «della materia», il salassese Andrea Cavaletto oggi è uno dei personaggi di grido del cinema e dei fumetti legati al genere. Il rischio, come sempre, è però di «sminuire» parte di quello che è l’operato del canavesano. Il quale, nel prossimo fine settimana, sarà protagonista di una giornata speciale. Si tratta di  «Fumetti al Plaza Cafè», manifestazione alla sua seconda edizione. A Salassa dalle 15.30 in poi calamiterà l’attenzione di appassionati e curiosi, proponendo una serie di momenti diversi, tutti coinvolgenti.

Fumetti al Plaza Cafè

Tra convegni, gare di calcetto tra gli ospiti, aperitivi, spazi dedicati ai più piccoli, quello del 20 ottobre è un evento per palati sopraffini. Dove Andrea Cavaletto sarà al centro dell’attenzione: «Scherzosamente qualcuno lo ha definito un “Cavaletto & Friends» – commenta divertito lo sceneggiatore canavesano – Anche se è innegabile che per me sarà un momento importante, essendo l’occasione per l’anteprima di «Madre», il romanzo grafico che ho realizzato con Simona Simone e che inaugura la serie di “graphic novel” della collana Undergound Comics,  ideata e gestita dall’editor Luca Canale Brucculeri per conto della Soletti Editore, è questa l’opportunità per tanti di conoscere da vicino alcuni protagonisti di questo mondo». Da Stefania Caretta a Giulia Francesca Massaglia, da Federico Di Meo a Daniele Statella, da Walter Trono a Cristiano Sartor, senza dimenticare Claudio Chiaverotti, sceneggiatore di Dylan Dog e Brendon, tanti sono gli ospiti di livello che hanno accettato l’invito di Mirko Romanelli.

Talento emergente

Certo è che Cavaletto, in questi anni di gavetta, ha saputo ritagliarsi uno spazio sempre maggiore: «Lo devo al fatto che ho deciso di scrivere quello che più mi piace, senza dover pensare alla censura o ciò che deve per forza piacere agli altri. E’ vero che il mio è per molti aspetti un genere “estremo”, ma il tutto è fatto e scritto con un sottotesto evidente. Pure “Madre” segue tale percorso. Chi legge, come chi guarda un film, certamente resta scioccato da certe mie scelte, ma queste hanno una motivazione ben precisa». Negli anni, come anticipato, Andrea Cavaletto ha visto i film di cui è stato «ispiratore» accolti molto bene all’estero. Purtroppo, invece, in Italia non è così, tanto che è difficile reperirli tramite i canali cosiddetti classici. «Sarà perché qualcuno, nell’ambito del cinema del nostro Paese, ha sancito che il genere horror è morto. Ma credo che ci siano dei segnali in controtendenza e che qualcosa sta mutando».

Continua la lettura di Fumetti al Plaza Cafè: protagonista il salassese Andrea Cavaletto su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/fumetti-al-plaza-cafe-andrea-cavaletto/feed/ 0
Valprato Soana: quasi record di iscritti per la piccola scuola della Valle https://ilcanavese.it/economia/valprato-soana-quasi-record-scuola/ https://ilcanavese.it/economia/valprato-soana-quasi-record-scuola/#respond Sat, 20 Oct 2018 08:44:27 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41499 L’anno scolastico 2018-2019 si è aperto nel segno dei numeri in crescita relativamente alla scuola dell’infanzia di Valprato Soana. In totale gli iscritti sono 9, quasi record di presenze. Mini scuola di Valprato Soana In un mondo dove molto spesso si parla di spopolamento delle montagne, con conseguente diminuzione dei servizi, tra i quali quelli […]

Continua la lettura di Valprato Soana: quasi record di iscritti per la piccola scuola della Valle su il Canavese.

]]>
L’anno scolastico 2018-2019 si è aperto nel segno dei numeri in crescita relativamente alla scuola dell’infanzia di Valprato Soana. In totale gli iscritti sono 9, quasi record di presenze.

Mini scuola di Valprato Soana

In un mondo dove molto spesso si parla di spopolamento delle montagne, con conseguente diminuzione dei servizi, tra i quali quelli legati all’istruzione, c’è un segnale importante che arriva dalla Valle Soana. Infatti, l’anno scolastico 2018-2019 si è aperto nel segno dei numeri in crescita relativamente alla scuola dell’infanzia di Valprato Soana. Se nelle ultime stagioni, purtroppo, molte realtà dell’Alto Canavese avevano registrato presenze al limite della chiusura, questo comune ha visto una serie di iscrizioni quasi da record (naturalmente rapportate al numero di abitanti che vivono il territorio).

Piccola realtà in crescita

«Effettivamente – spiega il primo cittadino Francesco Bozzato – era da tempo che non capitava di avere così tanti bambini. Oggi sono in totale 9 gli iscritti, quasi il primato assoluto di presenze». Se da una parte qualcuno potrebbe considerare tale dato insignificante, invece è una «risposta» che giunge da una Valle che non ha nessuna intenzione di «morire». «Per noi è una piccola grande vittoria – prosegue il giovane sindaco di Valprato Soana – e tutto ciò è dovuto pure al grande lavoro dell’Unione Montana guidata dal presidente Marco Bonatto, di cui facciamo parte. L’opera svolta da questo ente, infatti, ci permette di guardare al futuro con sempre maggiore entusiasmo».

Servizi diversificati

Bimbi in più, uguale numero di famiglie in crescendo, che decidono di andare a vivere in un contesto diverso dalle grandi città. Ma non per questo meno «ricco». Anche perché in questi anni Valprato Soana, come buona parte della Valle Soana, ha investito tempo, energie e pure denaro per crescere. Ed offrire servizi sempre migliori e diversificati. «Direi che stiamo facendo molto per incentivare le persone a scegliere questo luogo per vivere. E non lo si può fare se non si danno i servizi necessari alle famiglie. Basta dire che a livello di scuola dell’infanzia i nostri bambini mangiano ogni giorno al ristorante, con il Comune che viene incontro ai costi, sostenendo parte di essi».

Importanti iniziative

Poi importanti sono pure le iniziative portate avanti in varie riprese. «Grazie al sapiente lavoro dell’insegnante ed alla collaborazione di tutti, i bimbi hanno la possibilità di imparare a sciare. E quindi andare a nuoto, conoscere l’inglese, fare gite  a contatto con la natura. Senza dimenticare l’interscambio con le scuole del Canavese. Queste ultime infatti scelgono la nostra zona come luogo per vivere esperienze all’aria aperta. Ecco, tutto ciò ci sta aiutando a far sì che Valprato Soana diventi un paese da prendere in considerazione per viverci o comunque passare parte dell’anno qui da noi».

Continua la lettura di Valprato Soana: quasi record di iscritti per la piccola scuola della Valle su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/economia/valprato-soana-quasi-record-scuola/feed/ 0
Contromano in tangenziale: inseguiti ed arrestati dalla Polizia a Venaria https://ilcanavese.it/cronaca/contromano-in-tangenziale-arrestati/ https://ilcanavese.it/cronaca/contromano-in-tangenziale-arrestati/#respond Sat, 20 Oct 2018 07:56:42 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41505 Contromano in tangenziale. Un inseguimento notturno con la Polizia e una folle corsa in auto per le strade anche canavesane e torinesi. Folle corsa in auto Contromano in tangenziale e non solo. Tutto ha avuto inizio in Piazza Rebaudengo, quando poco prima delle tre di notte, una volante della Polizia ha incrociato una Citroen Saxo. […]

Continua la lettura di Contromano in tangenziale: inseguiti ed arrestati dalla Polizia a Venaria su il Canavese.

]]>
Contromano in tangenziale. Un inseguimento notturno con la Polizia e una folle corsa in auto per le strade anche canavesane e torinesi.

Folle corsa in auto

Contromano in tangenziale e non solo. Tutto ha avuto inizio in Piazza Rebaudengo, quando poco prima delle tre di notte, una volante della Polizia ha incrociato una Citroen Saxo. Due le persone a bordo, che, a prima vista, sembravano voler proseguire su corso Grosseto. Per evitare il controllo di polizia, invece, l’auto ha svoltato repentinamente a destra, imboccando a forte velocità lo svincolo della Torino-Caselle. Nonostante l’alt intimato dagli agenti, l’auto ha accelerato uscendo al primo svincolo in direzione della tangenziale.

Contromano in tangenziale nord

A causa della velocità sostenuta, circa 150 Km/h, il veicolo ha impattato guardrail. Il conducente, però, è riuscito comunque a proseguire la corsa. Dopo una serie di manovre spericolate, l’auto si è immessa contromano sulla tangenziale Nord di Torino, in direzione di Aosta. Trovandosi un tir difronte, che ha rallentato per evitare l’impatto, il conducente della Saxo ha fatto un testa coda per cambiare senso di marcia.

La fuga verso Venaria

Dopo aver preso l’uscita per Borgaro, l’auto si è diretta a Venaria Reale dove ha imboccato una via dissestata, via Stafanat. Nonostante questo ha proseguito a folle velocità schivando per poco un tir. Arrivata al termine dello sterrato, l’auto è stata costretta a fermarsi perché difronte si è trovata un cancello chiuso. Gli agenti hanno bloccato i due occupanti dell’auto all’interno della quale hanno trovato tre pezzi di crack, oltre ad altri involucri vuoti con polvere bianca sparsa sui sedili. A seguito di accertamenti è emerso che il conducente, un italiano di 46 anni, guidava senza patente perché sospesa lo scorso marzo quando era stato trovato alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Sia il quarantaseienne, sia il passeggero, un italiano di 26 anni sono stati tratti in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e denunciati in stato di libertà per la detenzione di sostanza stupefacente.

Continua la lettura di Contromano in tangenziale: inseguiti ed arrestati dalla Polizia a Venaria su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/contromano-in-tangenziale-arrestati/feed/ 0
Controlli autovelox in Canavese e ciriacese dal 20 ottobre al 27 ottobre https://ilcanavese.it/attualita/controlli-autovelox-in-canavese-3/ https://ilcanavese.it/attualita/controlli-autovelox-in-canavese-3/#respond Sat, 20 Oct 2018 07:36:06 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41502 Controlli autovelox in Canavese e nel territorio di Ciriè e dintorni dal 20 ottobre al 27 ottobre. Ecco la mappa delle postazioni di monitoraggio nelle strade del ciriacese. Controlli autovelox la mappa Gli automobilisti dal piede pesante dovranno fare molta attenzione oggi 20 ottobre e anche durante la settimana dal 22 al 27 ottobre 2018. Ecco […]

Continua la lettura di Controlli autovelox in Canavese e ciriacese dal 20 ottobre al 27 ottobre su il Canavese.

]]>
Controlli autovelox in Canavese e nel territorio di Ciriè e dintorni dal 20 ottobre al 27 ottobre. Ecco la mappa delle postazioni di monitoraggio nelle strade del ciriacese.

Controlli autovelox la mappa

Gli automobilisti dal piede pesante dovranno fare molta attenzione oggi 20 ottobre e anche durante la settimana dal 22 al 27 ottobre 2018. Ecco dove e quando saranno, infatti, installate le postazioni sulle strade di Ciriè per i controlli autovelox in Canavese. Verranno disposti dal Comando di polizia municipale al fine di tutelare la sicurezza stradale. E ridurre numero e gravità degli incidenti. Saranno quindi eseguiti in modalità stazionaria in località prefissate settimanalmente. I posti di controllo saranno resi noti all’utenza mediante i prescritti segnali fissi o mobili indicanti il “controllo elettronico della velocità”.

Sicurezza stradale

La Polizia Municipale di Cirié comunica attraverso il sito ufficiale del Comune di aver programmato i seguenti sistematici controlli autovelox. Oggi sabato 20 ottobre Sp numero 2 e via San Maurizio. Lunedì 22 ottobre 2018 controllo in Strada provinciale n.2 e in via Lanzo. Mentre martedì 23 ottobre 2018 saranno monitorate la Sp 2 e la Provinciale numero 18. Mercoledì 24 ottobre la Provinciale numero 2 e via San Maurizio. Giovedì 25 ottobre, quindi, i controlli tornano sulla Strada provinciale n.2 e  in via Lanzo.

Week end lungo

Massima attenzione sulle strade anche in vista dell’avvicinarsi del fine settimana. Sarà un week-end lungo molto monitorato infatti. I controlli autovelox in Canavese di venerdì 26 ottobre sono invece in programma sulla strada provinciale numero 2 e lungo la Sp 18. Sabato 27 ottobre 2018 monitoraggi della polizia municipale quindi lungo la Sp numero 2 e via San Maurizio.

Continua la lettura di Controlli autovelox in Canavese e ciriacese dal 20 ottobre al 27 ottobre su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/attualita/controlli-autovelox-in-canavese-3/feed/ 0
Viabilità Cuorgnè: confermata la pedonalizzazione di piazza Boetto https://ilcanavese.it/cronaca/confermata-pedonalizzazione-di-piazza-boetto/ https://ilcanavese.it/cronaca/confermata-pedonalizzazione-di-piazza-boetto/#respond Sat, 20 Oct 2018 07:27:30 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41487 Viabilità a Cuorgnè. Con delibera di giunta, l’esecutivo Pezzetto ha confermato la “parziale” pedonalizzazione di piazza Boetto. Ma il provvedimento non è stato votato dall’assessore al commercio cuorgnatese. Pedonalizzazione di piazza Boetto Delibera di giunta numero 154 del 8 ottobre 2018. I numeri dicono molto ma non tutto. Infatti, è necessario leggere l’oggetto del documento […]

Continua la lettura di Viabilità Cuorgnè: confermata la pedonalizzazione di piazza Boetto su il Canavese.

]]>
Viabilità a Cuorgnè. Con delibera di giunta, l’esecutivo Pezzetto ha confermato la “parziale” pedonalizzazione di piazza Boetto. Ma il provvedimento non è stato votato dall’assessore al commercio cuorgnatese.

Pedonalizzazione di piazza Boetto

Delibera di giunta numero 154 del 8 ottobre 2018. I numeri dicono molto ma non tutto. Infatti, è necessario leggere l’oggetto del documento amministrativo per capire che si tratta di un atto molto importante e, probabilmente, destinato a far molto discutere a Cuorgnè. L’esecutivo Pezzetto ha infatti confermato «in via definitiva» la pedonalizzazione di piazza Boetto. Una parte del cuore del centro storico del paese resterà quindi vietata alle auto.

Viabilità nel centro storico

Nell’ambito della riqualificazione del concentrico della città, una metà della piazza era stata trasformata in pedonale nel 2013-2014, con un paio di stalli per il parcheggio collocati davanti all’edicola e alla farmacia vicine all’incrocio con via Garibaldi. Il restyling e la pedonalizzazione di piazza Boetto avevano fatto molto discutere. Tanto che nell’aprile di quattro anni fa alcuni commercianti, residenti e addetti al carico e allo scarico delle merci avevano scritto al primo cittadino cuorgnatese, lamentando l’impossibilità di parcheggiare per chi abitava nella zona, così come per chi si recava ad acquistare nei negozi.

Maquillage discusso

L’attuale amministrazione,ha promosso la pedonalizzazione di piazza Boetto. Quindi l’ha prorogata in via definitiva. Questo perché, si legge nella delibera pubblicata sull’albo pretorio, «nel trascorso periodo della fase sperimentale si è potuto constatare il positivo impatto della scelta in termini di riqualificazione urbana e di valorizzazione degli immobili circostanti l’ambito storico in questione, con particolare evidenza per l’immobile del Teatro Storico Comunale, nonché verificare la funzionalità del sistema viario e pertanto la sostenibilità della scelta effettuata». Una linea tuttavia non adottata all’unanimità dalla giunta. Al netto dei «si» di Giuseppe Pezzetto, del vice sindaco, Laura Febbraro, e degli assessori, Davide Pieruccini, Silvia Leto e Lino Giacoma Rosa, fa specie l’astensione dell’assessore al commercio, Mauro Fava.

Le parole dell’assessore

«Mi sono astenuto nella votazione della delibera – spiega il consigliere metropolitano e assessore cuorgnatese, Mauro Fava – perché in questo momento, ascoltando anche le richieste e segnalazioni dei negozianti del paese, ritengo che la circolazione dei mezzi sia importante per il settore commerciale. Pedonalizzare il centro storico nelle città in generale è molto bello, ma bisogna valutare con attenzione caso per caso. La vicina via Arduino, per esempio, è già penalizzata, al punto che molte attività, anche storiche, hanno chiuso nell’ultimo periodo. Fare un passo indietro potrebbe voler dire aiutare il commercio a farne uno in avanti. In questo momento quindi sarei più favorevole a una sorta di zona a traffico limitato in quell’area».

Continua la lettura di Viabilità Cuorgnè: confermata la pedonalizzazione di piazza Boetto su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/confermata-pedonalizzazione-di-piazza-boetto/feed/ 0
Penne nere: Tutto pronto per il Memorial Claudio Bellezza Quater https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/penne-nere-memorial-claudio-bellezza-quater/ https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/penne-nere-memorial-claudio-bellezza-quater/#respond Sat, 20 Oct 2018 06:29:32 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41496 A San Francesco al Campo sfida a bocce tra le Penne Nere della zona. Oggi, sabato 20 ottobre si terrà il memorial “Claudio Bellezza Quater”. L’appuntamento è alle 9 al bocciodromo di via Ghetto. Memorial Claudio Bellezza Quater La giornata s’aprirà con l’alzabandiera. In tale modo gli alpini apriranno la giornata di sport e amicizia. […]

Continua la lettura di Penne nere: Tutto pronto per il Memorial Claudio Bellezza Quater su il Canavese.

]]>
A San Francesco al Campo sfida a bocce tra le Penne Nere della zona. Oggi, sabato 20 ottobre si terrà il memorial “Claudio Bellezza Quater”. L’appuntamento è alle 9 al bocciodromo di via Ghetto.

Memorial Claudio Bellezza Quater

La giornata s’aprirà con l’alzabandiera. In tale modo gli alpini apriranno la giornata di sport e amicizia. Per l’evento è prevista la presenza di una dozzina di squadre. I partecipanti si fermeranno a pranzo per un momento conviviale. Quindi si riprenderà nel primo pomeriggio. Seguiranno le premiazioni al centro sportivo comunale. Si concluderà con l’ammaina bandiera.

Castagnata solidale

Grande attesa per la “castagnata alpina”. L’iniziativa si terrà sabato 27 ottobre. Le Penne distribuiranno caldarroste e vin brulè dalle 9 alle 18. Il punto di distribuzione sarà allestito in via Torino. L’urna per le offerte sarà posizionata sotto la galleria del centro commerciale “Le Borgate”. Nel corso della giornata si raccoglieranno offerte per darle in beneficenza. Con ogni probabilità sarà scelto l’ospedale pediatrico “Regina Margherita di Torino.

Centenario della Grande Guerra

Le attività si concluderanno domenica 4 novembre. Le Penne Nere celebreranno il centesimo anniversario dalla fine della Grande Guerra. Nel 1918 sono stati migliaia i giovani morti nelle trincee. Il conflitto ha cancellato quasi una generazione di italiani. Il Gruppo Alpini di San Francesco ha scelto simbolicamente di restaurare la lapide riportante il nome di quattro soldati morti nel corso della Prima Guerra Mondiale. Domenica 4 novembre, giorno dell’Anniversario della Vittoria, l’opera sarà “riconsegnata” alla popolazione tramite una cerimonia ufficiale.

Continua la lettura di Penne nere: Tutto pronto per il Memorial Claudio Bellezza Quater su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/penne-nere-memorial-claudio-bellezza-quater/feed/ 0
Meteo in Canavese: ancora caldo durante tutto il fine settimana https://ilcanavese.it/attualita/meteo-in-canavese-ancora-caldo/ https://ilcanavese.it/attualita/meteo-in-canavese-ancora-caldo/#respond Sat, 20 Oct 2018 06:19:53 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41484 Meteo in Canavese. Ancora un autunno “pazzo” durante il week-end. Caldo nel fine settimana. Ma da lunedì calano le temperature. Meteo in Canavese Ancora caldo nel weekend… ma lunedì cambia tutto. Le temperature meteo in Canavese supereranno anche i 20 gradi centigradi. “Il fine settimana si prospetta decisamente mite per il periodo con la presenza […]

Continua la lettura di Meteo in Canavese: ancora caldo durante tutto il fine settimana su il Canavese.

]]>
Meteo in Canavese. Ancora un autunno “pazzo” durante il week-end. Caldo nel fine settimana. Ma da lunedì calano le temperature.

Meteo in Canavese

Ancora caldo nel weekend… ma lunedì cambia tutto. Le temperature meteo in Canavese supereranno anche i 20 gradi centigradi. “Il fine settimana si prospetta decisamente mite per il periodo con la presenza dell’alta pressione” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “le temperature infatti supereranno diffusamente i 20°C, con punte di oltre 23-24°C sulle aree interne del Centronord, fino a 25-26°C sui versanti tirrenici. Il sole sarà prevalente su gran parte della Penisola pur con qualche banco nuvoloso sparso; maggiore variabilità sulle Isole Maggiori nella giornata di sabato ma con scarsi fenomeni, mentre domenica non si esclude qualche rovescio o temporale ancora una volta tra Sicilia e Calabria.”

Domenica sera arriva il freddo

Cambia la situazione meteo in Canavese e non solo da lunedì. “Dall’Europa orientale si avvicinerà un piccolo vortice freddo che dopo aver raggiunto i Balcani punterà l’Italia nella notte su lunedì” – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – “tra domenica sera e notte avremo così i primi segnali di cambiamento con qualche veloce rovescio o temporale lungo le adriatiche; isolati e fugaci fenomeni non esclusi al Nord e in particolare sul Nordest. Lunedì piogge e temporali sparsi si concentreranno al Sud, ai margini le regioni centrali”.

Temperature in forte calo

“E’ in questa fase che avremo un calo delle temperature anche deciso, in particolare sulle adriatiche dove si potranno perdere fino a 7-10°C rispetto al fine settimana. Sull’Appennino centro-meridionale la neve potrà così tornare a fare la sua comparsa sino alle quote medie. Attenzione anche al vento, che soffierà a tratti sostenuto o forte tra Tramontana e Grecale con mari sino a molto mossi” concludono da 3bmeteo.com.

Continua la lettura di Meteo in Canavese: ancora caldo durante tutto il fine settimana su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/attualita/meteo-in-canavese-ancora-caldo/feed/ 0
Ripartono a Robassomero le imperdibili attività della Banca del tempo https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/ripartono-attivita-banca-del-tempo/ https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/ripartono-attivita-banca-del-tempo/#respond Sat, 20 Oct 2018 06:15:21 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41493 Ripartono le attività della Banca del Tempo. Oggi, sabato 20 ottobre andrà in scena “ Genesio Battaglino professore di violino”. La commedia sarà rappresentata dalle 21. Nell’anfiteatro “Fabrizio De Andrè”. Banca del tempo Protagonisti i “Volti Anonimi” Si vuole offrire un momento di svago alla popolazione. La rappresentazione sarà in dialetto piemontese. Sul palcoscenico saliranno […]

Continua la lettura di Ripartono a Robassomero le imperdibili attività della Banca del tempo su il Canavese.

]]>
Ripartono le attività della Banca del Tempo. Oggi, sabato 20 ottobre andrà in scena “ Genesio Battaglino professore di violino”. La commedia sarà rappresentata dalle 21. Nell’anfiteatro “Fabrizio De Andrè”.

Banca del tempo Protagonisti i “Volti Anonimi”

Si vuole offrire un momento di svago alla popolazione. La rappresentazione sarà in dialetto piemontese. Sul palcoscenico saliranno gli attori della compagnia “Volti Anonimi”. La direzione è a cura della regista Danila Stievano. L’appuntamento è patrocinato dal Comune di Robassomero. Commenta la presidentessa della Banca del Tempo  Wally Banal: “Non è la prima volta che ospitiamo questa compagine nel nostro paese. Auspico una buona partecipazione di pubblico”. L’ingresso è libero. Eventuali offerte andranno all’associazione.

Proseguono i corsi

La realtà aggregativa La Banca del tempo offre infatti la possibilità di seguire alcuni corsi. Il corso di yoga proseguirà sino a fine anno. I partecipanti si ritrovano pertanto ogni giovedì, dalle 9.30 alle 10.30. Gli esercizi di svolgono all’anfiteatro “Fabrizio De Andrè”. Interviene Banal: “ Sino a fine novembre, inoltre, si terrà il corso di ritocco digitale delle fotografie condotto da soci”.

Calendario fine 2018

La compagine ha quindi programmato gli appuntamenti sino alla fine dell’anno. Per il 4 novembre si parteciperà all’Anniversario della Vittoria. Nelle giornate del 24 e 25 novembre si terrà il mercato pre-natalizio. Saranno esposti gli oggetti creati nei laboratori manuali. Infine al primo dicembre verrà rappresentata una commedia in napoletano. La sede della Banca del Tempo si trova nei locali della biblioteca comunale. Si riceve ogni lunedì dalle 16.30 alle 18.30 e ogni giovedì dalle 9.30 alle 11.30.

Continua la lettura di Ripartono a Robassomero le imperdibili attività della Banca del tempo su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/ripartono-attivita-banca-del-tempo/feed/ 0
Una raccolta fondi per ridare vita all’area ex Salesiani di Cuorgnè https://ilcanavese.it/attualita/raccolta-fondi-salesiani-cuorgne/ https://ilcanavese.it/attualita/raccolta-fondi-salesiani-cuorgne/#respond Sat, 20 Oct 2018 05:50:47 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41481 Parte una raccolta fondi per ridare vita all’area ex Salesiani di Cuorgnè. Il progetto “Premiata Ditta Giribaldi” é nato dalla collaborazione tra Fondazione di Comunità del Canavese, i Consorzi IN.RE.TE e CISS38,  il Canoa Club, i Comuni di Ivrea e Cuorgnè e della crowd-company Starteed. Raccolta fondi per l’area ex Salesiani Il Comune di Cuorgnè ha […]

Continua la lettura di Una raccolta fondi per ridare vita all’area ex Salesiani di Cuorgnè su il Canavese.

]]>
Parte una raccolta fondi per ridare vita all’area ex Salesiani di Cuorgnè. Il progetto “Premiata Ditta Giribaldi” é nato dalla collaborazione tra Fondazione di Comunità del Canavese, i Consorzi IN.RE.TE e CISS38,  il Canoa Club, i Comuni di Ivrea e Cuorgnè e della crowd-company Starteed.

Raccolta fondi per l’area ex Salesiani

Il Comune di Cuorgnè ha tra gli obiettivi delle politiche giovanili la creazione e la riorganizzazione di spazi aggregativi che mancano sul nostro territorio. Alla luce di questa esigenza stiamo partecipando a diversi bandi sociali che possano aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi. Uno di questi è un progetto di crowdfunding. Una raccolta fondi presentato da Fondazione di Comunità del Canavese con la collaborazione dei Comuni di Cuorgnè e Ivrea, del Consorzio dei Servizi Sociali CISS38 di Cuorgnè e Consorzio INRETE di Ivrea diretto a far rivivere due realtà del Canavese e dell’Eporediese:la nostra area ex Salesiani di Cuorgnè e l’area del Canoa Club di Ivrea.

Progetto Giribaldi

Per Cuorgnè, d’intesa tra Comune e Consorzio CISS38, l’obiettivo della raccolta fondi è quello di ridare vita ad una struttura conosciuta dalle persone come i “Salesiani” che nei ricordi di coloro che l’hanno frequentata ha rappresentato un luogo di ritrovo dei ragazzi in cui trascorrere le giornate con gli amici, giocare a pallone. Forse in tanti potrebbero raccontare degli aneddoti, le ginocchia sbucciate, i tempi in cui non c’erano i cellulari e i social network, le giornate erano scandite dalla luce del sole. Chi, cuorgnatese e non, si ricorda dell’Estate Ragazzi, delle caramelle e merendine regalate da Suor Giuliana?

Impegno per la collettività

Ridare vita, con la raccolta fondi, a questo luogo dagli spazi esterni a quelli interni-  apertura e risistemazione delle aree di gioco, sportive e aggregative fino ad arrivare alla creazione di laboratori per le famiglie e associazioni- è la sfida che ci siamo posti. Il progetto prende avvio con l’opportunità che ci è stata data e che speriamo possa proseguire nei mesi a venire. Ancora, ci sono sempre più persone senza lavoro, che attraversano momenti difficili e che hanno la voglia di impegnarsi per la collettività. Il Consorzio CI338 e l’Associazione Tartaruga hanno individuato due cuorgnatesi che, insieme ad altre due persone di Ivrea, hanno formato la “Premiata Ditta Giribaldi”, una squadra che sarà impegnata nei prossimi mesi, in particolare con l’ausilio delle donazioni ricevute sulla piattaforma, a ridare vita ai nostri luoghi.

Filarte

La piattaforma del crowdfunding è infatti online da pochissime ore. Ciascun donatore potrà quindi ricevere in regalo un prodotto di Filarte, il laboratorio di sartoria dei giovani con disabilità intellettive presente a Cuorgnè . Oppure un regalo del Canoa Club di Ivrea. “E’ un progetto ambizioso – spiegano i promotori – tutto dipenderà dalle risorse disponibili e da quanto riusciremo a raccogliere dai nostri donatori, per questo è una sfida che vogliamo affrontare insieme a voi”. Per dare il proprio contributo e sostenere l’iniziativa della raccolta fondi: premiatadittagiribaldi.starteed.com

Continua la lettura di Una raccolta fondi per ridare vita all’area ex Salesiani di Cuorgnè su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/attualita/raccolta-fondi-salesiani-cuorgne/feed/ 0
Il ministro del lavoro Di Maio al tavolo regionale sulla crisi Comital https://ilcanavese.it/cronaca/ministro-di-maio-crisi-comital/ https://ilcanavese.it/cronaca/ministro-di-maio-crisi-comital/#respond Fri, 19 Oct 2018 22:15:21 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41478 Il ministro del lavoro e dello sviluppo economico Luigi Di Mario ha dato la sua disponibilità a partecipare al tavolo tecnico regionale sulla crisi Comital. Crisi Comital Di Maio c’è E’ arrivata ufficialmente la disponibilità del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Di Maio a partecipare al tavolo regionale sulla crisi Comital di Volpiano. L’incontro, […]

Continua la lettura di Il ministro del lavoro Di Maio al tavolo regionale sulla crisi Comital su il Canavese.

]]>
Il ministro del lavoro e dello sviluppo economico Luigi Di Mario ha dato la sua disponibilità a partecipare al tavolo tecnico regionale sulla crisi Comital.

Crisi Comital Di Maio c’è

E’ arrivata ufficialmente la disponibilità del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Di Maio a partecipare al tavolo regionale sulla crisi Comital di Volpiano. L’incontro, infatti, si terrà lunedì 29 ottobre in piazza Castello a Torino.

Soddisfazione a cinque stelle

“Da settimane, insieme ai tecnici del Ministero, il Governo sta lavorando per trovare una soluzione che consenta di non lasciare i lavoratori senza sostegno al reddito. Un impegno preso già la scorsa settimana in cui Di Maio ha incontrato una delegazione di lavoratori a Rivarolo, in occasione di un incontro con gli imprenditori locali. Il Movimento 5 stelle, ad ogni livello, è al fianco dei lavoratori Comital di Volpiano per una risoluzione positiva della vicenda”. E’ il commento sulla crisi Comital di Jessica Costanzo, deputato M5S, e Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte

Incontro in regione

Il futuro arrivo a Torino del vicepremier fa seguito  alla richiesta di sindacati e assessorato regionale al Lavoro di convocare un nuovo tavolo di discussione con le istituzioni sulla crisi Comital. Infatti, a tener banco è soprattutto la situazione delicata dei 130 lavoratori della ditta volpianese. Sono da mesi senza cassa integrazione e senza disoccupazione.

Continua la lettura di Il ministro del lavoro Di Maio al tavolo regionale sulla crisi Comital su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/ministro-di-maio-crisi-comital/feed/ 0
Due denunciati per lesione: risiedono entrambi a Leini https://ilcanavese.it/cronaca/due-denunciati-per-lesione-risiedono-entrambi-a-leini/ https://ilcanavese.it/cronaca/due-denunciati-per-lesione-risiedono-entrambi-a-leini/#respond Fri, 19 Oct 2018 15:32:08 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41475 Due denunciati per lesione: risiedono entrambi a Leini. Hanno colpito con una sedia un connazionale. Due denunciati per lesione: risiedono entrambi a Leini Nel corso dei controlli effetuati dai Carabinieri della compagnia di Venaria, due persone sono state denunciate per lesioni. Si tratta di due trentenni, entrambi originari della Cina, accusati di aver colpito un […]

Continua la lettura di Due denunciati per lesione: risiedono entrambi a Leini su il Canavese.

]]>
Due denunciati per lesione: risiedono entrambi a Leini. Hanno colpito con una sedia un connazionale.

Due denunciati per lesione: risiedono entrambi a Leini

Nel corso dei controlli effetuati dai Carabinieri della compagnia di Venaria, due persone sono state denunciate per lesioni. Si tratta di due trentenni, entrambi originari della Cina, accusati di aver colpito un connazionale. L’uomo, che è stato preso a sediate, è finito al San Giovanni Bosco con un leggero trauma cranico ed una ferita. Per lui prognosi di sette giorni.

Nei guai anche un 32enne casellese

Un’altra denuncia, invece, è spettata ad un uomo di Caselle. Il 32enne è stato trovato in possesso di 5 piantine di marijuana. Inoltre, aveva una quindicina di bicchieri di birra, due biciclette di proprietà della Obike e altri cinque mezzi a due ruote, che risultavano rubate. Gli uomini dell’Arma, nel complesso, nella giornata di ieri hanno controllao 43 automezzi, 61 persone ed un esercizio pubblico.

Continua la lettura di Due denunciati per lesione: risiedono entrambi a Leini su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/due-denunciati-per-lesione-risiedono-entrambi-a-leini/feed/ 0
Puliamo il mondo: dieci in pagella agli alunni delle elementari di Cuorgnè https://ilcanavese.it/economia/puliamo-il-mondo-elementari-cuorgne/ https://ilcanavese.it/economia/puliamo-il-mondo-elementari-cuorgne/#respond Fri, 19 Oct 2018 13:14:18 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41470 Puliamo il mondo non ha deluso le attese a Cuorgnè. La bella iniziativa promossa da Legambiente ha avuto, all’ombra della torre di Carlevato, come protagonisti principali gli alunni delle scuole elementari del paese. Puliamo il mondo a Cuorgnè Piccoli cittadini con grande senso civico in azione a Cuorgnè. Puliamo il mondo, organizzato da Legambiente, si […]

Continua la lettura di Puliamo il mondo: dieci in pagella agli alunni delle elementari di Cuorgnè su il Canavese.

]]>
Puliamo il mondo non ha deluso le attese a Cuorgnè. La bella iniziativa promossa da Legambiente ha avuto, all’ombra della torre di Carlevato, come protagonisti principali gli alunni delle scuole elementari del paese.

Puliamo il mondo a Cuorgnè

Piccoli cittadini con grande senso civico in azione a Cuorgnè. Puliamo il mondo, organizzato da Legambiente, si conferma una delle maggiori e più riuscite campagne di volontariato ambientale del mondo anche alle nostre latitudini. Grazie alla fattiva ed importante collaborazione con Teknoservice, Carrefour (sponsor dell’evento che ha offerto la merenda ai giovani alunni) e Comune, la bella iniziativa si è svolta con ottimi risultati pure nella città delle due torri, dove ha coinvolto le classi quinte della scuola elementare Aldo Peno.

Alunni con grande senso civico

Dieci e lode in pagella per Puliamo il mondo a Cuorgnè. Sotto l’occhio attento delle maestre, del vice comandante di polizia municipale, Linuccia Amore, dei nonni vigile, dell’assessore, Mauro Fava, della consigliera comunale, Sabrina Mannarino, e del responsabile Teknoservice di Castellamonte, Giorgio Garbarini, una 60ina di bambini hanno “liberato” dai rifiuti il parco giochi di piazza Martiri.

Lagambiente

Gli studenti, «armati» di caratteristico cappellino e pettorina gialla, hanno inoltre imparato, insieme a Giulia, responsabile comunicazione ed eventi per la ditta di via del Ghiaro a Castellamonte, alcune semplici ma basilari regole per differenziare correttamente. «Giornate come questa – hanno spiegato Fava, Mannarino e Amore, che hanno partecipato a Puliamo il mondo 2018 – rappresentano una straordinaria occasione per rafforzare, soprattutto nei giovani, la cultura dell’ambiente come valore etico da promuovere e condividere. Educare i bimbi di oggi vuol dire avere adulti rispettosi del territorio domani».

Continua la lettura di Puliamo il mondo: dieci in pagella agli alunni delle elementari di Cuorgnè su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/economia/puliamo-il-mondo-elementari-cuorgne/feed/ 0
Abbattuto a Leini il rudere davanti a piazza Ferrero https://ilcanavese.it/attualita/abbattuto-a-leini-il-rudere-davanti-a-piazza-ferrero/ https://ilcanavese.it/attualita/abbattuto-a-leini-il-rudere-davanti-a-piazza-ferrero/#respond Fri, 19 Oct 2018 13:01:36 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41469 Abbattuto a Leini il rudere davanti a piazza Ferrero. I lavori iniziati lunedì 15. Abbattuto a Leini il rudere davanti a piazza Ferrero Sono iniziati lunedì 15 ottobre i lavori di demolizione del rudere situato all’incrocio tra via Carlo Alberto e via Vittorio Ferrero, davanti all’omonima piazza. «Un risultato che tutti auspicavamo, e che è […]

Continua la lettura di Abbattuto a Leini il rudere davanti a piazza Ferrero su il Canavese.

]]>
Abbattuto a Leini il rudere davanti a piazza Ferrero. I lavori iniziati lunedì 15.

Abbattuto a Leini il rudere davanti a piazza Ferrero

Sono iniziati lunedì 15 ottobre i lavori di demolizione del rudere situato all’incrocio tra via Carlo Alberto e via Vittorio Ferrero, davanti all’omonima piazza. «Un risultato che tutti auspicavamo, e che è stato raggiunto grazie ad un lungo lavoro di mediazione che ha visto come protagonisti gli uffici e l’amministrazione da un lato, e la proprietà dello stabile dall’altro» spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Valter Camagna.

Varie possibilità di utilizzo dell’area

«Abbiamo garantito alla proprietà che non avrebbe perso i valori acquisiti anche in caso di demolizione. Nel contempo, abbiamo fatto capire che la demolizione avrebbe avuto ricadute positive su tutta la città». Lo spazio che si verrà a creare, una volta sgomberato e bonificato, resterà temporaneamente a disposizione della città: «Quando sarà sistemato e inghiaiato, valuteremo come impiegarlo – aggiunge Camagna- Se trasformarlo in un’area di sosta, in modo da poter garantire un ulteriore sfogo a piazza Ferrero e un maggior numero di posti auto nel centro paese o in un’isola ecologica. Oppure, ancora, in uno spazio dotato di panchine e deputato allo svago».

Passo avanti per la riqualificazione del centro storico

Al di là della destinazione, la demolizione dell’edificio fatiscente di via Carlo Alberto è un altro passo in avanti nella riqualificazione complessiva del centro storico. Ora mancano soltanto più l’abbattimento, in piazza Vittorio Emanuele, dell’ex-sede della Polizia Municipale e la ristrutturazione dell’edificio posto proprio di fronte al Castello, che è, però, di proprietà privata.

Continua la lettura di Abbattuto a Leini il rudere davanti a piazza Ferrero su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/attualita/abbattuto-a-leini-il-rudere-davanti-a-piazza-ferrero/feed/ 0
Egan Bernal protagonista di una serata dedicata al ciclismo https://ilcanavese.it/sport/egan-bernal-protagonista-di-una-serata-dedicata-al-ciclismo/ https://ilcanavese.it/sport/egan-bernal-protagonista-di-una-serata-dedicata-al-ciclismo/#respond Fri, 19 Oct 2018 11:44:35 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41464 Egan Bernal protagonista di una serata dedicata al ciclismo. Pubblico delle grandi occasioni a Cuorgnè. Egan Bernal protagonista di una serata dedicata al ciclismo Il Canavese, terra che di fatto lo ha un po’ “adottato”, lo ha riabbiacciato con piacere ieri sera, giovedì 18 ottobre. Egan Bernal, 21enne ciclista in forza al Team Sky ed […]

Continua la lettura di Egan Bernal protagonista di una serata dedicata al ciclismo su il Canavese.

]]>
Egan Bernal protagonista di una serata dedicata al ciclismo. Pubblico delle grandi occasioni a Cuorgnè.

Egan Bernal protagonista di una serata dedicata al ciclismo

Il Canavese, terra che di fatto lo ha un po’ “adottato”, lo ha riabbiacciato con piacere ieri sera, giovedì 18 ottobre. Egan Bernal, 21enne ciclista in forza al Team Sky ed uno dei nomi più interessanti del panorama mondiale è stato protagonista a Cuorgnè. Gli amici che lo hanno visto esplodere, con la maglia dell’Androni Giocattoli Sidermec, gli hanno dedicato una serata speciale, salutata da un folto pubblico.

Molti gli ospiti presenti al Cinema Margherita

Il Cinema Margherita ha aperto le sue porte a tantissima gente, che ha voluto vedere da vicino o rincontrare il campione colombiano, che nel 2018 ha dato dimostrazione delle sue potenzialità. Presentata da Vladimir Chiuminatto, ha visto la presenza di Gianni Savio, Giovanni Ellena, Franco Balmamion, ma anche l’assessore regionale Ferraris e molti altri.

Atleta e ragazzo davveo straordinario

Con la sua simpatia, disponibilità e professionalità, Egan Bernal ha davvero conquistato tutti. Tra anedotti del suoi periodo passato a Buasca, dove è stato ospite per una stagione, ai ricordi dell’ultima annata a tanti momenti divertenti, ma anche toccandi, la serata è trascorsa in maniera davvero piacevole.

Continua la lettura di Egan Bernal protagonista di una serata dedicata al ciclismo su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/sport/egan-bernal-protagonista-di-una-serata-dedicata-al-ciclismo/feed/ 0
Donne per la Valle Sacra: due giornate ecologiche in frazione Filia https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/due-giornate-ecologiche-filia/ https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/due-giornate-ecologiche-filia/#respond Fri, 19 Oct 2018 11:38:42 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41463 Non si arresta l’impegno delle attivissime ed infaticabili Donne per la Valle Sacra in favore del “verde Canavese”. In collaborazione con l’associazione culturale, Terra mia, e la Società Agricola operaia di Filia, il sodalizio ha organizzato due giornate ecologiche in frazione. Due giornate ecologiche in frazione Filia Io sono me più il mio ambiente e se […]

Continua la lettura di Donne per la Valle Sacra: due giornate ecologiche in frazione Filia su il Canavese.

]]>
Non si arresta l’impegno delle attivissime ed infaticabili Donne per la Valle Sacra in favore del “verde Canavese”. In collaborazione con l’associazione culturale, Terra mia, e la Società Agricola operaia di Filia, il sodalizio ha organizzato due giornate ecologiche in frazione.

Due giornate ecologiche in frazione Filia

Io sono me più il mio ambiente e se non preservo quest’ultimo non preservo me stesso, Sono le parole del filosofo e saggista Josè Ortega y Gasset. Hanno infatti ispirato le attivissime ed infaticabili Donne per la Valle Sacra. In collaborazione con l’associazione culturale, Terra mia, e la Società Agricola operaia di Filia, il sodalizio ha organizzato due giornate ecologiche nella frazione di Castellamonte.

Donne per Valle Sacra

“Sarà una buona occasione per fare qualcosa di concreto per la nostra terra. – spiegano gli organizzatori delle due giornate ecologiche in frazione – E quindi per passare qualche ora in buona compagnia. Scarpe comode, abbigliamento casual, guanti protettivi e ottimismo. Con un piccolo impegno personale possiamo ottenere un grande risultato”. Appuntamento sabato 20 ottobre ore 10,00 nel Piazzale del Bric di Filia per ripulire l’area attrezzata e domenica 21 ottobre ore 14,30 nella Piazza di Fila di fronte al ristorante per la raccolta dei rifiuti abbandonati nella frazione. Al termine dell’attività ci ritroveremo presso la Società per una merenda sinoira (costo 8 euro).

Continua la lettura di Donne per la Valle Sacra: due giornate ecologiche in frazione Filia su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/due-giornate-ecologiche-filia/feed/ 0
Consigli di frazione a Castellamonte: ecco come votare e candidarsi a Filia https://ilcanavese.it/attualita/consigli-di-frazione-a-filia/ https://ilcanavese.it/attualita/consigli-di-frazione-a-filia/#respond Fri, 19 Oct 2018 11:14:57 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41459 Consigli di frazione si parte. E’ tempo di votazioni a Castellamonte. Lunedì 5 Novembre 2018 dalle ore 20,00 alle ore 22,00 si parte con la prima “elezione” in programma alla Società di Mutuo Soccorso della frazione Filia. Consigli di frazione a Castellamonte E’ già tempo di votazioni per i Consigli di frazione a Castellamonte. Infatti, in […]

Continua la lettura di Consigli di frazione a Castellamonte: ecco come votare e candidarsi a Filia su il Canavese.

]]>
Consigli di frazione si parte. E’ tempo di votazioni a Castellamonte. Lunedì 5 Novembre 2018 dalle ore 20,00 alle ore 22,00 si parte con la prima “elezione” in programma alla Società di Mutuo Soccorso della frazione Filia.

Consigli di frazione a Castellamonte

E’ già tempo di votazioni per i Consigli di frazione a Castellamonte. Infatti, in esecuzione alla deliberazione del Consiglio Comunale n.30 del 22 maggio 2018, palazzo Antonelli parte con un innovativo progetto. Le elezioni per il Consiglio di Frazione di Filia si svolgeranno lunedì 5 Novembre 2018 dalle ore 20,00 alle ore 22,00 alla Società di Mutuo Soccorso locale.

Candidature e modalità per Filia

Dal Comune ricorda che le nomine dei candidati ai consigli di frazione di Filia dovranno essere presentate, direttamente dai candidati stessi, su apposito modulo, allegando copia del documento di identità e quanto altro richiesto nel modulo stesso, al Comune di Castellamonte, presso l’Ufficio Protocollo entro le ore 17,30 di lunedì 22 ottobre 2018 oppure all’indirizzo e-mail: protocollo@comune.castellamonte.to.it.

Modulistica

La modulistica ed il regolamento disciplinante i mini parlamentini locali sono quindi disponibili presso l’Ufficio Protocollo. Oppure si possono scaricare dal sito del Comune di Castellamonte www.comune.castellamonte.to.it nella sezione
Amministrazione; Organizzazione; Consulte – alla voce Consigli di Frazione.

Continua la lettura di Consigli di frazione a Castellamonte: ecco come votare e candidarsi a Filia su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/attualita/consigli-di-frazione-a-filia/feed/ 0
Troppi pregiudicati: bar chiuso https://ilcanavese.it/cronaca/troppi-pregiudicati-bar-chiuso/ https://ilcanavese.it/cronaca/troppi-pregiudicati-bar-chiuso/#respond Fri, 19 Oct 2018 10:36:33 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41453 Un bar in via Genova a Torino è stato chiuso dai carabinieri: licenza sospesa per 15 giorni per la presenza di troppi pregiudicati. Controlli dei carabinieri Controlli dei carabinieri ieri sera, giovedì 19 ottobre 2018, a partire dalle 18 a Mirafiori, in particolare a Parco Ruffini, Piazza Bengasi e aree limitrofe. Bar Chiuso Nell’ambito del […]

Continua la lettura di Troppi pregiudicati: bar chiuso su il Canavese.

]]>
Un bar in via Genova a Torino è stato chiuso dai carabinieri: licenza sospesa per 15 giorni per la presenza di troppi pregiudicati.

Controlli dei carabinieri

Controlli dei carabinieri ieri sera, giovedì 19 ottobre 2018, a partire dalle 18 a Mirafiori, in particolare a Parco Ruffini, Piazza Bengasi e aree limitrofe.

Bar Chiuso

Nell’ambito del servizio, i carabinieri hanno notificato la sospensione della licenza 15 giorni (ex art. 100 t.u.l.p.s.) al titolare di un bar in via Genova n.94. Il locale è diventato un abituale ritrovo di persone con precedenti di polizia.

I precedenti

Stessa cosa era capitata nei mesi scorsi anche in Canavese, a San Giusto e Rivarolo.

Continua la lettura di Troppi pregiudicati: bar chiuso su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/troppi-pregiudicati-bar-chiuso/feed/ 0
Martellate al fratello al culmine di una lite, arrestato 52enne torinese https://ilcanavese.it/cronaca/martellate-al-fratello-al-culmine-di-una-lite/ https://ilcanavese.it/cronaca/martellate-al-fratello-al-culmine-di-una-lite/#respond Fri, 19 Oct 2018 10:22:45 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41452 Prende a martellate al fratello al culmine di una lite, l’uomo è stato arrestato dai carabinieri per violenza privata e lesioni. Martellate al fratello È stato arrestato Sergio Serra, 52 anni, residente a Torino, per violenza privata e lesioni. Al culmine di un litigio, l’uomo ha preso a martellate il fratello Marco, il quale ha […]

Continua la lettura di Martellate al fratello al culmine di una lite, arrestato 52enne torinese su il Canavese.

]]>
Prende a martellate al fratello al culmine di una lite, l’uomo è stato arrestato dai carabinieri per violenza privata e lesioni.

Martellate al fratello

È stato arrestato Sergio Serra, 52 anni, residente a Torino, per violenza privata e lesioni. Al culmine di un litigio, l’uomo ha preso a martellate il fratello Marco, il quale ha riportato lesioni guaribili 7 giorni.

L’arresto

La chiamata al 112 è arrivata direttamente dalla vittima. I carabinieri sono arrivati immediatamente e hanno arrestato l’uomo e sequestrato il martello.

Continua la lettura di Martellate al fratello al culmine di una lite, arrestato 52enne torinese su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/martellate-al-fratello-al-culmine-di-una-lite/feed/ 0
Tonno Mareblu ritira lotto di scatolette dai supermercati Il Gigante https://ilcanavese.it/attualita/tonno-mareblu-ritira-lotto/ https://ilcanavese.it/attualita/tonno-mareblu-ritira-lotto/#respond Fri, 19 Oct 2018 10:09:26 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41449 Tonno Mareblu ritira lotti di scatolette. Problemi per la nota marca per le confezioni da 12 vendute da “Il Gigante”. Tonno Mareblu: problema di integrità delle confezioni Ci sarebbe stato, infatti, un problema di produzione legato all’integrità della confezione, che potrebbe compromettere la qualità del prodotto. Mareblu ha per tanto disposto il ritiro delle confezioni da […]

Continua la lettura di Tonno Mareblu ritira lotto di scatolette dai supermercati Il Gigante su il Canavese.

]]>
Tonno Mareblu ritira lotti di scatolette. Problemi per la nota marca per le confezioni da 12 vendute da “Il Gigante”.

Tonno Mareblu: problema di integrità delle confezioni

Ci sarebbe stato, infatti, un problema di produzione legato all’integrità della confezione, che potrebbe compromettere la qualità del prodotto. Mareblu ha per tanto disposto il ritiro delle confezioni da 6 e da 12 scatolette da 80 grammi, con scadenza 5 gennaio 2023.

Lavorato alle Seychelles

Come si legge nel comunicato pubblicato sul sito del dicastero, il tonno è lavorato nello stabilimento dell’Indian Ocean Tuna – Iot Ltd a Mahè (Seychelles) – Fisching Protvictoria e commercializzato da Mareblus srl in Italia.

Riportare il prodotto in negozio

Il Ministero della Salute consiglia, a scopo precauzionale e al fine di garantire la sicurezza dei consumatori, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, di non consumare il prodotto e di riportarlo al punto vendita. L’azienda precisa che il richiamo non riguarda altri prodotti a marchio Mareblu e altre date di scadenza dello stesso prodotto.

Continua la lettura di Tonno Mareblu ritira lotto di scatolette dai supermercati Il Gigante su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/attualita/tonno-mareblu-ritira-lotto/feed/ 0
Regione condannata: “Ha negato fecondazione assistita a coppia malata” https://ilcanavese.it/cronaca/regione-condannata-negato-fecondazione-assistita/ https://ilcanavese.it/cronaca/regione-condannata-negato-fecondazione-assistita/#respond Fri, 19 Oct 2018 08:08:21 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41446 Regione condannata insieme all’Asl: la sentenza è stata espressa dal Tribunale di Vercelli. Regione condannata: il caso Il Tribunale di Vercelli ha condannato Regione Piemonte e ASL a garantire la diagnosi genetica preimpianto alla coppia Barrot-Di Martino di Roncaglia di Casale Monferrato. Entrambi portatori del gene del rene policistico. A divulgare la notizia è l’associazione […]

Continua la lettura di Regione condannata: “Ha negato fecondazione assistita a coppia malata” su il Canavese.

]]>
Regione condannata insieme all’Asl: la sentenza è stata espressa dal Tribunale di Vercelli.

Regione condannata: il caso

Il Tribunale di Vercelli ha condannato Regione Piemonte e ASL a garantire la diagnosi genetica preimpianto alla coppia Barrot-Di Martino di Roncaglia di Casale Monferrato. Entrambi portatori del gene del rene policistico. A divulgare la notizia è l’associazione Luca Coscioni. “Una coppia già colpita dal dramma relativo alla perdita, per questa patologia e dopo un mese in terapia intensiva, della piccola Stella. Ciò nonostante si era vista negare l’accesso alla tecnica preventiva, significativamente onerosa, con l’ausilio del servizio sanitario regionale”.

Qui le dichiarazioni dell’avvocato della famiglia e dell’associazione Luca Coscioni

Continua la lettura di Regione condannata: “Ha negato fecondazione assistita a coppia malata” su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/regione-condannata-negato-fecondazione-assistita/feed/ 0
Denaro contante in aeroporto fiutati dal cash-dog oltre un milione e mezzo di euro https://ilcanavese.it/cronaca/denaro-contante-in-aeroporto-milione-e-mezzo-euro/ https://ilcanavese.it/cronaca/denaro-contante-in-aeroporto-milione-e-mezzo-euro/#respond Fri, 19 Oct 2018 07:33:35 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41442 Ingenti somme di denaro contante in aeroporto, solo negli ultimi due mesi il cash-dog Escos ha fiutato oltre un milione e mezzo di euro. Denaro contante in aeroporto Ammonta ad oltre un milione e mezzo di euro la valuta contante non dichiarata intercettata dalla Guardia di Finanza di Torino in collaborazione con i Funzionari Doganali, […]

Continua la lettura di Denaro contante in aeroporto fiutati dal cash-dog oltre un milione e mezzo di euro su il Canavese.

]]>
Ingenti somme di denaro contante in aeroporto, solo negli ultimi due mesi il cash-dog Escos ha fiutato oltre un milione e mezzo di euro.

Denaro contante in aeroporto

Ammonta ad oltre un milione e mezzo di euro la valuta contante non dichiarata intercettata dalla Guardia di Finanza di Torino in collaborazione con i Funzionari Doganali, presso lo scalo Aeroportuale “Sandro Pertini” solo negli ultimi due mesi. Sono numeri importanti che fanno capire come lo scalo torinese sia diventato una importante realtà, ove ogni giorno transitano numerosissimi passeggeri intenti a raggiungere le svariate mete servite dall’aeroporto sabaudo. Una trentina i soggetti fermati mentre tentavano di superare i confini doganali con al seguito denaro contante; la stragrande maggioranza in partenza per il continente asiatico, Cina in particolare, molti anche per i paesi dell’est Europa, Romania su tutti.

30enne in viaggio con ingente somma di denaro

Anche questa volta, fondamentale per la riuscita degli interventi, si è rivelata la presenza ed il fiuto del “cash-dog” Escos, il pastore tedesco delle Fiamme Gialle in servizio presso lo scalo torinese, addestrato a riconoscere l’odore delle banconote anche a distanza.
Numerosi e a volte pittoreschi gli stratagemmi usati per occultare il denaro: c’è il trentenne in transito da Torino che, dopo aver liquidato la sua azienda londinese, racconta di volersi trasferire, definitivamente, in Romania, peccato però che non riesce ad esibire alcun documento a supporto di quanto affermato. Si tratta di un passeggero di nazionalità romena, in viaggio per Bucarest con al seguito un’ingente quantità di denaro contante costituita da un pot-pourri di valute: Ron romeni, Euro ma soprattutto Sterline, abilmente occultate all’interno dei vestiti custoditi nel bagaglio a mano.

Fermati due sinti con 60 mila euro

Due cittadini di etnia sinti, invece, provenienti da Atene, fermati dai Finanzieri della Compagnia di Caselle nel tentativo di importare valuta per oltre sessantamila euro. A nulla sono serviti i tentativi di occultare l’ingente cifra nei vestiti indossati, dato che i Finanzieri, insospettiti dal comportamento nervoso dei due passeggeri, hanno deciso di approfondire il controllo, realizzando così uno dei più significativi fermi nell’ambito dell’aeroporto di Caselle Torinese. L’intento dei due, pare, fosse l’acquisto di una robusta partita di vestiario presso un grossista torinese, anche in questa occasione trasgredendo la normativa valutaria.

Illeciti amministrativi valutari

La contestazione degli illeciti amministrativi valutari si colloca in un più ampio dispositivo di prevenzione e repressione delle violazioni in materia di movimentazione transfrontaliera di valuta e titoli di credito che si integra alla perfezione con i compiti istituzionali della Guardia di Finanza; infatti, in questi casi, come accennato, vengono avviate le indagini per verificare la provenienza lecita delle somme e, soprattutto, che non siano frutto anche di evasione fiscale.

Continua la lettura di Denaro contante in aeroporto fiutati dal cash-dog oltre un milione e mezzo di euro su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/denaro-contante-in-aeroporto-milione-e-mezzo-euro/feed/ 0
Fuga di gas in centro a Cuorgnè intervento dei vigili del fuoco | FOTO e VIDEO https://ilcanavese.it/cronaca/fuga-di-gas-in-centro-a-cuorgne/ https://ilcanavese.it/cronaca/fuga-di-gas-in-centro-a-cuorgne/#respond Thu, 18 Oct 2018 20:11:40 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41435 Probabile fuga di gas in centro a Cuorgnè, intervento in corso di vigili del fuoco e tecnici Italgas. Fuga di gas in centro a Cuorgnè Intervento dei vigili del fuoco di Castellamonte e Ivrea questa sera a Cuorgnè in via Ivrea per una probabile fuga di gas. Sul posto anche i tecnici dell’Italgas per i […]

Continua la lettura di Fuga di gas in centro a Cuorgnè intervento dei vigili del fuoco | FOTO e VIDEO su il Canavese.

]]>
Probabile fuga di gas in centro a Cuorgnè, intervento in corso di vigili del fuoco e tecnici Italgas.

Fuga di gas in centro a Cuorgnè

Intervento dei vigili del fuoco di Castellamonte e Ivrea questa sera a Cuorgnè in via Ivrea per una probabile fuga di gas. Sul posto anche i tecnici dell’Italgas per i controlli del caso.

A dare l’allarme sono stati i residenti della palazzina a due passi dal centro preoccupati per il forte odore di gas presente nell’aria.

Intervento ancora in corso.

Fuga di gas in centro a Cuorgnè intervento dei vigili del fuoco in corso

 

Continua la lettura di Fuga di gas in centro a Cuorgnè intervento dei vigili del fuoco | FOTO e VIDEO su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cronaca/fuga-di-gas-in-centro-a-cuorgne/feed/ 0
Nole, 70 nuovi posti auto vicino alla Materna https://ilcanavese.it/attualita/nole-70-nuovi-posti-auto-vicino-alla-materna/ https://ilcanavese.it/attualita/nole-70-nuovi-posti-auto-vicino-alla-materna/#respond Thu, 18 Oct 2018 15:18:03 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41430 Nole, 70 nuovi posti auto vicino alla Materna. Nole, 70 nuovi posti auto vicino alla Materna E’ stato inaugurato questa mattina, giovedì 18 ottobre, il nuovo parcheggio dietro alla scuola Materna “Arcobaleno”. Una settantina i posti auto a disposizione, soprattutto, proprio dei genitori dei piccoli della scuola. Obbligati, prima, a parcheggiare lungo via Torino con […]

Continua la lettura di Nole, 70 nuovi posti auto vicino alla Materna su il Canavese.

]]>
Nole, 70 nuovi posti auto vicino alla Materna.

Nole, 70 nuovi posti auto vicino alla Materna

E’ stato inaugurato questa mattina, giovedì 18 ottobre, il nuovo parcheggio dietro alla scuola Materna “Arcobaleno”. Una settantina i posti auto a disposizione, soprattutto, proprio dei genitori dei piccoli della scuola. Obbligati, prima, a parcheggiare lungo via Torino con il pericolo che ne consegue.

I 176 bimbi hanno tagliato il nastro di inaugurazione

Oltre al parcheggio, per i piccoli allievi della Materna, c’è anche un prato più grande dove correre e giocare. Alla domanda del sindaco Luca Bertino su cosa i bambini volessero in quello spazio verde, hanno risposto “un’altalena e uno scivolo”. Un ulteriore tassello che ha reso più bella, fruibile e sicura la Materna. Sulla quale, nei mesi scorsi, sono stati effettuati degli interventi di manutenzione. Tra cui la tinteggiatura di una facciata con i colori dell’arcobaleno, come il nome del plesso.

Parcheggio chiuso la sera e monitorato da telecamere

Per realizzarlo, l’Amministrazione Bertino ha speso 4.800 euro. Collocando una sbarra per la chiusura notturna. Ci sono quattro telecamere a controllare l’area per garantirne la sicurezza. Si accede da via San Sebastiano. Dopo il taglio del nastro, il sindaco ha donato a nome dell’Amministrazione comunale.

IL VIDEO

Continua la lettura di Nole, 70 nuovi posti auto vicino alla Materna su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/attualita/nole-70-nuovi-posti-auto-vicino-alla-materna/feed/ 0
Stefano Sertoli eletto portavoce della Zona Omogenea 9 https://ilcanavese.it/politica/stefano-sertoli-eletto-portavoce-della-zona-omogenea-nove/ https://ilcanavese.it/politica/stefano-sertoli-eletto-portavoce-della-zona-omogenea-nove/#respond Thu, 18 Oct 2018 14:01:28 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41427 Stefano Sertoli eletto portavoce della Zona Omogenea 9 all’unanimità dall’Assemblea dei sindaci. Stefano Sertoli eletto portavoce L’Assemblea dei Sindaci della Zona Omogenea 9 Eporediese della Città Metropolitana di Torino ha scelto come suo portavoce il sindaco di Ivrea Stefano Sertoli. La seduta, convocata dal vice portavoce Luigi Sergio Ricca, Sindaco di Bollengo, si è tenuta […]

Continua la lettura di Stefano Sertoli eletto portavoce della Zona Omogenea 9 su il Canavese.

]]>
Stefano Sertoli eletto portavoce della Zona Omogenea 9 all’unanimità dall’Assemblea dei sindaci.

Stefano Sertoli eletto portavoce

L’Assemblea dei Sindaci della Zona Omogenea 9 Eporediese della Città Metropolitana di Torino ha scelto come suo portavoce il sindaco di Ivrea Stefano Sertoli. La seduta, convocata dal vice portavoce Luigi Sergio Ricca, Sindaco di Bollengo, si è tenuta il 17 ottobre scorso. L’assemblea ha infatti espresso la sua volontà votando il borgomastro della Città delle Rosse Torri all’unanimità.

Zona Omogenea 9

Il territorio della Città metropolitana di Torino infatti è stato suddiviso in undici zone omogenee. Il Consiglio Metropolitano ha così approvato la proposta della Commissione competente. L’area metropolitana di Torino comprende quattro Zone. Le altre si trovano nei territori montani, collinari e di pianura esterni al capoluogo.

Il mandato

La nomina di Portavoce della Zona Omogenea ha durata pari al mandato amministrativo. L’attuale primo cittadino succede dunque all’ex sindaco di Ivrea Carlo Della Pepa.

Continua la lettura di Stefano Sertoli eletto portavoce della Zona Omogenea 9 su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/politica/stefano-sertoli-eletto-portavoce-della-zona-omogenea-nove/feed/ 0
San Firmino a Pertusio archiviato con la classica Processione https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/san-firmino-a-pertusio-archiviato-con-la-classica-processione/ https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/san-firmino-a-pertusio-archiviato-con-la-classica-processione/#respond Thu, 18 Oct 2018 13:39:44 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41420 San Firmino a Pertusio archiviato con la classica Processione. Spazio anche ad auto d’epoca ed alla castagnata. San Firmino a Pertusio archiviato con la classica Processione Si è conclusa con una domenica intensa, tra mercatino, la classica Processione, il raduno delle auto d’epoca e la castagnata targata Fidas, la «due settimane» targata San Firmino. Anche […]

Continua la lettura di San Firmino a Pertusio archiviato con la classica Processione su il Canavese.

]]>
San Firmino a Pertusio archiviato con la classica Processione. Spazio anche ad auto d’epoca ed alla castagnata.

San Firmino a Pertusio archiviato con la classica Processione

Si è conclusa con una domenica intensa, tra mercatino, la classica Processione, il raduno delle auto d’epoca e la castagnata targata Fidas, la «due settimane» targata San Firmino. Anche nel 2018 la manifestazione che per due settimane distinte si è svolta a Pertusio ha colto nel segno. Davvero molte le iniziative che la Pro loco ha messo in piedi, tra tradizione, novità e tanta voglia di stare insieme.

Tanti i momenti tradizionali andati in scena nel 2018

Grazie anche alla collaborazione con il Comune e le associazioni locali e non, la tradizionale fiera d’autunno ha finito per offrire eventi di ogni genere. I quali, alla fine, hanno in qualche modo soddisfatto anche i palati più esigenti. Teatro, attrazioni musicali, come iniziative come la «Festa della Birra», che è stato momento anche per fare festa con i partecipanti degli «Alto Canavese Games»: l’evento 2018 non ha tradito le attese. Tra i momenti di maggior partecipazione pure la serata dedicata alla «bagna cauda», che venerdì scorso ha nuovamente riempito il padiglione predisposto proprio per ospitare i centinaia di appassionati di questo cibo.

Continua la lettura di San Firmino a Pertusio archiviato con la classica Processione su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/san-firmino-a-pertusio-archiviato-con-la-classica-processione/feed/ 0
Ancora in Campo: al via il progetto del Comune e dell’ASL https://ilcanavese.it/attualita/ancora-in-campo-al-via-il-progetto-del-comune-e-dellasl/ https://ilcanavese.it/attualita/ancora-in-campo-al-via-il-progetto-del-comune-e-dellasl/#respond Thu, 18 Oct 2018 13:36:07 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41419 Ancora in Campo: al via il progetto del Comune e dell’ASL rivolto alla popolazione over 65 residente ad Ivrea. Ancora in Campo Il progetto “Ancora in campo” è rivolto ai residenti eporediesi over 65 . Prevede azioni finalizzate a diffondere buone pratiche per un’alimentazione sana e corrette prassi di salute. Sarà realizzato dal partenariato costituito, […]

Continua la lettura di Ancora in Campo: al via il progetto del Comune e dell’ASL su il Canavese.

]]>
Ancora in Campo: al via il progetto del Comune e dell’ASL rivolto alla popolazione over 65 residente ad Ivrea.

Ancora in Campo

Il progetto “Ancora in campo” è rivolto ai residenti eporediesi over 65 . Prevede azioni finalizzate a diffondere buone pratiche per un’alimentazione sana e corrette prassi di salute. Sarà realizzato dal partenariato costituito, oltre che dal Comune di Ivrea (soggetto capofila), dall’ASL TO 4, dal Consorzio IN.RE.T.E. e dall’Università degli Studi di Torino con la collaborazione di CIAC e AIOPP.

Alimentazione sana

Nell’ambito del progetto, è previsto un percorso teorico-pratico che prevede corsi di cucina tematici per un’alimentazione sana e gustosa. Il calendario degli incontri che si terranno presso il CIAC di Varmondo Arborio dalle 14.30 alle 17.30 è il seguente: “All’origine del gusto (ricette iposodiche)” Giovedì 8 novembre 2018, “La salute… nei legumi” Giovedì 22 novembre 2018 e “Non solo grano (le farine di cereali)” Giovedì 29 novembre 2018.

Corrette prassi di salute

Attraverso la collaborazione con AIOPP e la Facoltà di Infermieristica dell’Università di Torino, infatti, i partecipanti potranno imparare corrette prassi di salute. Presso lo Sportello Anziani dalle ore 9.30 alle ore 11.30, saranno organizzati degli incontri con piccola esercitazione finale su tematiche e patologie specifiche degli anziani.

Le giornate e i temi

Inoltre, presso lo Sportello Anziani le iscrizioni sono gratuite e aperte fino al 25 ottobre (Martedì e Giovedì dalle 9 alle 12). Ecco le giornate e i temi proposti: “Diabete” Lunedì 5 novembre 2018, “Ipertensione e patologie cardiovascolari” Lunedì 12 novembre 2018, “Incidenti domestici” Lunedì 19 novembre 2018, “Masticazione e disfagia” Mercoledì 21 novembre 2018, “Troppo caldo Troppo freddo” Lunedì 26 novembre 2018.

Continua la lettura di Ancora in Campo: al via il progetto del Comune e dell’ASL su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/attualita/ancora-in-campo-al-via-il-progetto-del-comune-e-dellasl/feed/ 0
Progetto contro Bullismo: Liceo Botta e Nalboxe uniti https://ilcanavese.it/attualita/progetto-contro-bullismo-liceo-botta-e-nalboxe-uniti/ https://ilcanavese.it/attualita/progetto-contro-bullismo-liceo-botta-e-nalboxe-uniti/#respond Thu, 18 Oct 2018 13:12:24 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41412 Progetto contro Bullismo: Liceo Botta e Nalboxe uniti per un progetto curricolare che sarà presentato martedì 23 ottobre. Progetto contro Bullismo Il Liceo Botta di Ivrea e l’ASD Nalboxe uniscono le forze in un progetto contro il bullismo. E’ in programma martedì 23 ottobre, alle ore 12 nei locali della scuola la conferenza stampa di […]

Continua la lettura di Progetto contro Bullismo: Liceo Botta e Nalboxe uniti su il Canavese.

]]>
Progetto contro Bullismo: Liceo Botta e Nalboxe uniti per un progetto curricolare che sarà presentato martedì 23 ottobre.

Progetto contro Bullismo

Il Liceo Botta di Ivrea e l’ASD Nalboxe uniscono le forze in un progetto contro il bullismo. E’ in programma martedì 23 ottobre, alle ore 12 nei locali della scuola la conferenza stampa di presentazione. Il progetto curricolare si svolgerà all’interno dell’istituto, proseguendo così un cammino formativo
che ha già riscosso ampi consensi negli anni scorsi.

Boxe e Difesa Personale

L’obiettivo del progetto è utilizzare la boxe, disciplina sportiva non a caso definita nobile arte come strumento di difesa personale. «Il nostro scopo – sottolineano i referenti dell’ASD Nalboxe – è quello di contribuire attivamente alla formazione del carattere dei giovani rafforzando la fiducia in se stessi. Lavoreranno su autostima e forza di volontà, nel rispetto della propria persona e degli altri. Il progetto prevede la formazione sia degli studenti che del corpo insegnante, così da raggiungere in modo capillare tutti i soggetti coinvolti».

Formazione dei Ragazzi

«Noi consideriamo un privilegio poter contribuire alla loro formazione – conclude Fabrizio Nalbone, presidente ASD Nalboxe – Abbiamo ben presente le sfide e le difficoltà che giovani e famiglie affrontano quotidianamente. Vogliamo fornire il nostro contributo affinché i ragazzi possano contare su punti di riferimento sani e stabili. Siamo convinti che l’attività sportiva abbia un ruolo determinante in questo cammino».

Continua la lettura di Progetto contro Bullismo: Liceo Botta e Nalboxe uniti su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/attualita/progetto-contro-bullismo-liceo-botta-e-nalboxe-uniti/feed/ 0
Litosud tra i finalisti del “Best Performance Award 2018” https://ilcanavese.it/attualita/litosud-finalisti-del-best-performance/ Thu, 18 Oct 2018 12:49:38 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41413 Un riconoscimento che ne certifica l’eccellenza economico-finanziaria, l’attenzione all’innovation&technology e il riguardo all’impatto umano, ambientale e di governance. Questo ha significato per la Litosud di Mario Farina entrare a far parte della short list della seconda edizione del “Best Performance Award 2018”, il premio annuale assegnato nei giorni scorsi e dedicato alle imprese italiane, promosso dallo SDA Bocconi in […]

Continua la lettura di Litosud tra i finalisti del “Best Performance Award 2018” su il Canavese.

]]>
Un riconoscimento che ne certifica l’eccellenza economico-finanziaria, l’attenzione all’innovation&technology e il riguardo all’impatto umano, ambientale e di governance. Questo ha significato per la Litosud di Mario Farina entrare a far parte della short list della seconda edizione del “Best Performance Award 2018”, il premio annuale assegnato nei giorni scorsi e dedicato alle imprese italiane, promosso dallo SDA Bocconi in partnership con JP Morgan, Price Waterhouse Cooper, Thompson Reuters e Il Sole 24 ore.

Litosud tra i finalisti del “Best Performance Award 2018”

La Litosud, società tipografica attiva nella stampa di giornali, con due stabilimenti produttivi a Roma e a Milano e nella stampa rotocalco attraverso la sua controllata Effe Printing, è stata l’unica azienda del settore grafico industriale ad avere questo privilegio a fronte di un affollato gruppo di partecipanti: 576.325 le imprese esaminate, 380 giudicate virtuose, e solo 76 le finaliste.

«Essere tra i finalisti del premio ci ha sicuramente onorato – afferma Gianluca Farina, figlio di Mario e componente della governance di Litosud oltre che consigliere di Netweek Spa a cui fanno capo i nostri giornali – A maggior ragione in un periodo di difficoltà per il settore dell’editoria. E’ un attestato di stima che dimostra che stiamo lavorando nella maniera giusta».

Un grande successo ampiamente riconosciuto

La Litosud ha dovuto superare un primo step di analisi da parte della SDA Bocconi, quindi ha ricevuto la visita dei rappresentanti di JP Morgan e Price Waterhouse Cooper che hanno incontrato i vertici dell’azienda. «Sono partiti dall’analisi dei nostri indicatori economici – continua Gianluca Farina – Quindi hanno verificato la nostra attenzione e la rilevanza strategica che hanno per la Litosud le teamatiche ESG (Environmental-Social-Governance). L’inserimento finale nella shortlist di 76 aziende su un campione di 576.325 è la prova della nostra eccellenza».

E ora? «Ci siamo salutati dandoci appuntamento all’anno prossimo», assicura Farina. E questa volta per vincere.

Continua la lettura di Litosud tra i finalisti del “Best Performance Award 2018” su il Canavese.

]]>
Due città al cinema: riparte la storica rassegna cinematografica al Margherita https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/due-citta-al-cinema-margherita/ https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/due-citta-al-cinema-margherita/#respond Thu, 18 Oct 2018 11:31:40 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41406 Due città al cinema, parte la fase “ottobre-dicembre” della seguitissima rassegna cinematografica giunta quest’anno alla sua 37esima edizione. Due città al cinema edizione 37 Ritorna a Cuorgnè il tradizionale appuntamento con Due Città al Cinema. La storica rassegna cinematografica riparte con la fase “ottobre-dicembre”. Appuntamento sempre al Margherita di via Ivrea. L’iniziativa è  giunta alla […]

Continua la lettura di Due città al cinema: riparte la storica rassegna cinematografica al Margherita su il Canavese.

]]>
Due città al cinema, parte la fase “ottobre-dicembre” della seguitissima rassegna cinematografica giunta quest’anno alla sua 37esima edizione.

Due città al cinema edizione 37

Ritorna a Cuorgnè il tradizionale appuntamento con Due Città al Cinema. La storica rassegna cinematografica riparte con la fase “ottobre-dicembre”. Appuntamento sempre al Margherita di via Ivrea. L’iniziativa è  giunta alla sua edizione numero 37. Mentre è organizzata in collaborazione con i Comuni di Rivarolo e Cuorgnè. In cartellone ci sono 9 imperdibili appuntamenti. Ogni martedì, quindi, alle 21.30.

Martedì al Margherita

L’iniziativa Due città al cinema 2018 ha già fatto registrare ottimi numeri nella sua prima parte. Il direttore artistico, Santho Iorio, infatti ha spiegato come ci sia stato un aumento degli abbonamenti per assistere ai film dell’attesa rassegna. Per informazioni si può contattare il cinema Margherita 0124-657523. Oppure: Biblioteca civica di Cuorgnè 0124-655252, Biblioteca civica di Rivarolo Canavese 0124-26377. Abbonamento a tutte le 9 serate 24 euro. Serata Movie Tellers, quindi, 6 euro compresa degustazione Slow Food. Ingressi singoli 5 euro.

Il programma

Questa fase di Due città al cinema si apre, quindi, martedì 23 ottobre con il film “Un affare di famiglia”. Si tratta infatti di una pellicola del 2018 diretto da Hirokazu Kore’eda e interpretato da Kirin Kiki, Lily Franky, Sōsuke Ikematsu, Sakura Andō, Moemi Katayama. Il film è stato premiato con la Palma d’Oro al Festival di Cannes del 2018. Mentre questi sono gli altri titoli in cartellone. Martedì 30 ottobre – Rassegna Movie Tellers. Martedì 6 novembre – Una storia senza nome.  Martedì 13 novembre Dogman. Martedì 20 novembre – Un figlio all’improvviso. Martedì 27 novembre – La casa dei libri.  Martedì 4 dicembre – Don’t worry. Martedì 11 dicembre The wife. Martedì 18 Girl.

Continua la lettura di Due città al cinema: riparte la storica rassegna cinematografica al Margherita su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/cultura-e-turismo/due-citta-al-cinema-margherita/feed/ 0
NaturaSì richiama Cioccobì: all’interno frammenti di plastica https://ilcanavese.it/attualita/naturasi-richiama-cioccobi-plastica/ https://ilcanavese.it/attualita/naturasi-richiama-cioccobi-plastica/#respond Thu, 18 Oct 2018 11:31:22 +0000 https://ilcanavese.it/?p=41375 NaturaSì richiama Cioccobì fondente con riso soffiato a marchio Baule Volante per la possibile presenza di plastica. Naturasì richiama Cioccobì La catena Naturasì ha pubblicato il richiamo di un lotto Cioccobì fondente con riso soffiato a marchio Baule Volante per la possibile presenza di frammenti di plastica dura. Lo snack incriminato Il prodotto coinvolto è […]

Continua la lettura di NaturaSì richiama Cioccobì: all’interno frammenti di plastica su il Canavese.

]]>
NaturaSì richiama Cioccobì fondente con riso soffiato a marchio Baule Volante per la possibile presenza di plastica.

Naturasì richiama Cioccobì

La catena Naturasì ha pubblicato il richiamo di un lotto Cioccobì fondente con riso soffiato a marchio Baule Volante per la possibile presenza di frammenti di plastica dura.

Lo snack incriminato

Il prodotto coinvolto è venduto in confezioni da 25 grammi con termine minimo di conservazione 12/01/2020. Lo snack è stato prodotto per Baule Volante da Eco-Bio Alimentare di Mihai Vasile, nello stabilimento di via dell’Artigianato 2B a San Giorgio in Bosco, in provincia di Padova. A scopo precauzionale e al fine di garantire la sicurezza dei consumatori, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda a coloro che hanno acquistato il prodotto con le caratteristiche segnalate, di NON consumarlo.

 

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Canavese Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Il Canavese: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Continua la lettura di NaturaSì richiama Cioccobì: all’interno frammenti di plastica su il Canavese.

]]>
https://ilcanavese.it/attualita/naturasi-richiama-cioccobi-plastica/feed/ 0