Lavori in corso lungo le strade di Castellamonte. Terminata la seconda parte di asfalti dove resta ancora da fare la segnaletica orizzontale per la cifra di 70mila euro (il primo intervento di asfaltature terminato in primavera è stato di 60mila euro).

Lavori in corso lungo le strade di Castellamonte

“Abbiamo innanzitutto cercato di sistemare le strade davanti alle scuole, quindi via Pullino, via Ghione, via Trabucco, poi altre strade come via Raverdino, l’ingresso di Spineto dalla Circonvallazione per Cuorgnè, alcune vie a San Giovanni ed altri piccoli interventi. Un poco alla volta stiamo cominciando a ridare un minimo di dignità alle strade comunali” scrivono in un comunicato il Sindaco Pasquale Mazza e il suo vice Teodoro Medaglia. “Sappiamo benissimo quali sono gli interventi da fare – proseguono – avendo una mappatura sempre aggiornata in ufficio tecnico sia delle richieste fatte dei cittadini che delle segnalazioni derivanti dai sopralluoghi dei tecnici comunali, il totale generale di queste indicazioni ammonta a circa 2milioni di euro.”

Leggi anche:  Bennet entra a far parte del Gruppo VéGé

Richieste a Città Metropolitana e Smat

“A questo punto ci stiamo muovendo su due fronti – precisano sindaco e vice – innanzitutto faremo un mutuo di 150mila euro deliberato durante l’ultimo Consiglio Comunale dedicato agli asfalti, in secondo luogo abbiamo concordato con Città Metropolitana e Smat alcuni interventi che porteranno a migliorare la situazione delle strade. In particolare a Città Metropolitana abbiamo richiesto di asfaltare via XXV Aprile e crediamo che a breve la situazione sarà sbloccata, mentre per quanto riguarda Smat si dovrebbero realizzare interventi in Strada Casino, Strada Carossia, gli asfalti definitivi dovuti al risarcimento dell’acquedotto di S.Anna Boschi e via Micheletto a Muriaglio”.

“Cerchiamo di evitare polemiche inutili”

“Siamo consapevoli – concludono – che tutto questo non basta e che ognuno vorrebbe davanti a casa propria la priorità massima, noi opteremo per partire dalle situazioni peggiori pertanto cerchiamo di evitare polemiche inutili e sterili oppure le solite segnalazioni sui social, le risorse a disposizione quelle sono e come già scritto in precedenza saranno spese in modo oculato e con priorità di tipo tecnico.”