Leini miss e mister preferenze: ecco i più votati alle ultime elezioni comunali.

Leini miss e mister preferenze

Questa mattina, mercoledì 29 maggio, l’ufficio elettorale ha rese note le preferenze dei singoli candidati consiglieri. Com’era previsto, mister preferenze è il medico Giuseppe Musolino, di Progetto Leini con 370 voti personali. La donna più votata è la collega di partito Carmela Masi, con 182 preferenze (+ 27 rispetto al 2014). La seconda piazza dell’uomo più gettonato dall’elettorato va a Mauro Caudana, di Cambia Leini con noi, con 262 voti (+ 54 rispetto al 2014).

Al secondo posto

La seconda donna con più preferenze è la compagna di partito di Caudana: Cristina Bruno, con 136 voti (+ 19 rispetto al 2014). Molto bene anche il loro capolista, Ezio Navilli, con 146 preferenze (- 7 rispetto al 2014). In Leini con Gabriella Leone Sindaco spicca il fratello del candidato a sindaco, Pierluigi Leone, con 130 voti. Exploit anche per Alice Macario Ban, di Uniti per Leini, che con i suoi 122 voti mette in fila i colleghi di coalizione e assessori uscenti: Raffaella Arzenton, di Leini con Gabriella Leone Sindaco, che ha ottenuto 117 voti (+ 27 rispetto al 2014), e Fabrizio Troiani di Uniti per Leini, con 104 voti (- 42 rispetto al 2014), e Luca Torella, di Leini Democratica, con 93 preferenze personali.

Leggi anche:  Fusioni dei comuni, Giglio Vigna (Lega) attacca i sindaci canavesani che hanno scelto questa strada

A tre cifre …

A stare sopra le cento preferenze c’è ancora Valter Peraudo, di Fratelli d’Italia, che ha avuto un bottino personale di 107 voti (+ 26 rispetto al 2014). Appena sotto il tetto, invece, Mauro Perino, di Lista per Leini, con 97 preferenze. Molto bene anche Elisa Chiabotto, di Leini Bene comune, che al Fornacino ha ottenuto 90 preferenze (+ 51 rispetto al 2014). Male, invece, i 5Stelle. Il più votato, Carmelo Giannitto, ha ottenuto 14 voti. Molto male anche la Lega il cui più votato risulta essere Sara Garino, con solo 28 preferenze mentre i rappresentanti storici del partito Alberto Guglielmini, 17 voti, e Denise Micheletto, 19 preferenze (- 15 rispetto al 2014), non sfondano nemmeno il tetto dei 20 consensi personali, rispetto ai 960 voti ottenuti dalla lista.

Ora il ballottaggio

Dati questi che verranno cristallizzati in attesa dell’esito del ballottaggio del 9 giugno prossimo, tra Gabriella Leone e Renato Pittalis i due candidati che hanno chiuso il primo turno, rispettivamente, al primo e al secondo posto.