Mathi, lista 4 – Mathi Domani con Maurizio Arbezzano.

Mathi, lista 4 – Mathi Domani con Maurizio Arbezzano

Lista 4 – «Mathi Domani con Arbezzano». Candidato a sindaco Maurizio Arbezzano, 49 anni.
Compongono la lista: Emiliano Pasquale Airola, Christian Antisso, Rebecca Cerva, Stefano Chionio, Guido Ferrari, Danilo Massa Bova, Barbara Osella Ghena, Marielisa detta Lisa Padovan, Matteo Rocchietti, Giancarlo detto Carlo Sopetti, Fulvio Roberto Valentinotti.

APPELLO AL VOTO

«Chiediamo ai mathiesi di darci fiducia perché tutti noi vogliamo far parte di un’Amministrazione comunale che, rispetto agli ultimi anni, lavori di più, meglio e per il bene del Paese, ravvivando le aspettative e la consapevolezza in tutti i cittadini, così da riconoscere e tutelare i loro diritti. Un’Amministrazione che deve perciò impegnarsi costantemente ad ascoltare ed a soddisfare i bisogni e le esigenze dell’individuo e della comunità. Il punto di forza di Mathi Domani è il gruppo, composto non soltanto dai candidati ma da un più ampio team di lavoro: un giusto mix di esperienza e novità, con spiccate qualità e professionalità individuali. Quello che presentiamo è un programma ambizioso ma di forte concretezza, in sintonia con le esigenze più sentite dalla collettività. Il nostro è un programma misurato e misurabile: vogliamo stipulare un vero e proprio patto con i mathiesi, con cui ci impegneremo a garantire tempi di risposta e tempi di risposta per tutti i servizi comunali. L’obiettivo principale è di rimettere le persone ai loro bisogni al centro della politica e dei suoi interventi. Vogliamo un paese dove tutti si sentano sicuri nelle proprie case, lungo le vie e in tutti i luoghi pubblici e, allo stesso tempo, anche un paese più decoroso e accogliente. Mathi deve tornare ad essere un punto di riferimento per l’intero territorio: per fare questo c’è bisogno di una comunità lungimirante che investa nella cultura, nello sport, nella musica e soprattutto nelle manifestazioni affinché il paese possa essere di nuovo vivo come un tempo».

Leggi anche:  Aumento stipendi in giunta a Ivrea: le giustificazioni sui social