Milleproroghe un danno enorme per i piccoli Comuni. Lo sostiene l’onorevole Francesca Bonomo del Pd.

Milleproroghe un danno

Secondo l’onorevole Francesca Bonomo del Pd il Milleproroghe un danno enorme per i piccoli Comuni. “La nuova maggioranza gialloverde, con l’approvazione del nuovo dispositivo al Senato, di fatto sospende fino al 2020 tutti i progetti del Bando Periferie finanziato dal precedente Governo Gentiloni. Per il solo Piemonte si parla di 225 milioni di euro, di cui 93 destinati a 11 città della prima cintura di Torino. Si aggiungono i 21 tolti ad Asti, 5 a Biella, 25 a Vercelli, 30 ad Alessandria e a Cuneo, 8 a Novara e 12 a Verbania”.

Alle ortiche i progetti

Per Bonomo dunque un danno enorme per i Comuni, che avevano già impegnato somme importanti per la redazione dei progetti volti a cambiare il volto di quelle aree per troppo tempo dimenticate. La deputata del Partito Democratico commenta aspramente l’approvazione del decreto arrivata nel tardo pomeriggio di giovedì 20 settembre. «Bene ha fatto l’Anci ad abbandonare la conferenza unificata e ad annunciare l’interruzione delle relazioni istituzionali con l’Esecutivo

Leggi anche:  CasaPound Ivrea soddisfatto della crescita degli ultimi mesi

Anche Bonomo con l’Anci

“Siamo a fianco dei sindaci e degli amministratori che si sono visti sottrarre sotto il naso diversi milioni di euro. Soldi destinati alla sicurezza e alla qualità della vita dei cittadini e che avrebbero contribuito anche al rilancio dell’economia locale. Bonomo chiede di rivedere la sospensione e di sbloccare i fondi.

Il Governo faccia un passo indietro

“Il Governo faccia marcia indietro – conclude la deputata del Pd – Tenga fede agli impegni sottoscritti dal premier con l’associazione nazionale dei Comuni. Chi pagherà le gare di progettazione e le penali dei contratti già firmati con le imprese e i professionisti? Il rischio è che questa scelta assurda ora ricada sulle istituzioni locali, sulle aziende e sui cittadini”.