Ponte crollato a Genova, “Comizio del ministro in Parlamento”. Le critiche di Daniela Ruffino, deputata di Forza Italia.

Ponte crollato a Genova

Sul ponte crollato a Genova proseguono le critiche politiche. Daniela Ruffino, deputata di Forza Italia, ha stigmatizzato l’intervento del ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Danilo Toninelli. Il pentastellato ha infatti svolto un’informativa sulla tragedia di Genova.

 Le critiche di Daniela Ruffino

“Non aveva nulla da dire, se non confermare la confusione che regna sovrana nel M5s e nel governo. Neppure era informato sulla pubblicazione della convenzione fra governo e Autostrade sul sito della stessa società. Non ha speso una parola sull’emergenza in cui sono precipitate la città di Genova e la Regione Liguria. Non un cenno sugli strumenti legislativi che il governo intende mettere in campo per accelerare i lavori di rimozione dei tronconi del Ponte Morandi e la costruzione di un nuovo ponte.

Secondo Forza Italia è stato l’ennesimo “comizio”

“Toninelli doveva riferire le decisioni prese o in via di assunzione da parte del governo e del suo dicastero ha invece svolto un comizio inutile e offensivo per la sede istituzionale. La Gronda o il Terzo Valico, opere strutturalmente connesse alla città di Genova, cioè al primo porto commerciale del Mediterraneo, e alla Liguria, neanche una parola o una pur vaga allusione. Toninelli ha confermato in modo drammatico il vuoto in cui si agita questo esecutivo la cui unica ragione di esistere si trova nella polemica quotidiana contro tutto e contro tutti”.