A Cafasse s’invocano soluzioni per la messa in sicurezza della Direttissima “La Mandria”. La viabilità dell’ex provinciale è stata teatro di svariati incidenti.

Interrogazione consiliare per la direttissima “La Mandria”

Il dibattito è stato sollecitato da un’interrogazione consiliare. Il documento è stato presentato dal capogruppo di minoranza Rinaldo Scarano. Preoccupano soprattutto gli incidenti a ridosso dell’abitato. Uno degli svincoli su cui intervenire l’intersezione tra via Vigne e corso IV Novembre con l’ex strada provinciale 1. Qui si è verificato uno scontro con feriti.

Parcheggi “comodi”

Il fulcro della vicenda è la scarsa visibilità dei veicoli in uscita sulla Direttissima. Afferma Scarano: “Su quel tratto di strada c’è un esercizio commerciale. Gli avventori del locale sfruttano per comodità il parcheggio del condominio adiacente, togliendo la visibilità in uscita da via delle Vigne e rendendo l’intersezione pericolosa. Richiediamo un intervento”.

I primi contatti con la Città Metropolitana

La neo-giunta Marietta si è già messa in contatto con gli uffici della Città Metropolitana. L’argomento è stato sollecitato dall’assessore alla viabilità Enrico Capucchio che sostiene: “La questione è nota da tempo e abbiamo provveduto a contattare la Città Metropolitana prima dell’ultimo incidente”. La carreggiata è di proprietà dell’ex Provincia ma ricade di fatto sull’abitato di Cafasse. Creando problemi alla popolazione.