Turismo stanziati 16 milioni di euro dalla Regione Piemonte

Turismo stanziati 16 milioni di euro

Dalla Regione Piemonte al settore Turismo stanziati 16 milioni. La Giunta  ha approvato una serie di misure di finanziamento specifiche per le imprese  e le associazioni no profit piemontesi. Si tratta di strumenti destinati al sostegno, allo sviluppo, al potenziamento e alla qualificazione dell’offerta turistica, compresi la creazione e il miglioramento della ricettività.

L’accordo con Finpiemonte

Grazie a un accordo con Finpiemonte, quindi, nelle prossime settimane verranno attivati i seguenti strumenti di finanziamento.  Fondo rotativo per piccole e medie imprese a supporto degli investimenti. Gli operatori potranno accedere a un finanziamento a tasso zero per un importo minimo di 50.000,00 euro e un massimo di un milione di euro, che dovrà essere erogato da Finpiemonte. Fino ad un massimo del 5% degli importi che saranno finanziati (e comunque fino a 50.000,00 euro) sarà erogato a fondo perduto. Gli interventi potranno riguardare il miglioramento e l’ampliamento dell’offerta ricettiva alberghiera ed extra-alberghiera. Ma anche la realizzazione e il recupero di attrezzature per il turismo, compresi gli impianti di risalita e innevamento.

Leggi anche:  Club Turati del Canavese scrive al sindaco Mazza per i festeggiamenti del 2 giugno

Gli altri aiuti

Fondo di garanzia per il finanziamento di progetti di sviluppo turistico dei territori montani  prevede la facilitazione per l’accesso al credito delle imprese appartenenti ai territori nei quali sono già stati attivati accordi di programma con la Regione Piemonte. Ggli interventi ammissibili potranno riguardare investimenti strutturali e infrastrutturali legati agli sport di montagna, all’escursionismo e al sistema neve.  Contributi a fondo perduto per piccole e medie imprese attive nei servizi turistico-culturali, e in particolare nell’ambito del cicloturismo. Questo strumento è a supporto dell’incremento e del miglioramento dei servizi offerti dalle imprese turistiche nuove o già operanti sul territorio regionale. La misura, a sportello, prevede la possibilità di accedere a un contributo fino a un massimo di 10.000 euro e a copertura del 70% dell’importo totale del progetto finanziato.