“La mia prima mossa sarà simbolica e importante: andrò a visitare i cantieri dell’Alta velocità il prima possibile”.

Zingaretti dedica la sua prima uscita al Piemonte e alla TAV

Nicola Zingaretti, neo-eletto segretario  del Pd dopo la vittoria alle primarie, punta dritto a Torino, a quel “Nord produttivo” come citato nel suo primo discorso dopo l’esito dei gazebo e alla partita sul Tav.

Queste le sue parole:

“La mia prima mossa sarà simbolica e importante: andrò a visitare i cantieri dell’Alta velocità il prima possibile”.

E così è stato, il primo appuntamento ufficiale è stato l’incontro con il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino.

Le sue parole sulla Tav

Sull’importanza del progetto ha aggiunto:

La Tav è un simbolo nazionale di come ci si deve comportare in un grande paese come l’Italia. Chiediamo che i bandi non si interrompano. Deve andare avanti. Sarebbe criminale anche solo teorizzare di perdere investimenti per il lavoro. L’Italia sta pagando una maggioranza parlamentare che non è unita da una visione di futuro del paese. Questa fase di immobilismo viene pagata dagli italiani. Si deve aprire una nuova stagione. Il blocco della Tav lo paga tutto il Paese“.