Vaccini antinfluenzali: la programmazione va rivista per il Sindacato Nazionale Medici Italiani.

Vaccini antinfluenzali

Sui vaccini antinfluenzali interviene a “gamba tesa” il Sindacato Nazionale Medici Italiani. “Il prossimo anno vogliamo essere coinvolti nel sistema dei vaccini antinfluenzali – chiede ufficialmente Angelo Testa, medico castellamontese e presidente nazionale dello Snami ,che in denuncia il fallimento organizzativo dei sistemi regionali per la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2018-19.

Snami all’attacco

“Come medici di famiglia dello Snami vogliamo puntualizzare che la programmazione delle Regioni è saltata e i vaccini antinfluenzali sono all’oggi praticamente introvabili e ovviamente nessuna colpa può ricadere sui medici di famiglia – commentano dal sindacato sulla delicata vicenda – Dopo la prima tranche di vaccini ci sono state serie difficoltà a reperirne degli altri ed in molti casi siamo stati costretti ad sospendere in anticipo le sessioni vaccinali, con grandissimo disagio dei pazienti che non ne capivano le ragioni”.

Programmazione e prevenzione

“Il prossimo anno – aggiunge Salvatore Cauchi, addetto stampa nazionale Snami – vogliamo condividere con largo anticipo la campagna antinfluenzale con le Regioni al fine di dare ai Medici certezza sulla disponibilità dei vaccini anche per evitare le emergenze di questo anno ed andare a regime con una vaccinazione che è fondamentale soprattutto per gli anziani, i malati cronici,categorie a rischio e le donne incinte”.