“Dipende dai punti di vista”, evento Rotary Cuorgnè.

“Dipende dai punti di vista”, evento Rotary Cuorgnè

E’ andata oltre ogni più rosea aspettativa la serata conclusiva del Progetto “Dipende dai punti di vista”. Proposto dal Rotary Club Cuorgnè e Canavese con il coordinamento della Cooperativa sociale Andirivieni. Venerdì, 25 maggio, l’Istituto ex Salesiano di Cuorgnè ha spalancato le sue porte per una riuscita rappresentazione dei racconti itineranti “Io mi son sentito diverso”. Grazie quindi all’attenta regia di Lorenzo Monteu, Federica Trione e Marcello Turco.

Spettacoli realizzati dagli alunni

Gli spettacoli realizzati dai bravi e preparati studenti delle classi 1 H della scuola media di Valperga, 2 A della media Cresto di Castellamonte, 2 C della secondaria di 1° grado di Rivarolo Canavese e 1 C della scuola media di Favria. Hanno conquistato l’attenzione del folto pubblico intervenuto all’iniziativa. Gli allievi si sono infatti esibiti valorizzando nel migliore dei modi possibili le abilità. Acquisite dunque in ambito teatrale, musicale ed artistico al’interno di “Dipende dai punti di vista”. Un service molto importante, finanziato dal Rotary Club Cuorgnè e Canavese ed incentrato sul tema della disabilità.

Leggi anche:  Balangero, il dirigente scolastico Diego Ieva va in pensione

Opportunità per i giovani disabili

Il progetto è stato quindi un’opportunità per giovani disabili di mettere in mostra e al servizio dei ragazzi che hanno incontrato durante le attività le proprie abilità e le proprie competenze. Maturate ed acquisite in ambito teatrale, musicale, artistico. E’ statoanche una significativa occasione per gli alunni delle scuole medie per sperimentarsi in attività artistiche e creative. Confrontandosi con una disabilità in grado di trasferire capacità, attitudini e abilità.