San Maurizio: commuove i docenti con la sua tesi su De Andrè.

San Maurizio: commuove i docenti
con la sua tesi su De Andrè

Un «10 e lode» che ha emozionato addirittura i professori. Dopo averli incollati alle sedie sui quali erano seduti per ascoltare la sua esposizione della tesi. Davvero particolare perchè ha avuto come protagonista principale il cantautore Fabrizio De Andrè.

«De Andrè e la guerra di Piero»

«De Andrè e la guerra di Piero» il titolo della tesi. Presentata da un allievo della 3ª C della scuola Media Remmert di San Maurizio che a 14 anni ha saputo trattare un personaggio così impegnativo e poliedrico come il noto cantautore raccontandone gli aspetti principali della vita, delle scelte, della lunga carriera musicale e delle tante battaglie sociali portate avanti proprio con le sue canzoni.

Ha 14 anni e ascolta il cantautore fin da bimbo

A scrivere questa tesi è stato Nicola Maria Piscitelli, tra gli studenti “eccellenti” che hanno chiuso con la votazione più alta il percorso della scuola dell’obbligo. Perchè una tesi su De Andrè? «Ascolto le sue canzoni fin da quando sono piccolo – racconta – I miei genitori sono grandi fans e in casa nostra le sue canzoni sono sempre state quelle ascoltate di più. Mi sono appassionato alla sua musica, ai suoi messaggi di alto valore sociale e storico. I suoi maggiori successi, come “La guerra di Piero” che è la principale dalla quale ho tratto spunto per la mia tesi. Inizio parlando del perchè ho scelto lui come argomento del mio elaborato. Sono poi passato a parlare della sua vita, dei suoi esordi, dei suoi progetti musicali. Mi sono soffermato su alcune delle canzoni, quelle che più mi appassionano, anche se a dire il vero, tutte mi appassionano, non saprei dire quale preferisco. “La Guerra di Piero” è quella che ho analizzato più in profondità. Si parla di guerra in quel testo ed è stato perfetto per allacciarlo allo scrittore Primo Levi, passando a parlare del secondo conflitto mondiale, proseguendo poi con la guerra sul fronte americano.
Il messaggio finale, nella canzone di De Andrè, è il ripudio della guerra. Ho trattato temi come l’anarchia, la libertà e la religione. Ho parlato della morte di De Andrè avvenuta nel 1999 e di come il panorama musicale ed artistico abbia subito una grave perdita che ha causato un grande vuoto, che si sente ancora oggi. Un personaggio che difficilmente si ripresenterà – prosegue Nicola Maria – Mi sarebbe piaciuto trattare in maniera ampia un altro testo molto bello e ricco di significato: la Ballata dell’amore cieco e anche di “Storia di un impiegato” che racconta il desiderio di ribellione di un impiegato e la scelta infelice di farlo attraverso un attentato. Purtroppo ho dovuto fare delle scelte nell’elaborazione della tesi. De Andrè e tutte le sue canzoni sono parte di me, fin da quando ero un bimbo».

Leggi anche:  San Maurizio: auguri ad Anna, 103 anni

Una tesi da «10 e lode»

Una tesi esposta alla perfezione, ascoltata dai docenti dall’inizio alla fine. Meritatissimo il «10 e lode». Come proseguirà gli studi? Da settembre Nicola Maria Piscitelli frequenterà il liceo «Fermi-Galilei» di Ciriè.