Anno nuovo, obiettivi nuovi. Sono quelli che Asd La Canavese Petanque guidata dal presidente Massimo Francioli si è posta, anche con l’intento di divulgare sempre più tale disciplina. Sport che nel nostro territorio sta raccogliendo comunque molti consensi, oltre ad offrire spunti di un certo interesse.

Asd La Canavese Petanque

A spiegare cosa sta accadendo in seno al team Asd La Canavese Petanque che ha la sua sede a Pertusio, è proprio lo stesso Francioli. «Abbiamo iniziato ad imbastire la squadra – dice il numero uno del club – per puntare, entro breve, alla conquista della massima serie. Per fare ciò sono giunti alcuni nuovi elementi ad arricchire la rosa degli atleti: «Si tratta di Luca Casadei di Genova, di Giovanni Saccu, astigiano ma che per motivi di lavoro risiede attualmente a Pertusio, nonché Khaled Lakhal Franco, tunisino di Nizza». Quest’ultimo detiene il titolo di campione del mondo e ha al suo attivo altre 4 finali iridate. Inoltre, nel suo palmares vanta tre ori ai Giochi del Mediterraneo, per 10 volte ha fatto suo il titolo francese e si è imposto nelle più importanti manifestazioni internazionali.

Leggi anche:  Vernissage Juventus a Villar Perosa, oggi la tradizionale partitella in famiglia

New entry

I nuovi arrivati si sono esibiti di recente sui campi canavesani, presenziando alla gara che l’asd Canavese Petanque ha allestito, coinvolgendo diversi appassionati. «Lakhal si è complimentato per la bella struttura creata a Pertusio e soprattutto per la calda accoglienza ricevuta da parte dei numerosi soci che compongono l’associazione» aggiunge Francioli. Un passo importante quello che la realtà canavesana ha deciso di compiere, proseguendo  con entusiasmo un progetto iniziato poche stagioni or sono e che adesso punta al definitivo salto di qualità.

Anno nuovi con tanti obiettivi

«Tutti coloro che volessero avvicinarsi alla disciplina – ci tiene ancora a precisare Francioli – possono presentarsi a Pertusio. Saranno accolti da tutto il gruppo che ogni martedì e giovedì pomeriggio si ritrova per trascorrere assieme ore in allegria. Sono io, in primis, a completa disposizione per qualsiasi informazione e disponibile a corsi gratuiti di apprendimento della disciplina». Spazio anche alle scuole che vogliano approcciarsi alla specialità. «L’invito per delle giornate informative e pratiche è rivolto a tutte le scolaresche. Il gioco è semplice e con poche regole, ma ferree. A praticarlo sono donne, uomini e bambini ed oggi contiamo circa una settantina di associati».