Un grandissimo bronzo al Trofeo delle Regioni sottolinea quanto di buono sta facendo il Black Rope di Ivrea, società in grandissima crescita.

Bronzo al Trofeo delle Regioni

Un risultato eccellente, che conferma a pieno come il progetto targato Black Rope continui a dare ampiamente bei risultati. Ha un sapore al pari della vittoria la terza piazza che il sodalizio eporediese guidato da Barbara Toffano ha conquistato in occasione della prova conclusiva del «Trofeo delle Regioni» di tiro alla fune. Un gradino basso del podio che è arrivato lo scorso 17 novembre, quando le compagini al via della competizione nazionale si sono date appuntamento a Morbegno, vicino a Sondrio.

Un grandissimo risultato

«La manifestazione – spiega Barbara, che ricordiamo è istruttrice presso il Centro Sportivo Aqua Gym di corso Vercelli a Ivrea, sede pure degli allenamenti – era divisa in due uscite. Dopo la prima competizione, che si è tenuta ad ottobre, è stata la volta della trasferta in Lombardia e qui è arrivata una medaglia di bronzo che ci riempie di orgoglio e ci sprona a continuare a fare meglio». Il risultato colto dal Black Rope è davvero notevole, soprattutto perché è arrivato a pochissimo dall’avvio di un progetto, quello eporediese, che sta maturando piano piano. «La soddisfazione maggiore – dice la Toffano – è che stiamo davvero vedendo i risultati del grandissimo lavoro svolto in questi mesi da tutto il gruppo. Gli allenamenti duri a cui ci stiamo sottoponendo, però, stanno dando i frutti sperati. Oltre al gradino basso del podio, infatti, ciò che conta è che si è visto, a livello tecnico, un miglioramento nello stare in pedana e nelle tirate che non può che farci guardare avanti con entusiasmo. E’ davvero motivante sapere che tutto ciò che abbiamo fatto e che stiamo facendo, settimana dopo settimana, ci sta portando lontano».

Leggi anche:  Annata da incorniniare nella pesca per Andrea Giganti

Si guarda al futuro

Il «Torneo delle Regioni» ha di fatto aperto quella che sarà una stagione intensissima per le ragazze d’Ivrea. «Adesso sarà la volta del Campionato Italiano, dove arriviamo cariche e vogliose di fare bene. L’obiettivo è semplice: migliorare il riscontro del 2018 ed in maniera particolare cercare pure di vincere contro squadre con le quali non lo abbiamo ancora fatto. Un’altra indicazione importante della gara di Morbegno è il fatto che le affermazioni sono state convincenti, mentre le sconfitte sono arrivate, ma lottando e dimostrando anche in questo caso di aver lottato sino in fondo». Il calendario del trofeo tricolore è il seguente: s’inizia a metà dicembre, il 15 per l’esattezza, con la trasferta in Umbria, a Monte Urano. A gennaio, invece, sarà la volta della tappa di Camaiore, mentre il 15 marzo si andrà a Isera, in provincia di Trento. Infine, ancora Camaiore, ad aprile, sarà l’ultima uscita dell’Italiano, mentre da non dimenticare il 26 gennaio 2020 la Coppa Italia, di nuovo a Morbegno.