Canavese in rosa la serata di Gala al Castello di Parella in vista del Giro d’Italia

Canavese in rosa

L’intenso primo weekend di maggio, che apre il mese dedicato al Giro d’Italia, si è aperto venerdì 3 alle 21 nella suggestiva cornice del Castello di Parella con una serata dedicata al ciclismo di ieri, di oggi e anche di domani: “Canavese in rosa”. Sono intervenuti Andrea Basolo, Sindaco di Ceresole e Presidente del Comitato di tappa locale, Stefano Sertoli e Luigi Ricca, rispettivamente Sindaco di Ivrea e Presidente del Comitato di tappa eporediese e Giovanni Maria Ferraris, Assessore Regionale allo sport. Con loro Alberto Rostagno, Sindaco di Rivarolo e Giacomino Martinetto, presidente del Velodromo Francone di San Francesco al Campo.

Una vetrina per il territorio

Ma il ciclismo, oggi più che mai, non è solo sport, ma può diventare importante volano dello sviluppo turistico ed economico. Va letta in quest’ottica, proiettata al futuro, la presenza di Fabrizio Gea e Marco Succio (rispettivamente Presidente e responsabile della commissione turismo, cultura e sport dell’Agenzia per lo sviluppo del Canavese). Poi Daniela Broglio (direttrice di Turismo Torino e Provincia), Maria Aprile (presidente del gruppo turismo, cultura e sport di Confindustria Canavese) e Franco G. Ferrero (direttore Consorzio operatori turistici Valli del Canavese).

Leggi anche:  Nole vestita di rosa ha incontrato Franco Balmamion

Storia e personaggi locali protagonisti

Gli interventi degli ospiti sono stati inframmezzati da filmati dedicati al ciclismo in Canavese: un amarcord sulle tappe degli ultimi anni, la presentazione delle frazioni del 2019. Nel corso della serata saranno anche presentati l’oper a che Ugo Nespolo ha dedicato all’arrivo al Lago del Serrù e l’opuscolo su Carlin Begoglio, indimenticabile disegnatore cuorgnatese che dedicò molti dei suoi lavori proprio al ciclismo.