Corsa dei 5 laghi ormai vicina: si corre domani, domenica 1 settembre. L’evento è alle porte.

Corsa dei 5 laghi ormai vicina: si corre domani, domenica 1 settembre

C’è grande attesa per domenica 1 settembre: sarà il giorno della Corsa dei 5 Laghi, giunta quest’anno alla quarantaduesima edizione, accompagnata ancora una volta dalla 2 Laghi. Si tratta della corsa più significativa del territorio eporediese, con una valenza straordinaria per Ivrea: parte e si chiude in città. La consegna dei pettorali sarà in piazza Ottinetti dove durante tutta la giornata ci saranno parecchi stand di varie associazione della zona.

I cenni storici

Facciamo un bel passo indietro: in 42 anni la corsa è cambiata di molto. Storicamente era collegata al Festival dell’Unità nella piazza del mercato dell’epoca, con una connotazione fortemente locale. Ideata da Giuseppe Giorgio e Mauro Salizzoni, nel corso del tempo l’organizzazione è passata alla Podistica Dora Baltea, mentre da alcuni anni è affidata al GS Avis di Ivrea. Lo scorso anno all’interno dell’associazione avisina c’è stato un cambio generazionale che ha generato alcune novità importante. Per l’edizione 2019, dopo ben quindici anni la Corsa dei 5 Laghi torna in FIDAL (Federazione Italiana Di Atletica Leggera). Ciò ovviamente non esclude la UISP (Unione Italiana Sport Per tutti), per una doppia approvazione. Inoltre la 5 Laghi si propone come un raro esempio di collaborazione tra Società Sportive: GS Avis Ivrea e Durbano Gas Energy.

Le caratteristiche dell’evento eporediese

Vediamo ora le caratteristiche della corsa. SoftTrail da 25 km, una corsa «speciale» da fare con la testa, più lunga e impegnativa di una mezza maratona, alterna asfalto per concentrarsi sulla tecnica e pezzi di puro trail anche in salita. Sono previsti 3 ristori + 1 finale in piazza Ottinetti, 4 postazioni radioamatori, 2 ambulanze + auto medica e squadra a piedi , medico presente in piazza. Ecco poi 2 postazioni di massaggiatori professionisti, 3 WC chimici, speaker e postazione audio, cronometraggio Wedo Sport, assicurazione Fidal Cattolica e Uisp Unipol. La partenza avverrà alle ore 9.30 da corso Massimo D’Azeglio, dopo la scalinata discesa allo Stadio «Pistoni». Tratto urbano fantastico: corso Massimo, via Palestro, via Arduino, piazza Maretta, ponte Vecchio, Discesa a Stadio della Canoa (Ivrea ha uno stadio della Canoa riconosciuto per gare mondiali!), Lungo Dora e passerella, Stadio Pistoni e via dei Cappuccini, via Cascinette….e poi via per i Laghi dell’anfiteatro morenico di Ivrea. Partecipando alla 5 Laghi si otterrà il premio partecipazione di pregio «Karhu», smanicato tecnico prima scelta, una lattina di birra Menabrea edizione limitata, una convenzione con locali per «pranzo podista a 10 euro». E poi due foto gratis per ogni partecipante da scaricare da www.pantacolor.it, oltre che video girati con droni da scaricare da https://fotorilievidroni.it. Per chi partecipa alla 2 Laghi il premio di partecipazione è la maglietta rosa tecnica di pregio «Karhu».

Leggi anche:  Taekwondo Canavese: al via la nuova stagione

Non solo sport

Come già fatto lo scorso anno, l’organizzazione ha infatti raggiunto un’intesa con le ONG presenti sul territorio eporediese per l’iscrizione di migranti richiedenti asilo alla gara. Dodici mesi fa fu un piccolo successo, con la partecipazione di una ventina di corridori (sia alla 5 che alla 2), regalando loro una giornata speciale. Le collaborazioni significative non si fermano qui: è attiva anche quella ADOD (Associazione Donna Oggi e Domani), realtà di donne che lottano, anche tramite lo sport e i suoi valori, contro il cancro al seno. L’intera 2 Laghi è dedicata a loro e per questo la maglietta tecnica sarà rosa. Infine non va scordato che per l’edizione 2019, come introdotto per la prima volta lo scorso anno, ci sarà anche lo speaker: sarà persino intervistato l’accompagnatore di un corridore non vedente, iscritto alla 5 Laghi.  Il gruppo della 2 parte direttamente dalla piazza e segue la 5 per tutto l’urbano citato nella descrizione della 5. Poi in via Lago San Michele all’altezza di una trattoria chiamata «Modina» lascia l’asfalto per scendere nei boschi e raggiungere il tracciato della 5 che costeggia il Lago San Michele. Lì si congiunge con la 5 Laghi: qui è molto importante che i partecipanti della 2 diano precedenza a quelli della 5. Da lì in poi stesso percorso della 5: sterrato, via Montodo, Salita al «Saudino» e quindi al Monte Stella, discesa all’abitato di Ivrea, via Monte Brogliero, via Circonvallazione, via Palestro e arrivo in piazza Ottinetti.